---Trofeo Città di Telesia 17 giugno 2018-----Lago Matese Half Marathon 23 giugno 2018. -- Stefano Baldini dice: Uno degli effetti della corsa è l’aumento del desiderio sessuale, si fa l’amore di più e meglio, anche perché il sesso è anche una componente fisica e con la corsa questo si sviluppa... Visitate i nostri archivi centinaia di gare e migliaia di foto dal 204 ad oggi a vostra disposizione .****Nel rullo tutte le gare Nazionali mese per mese.Posizionate il mouse sopra e il rullo si fermerà.

 


Tutte le edizioni della Normanna foto video montepremi


LE GARE NAZIONALI DI GIUGNO 2018--------------  13/06 I XXXII Meeting Citta' di Avellino OUTDOOR Avellino (AV)  15/06 I XXVII Meeting Citta' di Conegliano Trofeo Toni Fallai OUTDOOR Conegliano (TV)  15-17/06 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI su PISTA ALLIEVI (comprese le Prove Multiple) OUTDOOR Rieti (RI) 16/06 N CAMPIONATI PER REGIONI CADETTI DI CORSA IN MONTAGNA MONTAGNA Lanzada (SO)  16-17/06 N C.D.S. SU PISTA MASTER - Fase Regionale OUTDOOR Sedi Varie  16-17/06 N XV Meeting Citta' di Trieste OUTDOOR Trieste (TS) 16/06 N C.It. Nordic Walking Agonistico - IV tappa km 10 U/km 5 D NORDIC WALKING Bassano Del Grappa (VI) 16/06 N Camp. Naz. UISP di Corsa in Montagna II La Ponale km.10,5 MONTAGNA Riva Del Garda (TN)  16/06 B IV La Mezza di Chiavari km 21,097 STRADA Chiavari (GE) 16/06 I YOUTH CUP DI CORSA IN MONTAGNA ALLIEVI MONTAGNA S.d.d.  16/06 B II Mezza Maratona di Roma km 21,097 STRADA Roma RM 17/06 B VI Pompegnino Vertical Trail km 10 MONTAGNA Pompegnino Di Vobarno BS  17/06 N Camp. Naz. UISP di Maratona XV Maratona Del Gargano STRADA Cagnano Varano (FG)  17/06 I IX Meeting Memorial Luca Coscioni OUTDOOR Orvieto (TR) 17/06 B VI Ledro Skyrace - Senter delle Greste km 19 TRAIL Ledro (TN) 17/06 B VII Trofeo Ciolo km 11,650 U/km 8,3 D MONTAGNA Gagliano Del Capo (LE)  17/06 B XII Trofeo Citta' di Telesia km 10 STRADA Telese Terme (BN)  23-24/06 N C.D.S. ASSOLUTO su PISTA - Finale B OUTDOOR Tivoli (RM)  23/06 B V Sanremo Half Marathon Run for Whales km 21,097 STRADA San Lorenzo Al Mare (IM)  23-24/06 N C.D.S. ASSOLUTO su PISTA - Finale BRONZO OUTDOOR Sulmona (AQ)  23-24/06 N C.D.S. ASSOLUTO su PISTA - Finale ARGENTO OUTDOOR Bergamo (BG)  23-24/06 N C.D.S. ASSOLUTO su PISTA - Finale ORO OUTDOOR Modena (MO) 24/06 I CAMPIONATI MONDIALI DI CORSA IN MONTAGNA LUNGHE DISTANZE MONTAGNA Karpacz  24/06 B XLIII Pistoia-Abetone km 50 ULTRAMARATONA Pistoia (PT) 24/06 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI E DI SOCIETA' MASTER di CORSA IN MONTAGNA MONTAGNA Aviano (PN)  27/06 N XIII Meeting Sotto le Stelle Meeting Giovanile OUTDOOR Ariano Irpino (AV)  27-30/06 I GIOCHI DEL MEDITERRANEO (27-30 giu Atletica) OUTDOOR Tarragona  29/06 B II Bari Night Run km 9,5 STRADA Bari (BA)  29/06 01/07 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI su PISTA MASTER OUTDOOR Arezzo (AR)  30/06 B X 6 Ore dei Templari km 21,780 / km 43,560 STRADA Banzi (PZ)  30/06 B I La Corsa della Corona km 70 ULTRAMARATONA Finale Ligure (SV)  30/06 N XIV Meeting 'Gomitolo di Lana' Meeting Giovanile OUTDOOR Biella (BI)  30/06 01/07 N XII Meeting Citta' di Codroipo e Mezzofondo Party OUTDOOR Codroipo (UD)  30/06 N XVI Meeting Citta' di Sacile OUTDOOR Sacile (PN)  30/06 01/07 N Campionati Nazionali Libertas su Pista OUTDOOR Tivoli (RM) ------------------------------------------------------------------------------------------------------------ GARE REGIONALI CALABRIA 2018 ---------------------  16-17/06 R CdS Master Fase Regionale - CdS e Ind.PM Regionale Rag/Cad gare extra OUTDOOR Siderno (RC)  17/06 R 10^ Edizione 5 Ponti All/Ass/Mas km 9 circa 6^ prova CdS Regionale master su strada STRADA Galatro (RC)  23/06 R 16^ Stranotturna - 4° Memorial Guarneri - 9° Memorial Fiorentino All/Ass/Mas km 8,3 circa 7^ prova CdS Regionale Master su strada STRADA Catanzaro (CZ)  24/06 R CorriAvis Galina - Memorial Demetrio Fanti 6 km circa STRADA Reggio Cal. Gallina RC  30/06 R 2° Meeting Città di Cosenza - manifestazione regionale su pista OUTDOOR Cosenza (CS)

compleanno/birthdays

cumpleanos/anniversaires 

geburtstage                                               


Santi del giorno


Segnala questo sito Introduci la E-mail del destinatario

Ora esatta e fuso orario in tutti i paesi del Mondo calocola qui

Telese Terme 17 Giugno 2018 "Trofeo Città di Telesia" XII edizione.

Dodicesima edizione del Trofeo Città di Telesia, grande vittoria per Ezekiel Kemboi e Rosaria Console.

A dare maggiore lustro alla manifestazione, la partecipazione da corridori del Presidente della Confindustria Sannita Filipo Liverini e del Questore di Benevento Giuseppe Bellassai.

Per conoscere la vostra posizione societaria cliccare sulla  Regione

Siamo forti maratoneti perchè siamo il piede dell’Italia

Created By MiletoMarathon

Provincia di Vibo Valentia Tropea e dintorni photo Gallery

Venerdì 15 è stata presentata la manifestazione nella Sala Goccioloni delle Terme di Telese, i moderatori Gabriele Pastore e Marco Cascone, hanno dato la parola ai tanti ospiti tra i quali il sindaco del Comune di Telese Terme, Pasquale Carofano; l'assessore allo sport del Comune di Telese Terme, Guido Romano; il Presidente Confindustria Benevento, Filippo Liverini; l'amministratore delegato delle Terme di Telese, Alfredo Minieri; il colonnello Simone Salotti in rappresentanza del Comando Provinciale dei Carabinieri; il Questore di Benevento, Giuseppe Bellassai e Diego Viscusi per la Running Telese Terme. Ospite d'onore il due volte campione olimpico e quattro volte campione mondiale, Ezekiel Kemboi Cheboi, la cui presenza è stata fortemente voluta dall'organizzazione e che con molta simpatia e umiltà ha risposto a tutte le domande rivoltegli.Sono state confermate poi altre presenze di prestigio, in campo femminile il ritorno a Telese Terme di Rosaria Console (G.A. Fiamme Gialle), di Fatna Maraoui (C.S. Esercito),di Silvia La Barbera e dell'Ucraina Yaremchuk arrivata seconda lo scorso anno; per la gara maschile i pugliesi Giammarco Buttazzo e Domenico Ricatti (C.S. Aeronautica Militare), i siciliani Vincenzo Agnello e Parise.

Domenica 17 Giugno, tutta Telese Terme è in fermento, si sta preparando allo start della dodicesima edizione del Trofeo Città di Telesia,spettacolare gara podistica internazionale sui 10 km, gara inserita nel Calendario Aims( Association of International Marathons and Distance Races) che riconosce le 320 manifestazioni podistiche più importanti dl mondo disputate in 95 Nazioni.

Viale Europa, viale da dove alla 19:00 è prevista la partenza è in un grande fermento; gli organizzatori completano gli ultimi ritocchi, Diego Viscusi supervisiona i lavori, si preparano i tavoli per il ristoro e quelli per la consegna delle medaglie, i medici e i mezzi di soccorso prendono posizione lungo i percorso, gli speaker Michele Mariscalchi e Marco Cascone controllano la loro postazione e si preparano alla cronaca della gara, tutto si cura nei minimi dettagli, ci si guarda intorno e quello che si apre davanti è una scenografia unica, una scenografia spettacolare in cui si intravede il grande lavoro ed impegno di tutti i volontari, di tutta la Running Telese nella persona del presidente Tiziano D'Onofrio e del vicepresidente Diego Viscusi e si vede la grande collaborazione degli sponsor, in primis lo sponsor ufficiale l'Azienda Liverini S.P.A., che collabora profondamente alla realizzazione della manifestazione.

Nella sala Goccioloni, dove si ritirano i pettorali,incominciano ad arrivare alcuni dei 1800 atleti iscritti alla gara ma ecco che verso le 15:30 il cielo si fa buio ed incomincia a piovere, che disdetta, non è possibile che anche quest'anno debba piovere. L'afflusso degli atleti allenta anche perchè ognuno cerca di pipararsi dalla pioggia, ma per fortuna ecco che riappare l'azzurro e la pioggia cessa; in un attimo la sala Goccioloni si riempie e i volontari sono occupatissimi a distribuire pettorali e pacchi gara.

Ore 18:50 gli speaker Mariscalchi e Cascone chiamano i circa 2000 atleti sulla linea di partenza dove viene fatta la presentazione di alcuni nomi di spicco e alle 19:00 si da il via alla gara, quello che subito traspare è che,il brutto tempo no ha fermato nessuno, infatti, oltre alla marea di atleti che si lanciano, ognuno nella propria gara, ci sono migliaia di persone ai bordi pista, venuti a guardare questo grande evento sportivo,ed il primo spettacolo del dodicesimo Trofeo Città di Telesia è stato la presenza di un pubblico numerosissimo che ha partecipato attivamente incitando ed incoraggiando tutti gli atleti, dai grandi campioni ai tantissimi amatori che poi,sono quelli che poi permettono di fare queste bellissime manifestazioni.

Passati quasi 30 dalla partenza,gli occhi sono tutti puntati sul lungo tappeto d'arrivo per cogliere il successo del vincitore, e quando il cronometro segna 29'54" ecco che, come da pronostico, il campionissimo Ezekiel Kemboi che ha difatto controllato la gara lasciando sfogare i vari El Mazoury e Njie (poi crollato nel finale).

Al secondo posto, a gran sorpresa si piazza l'atleta delle Fiamme Oro Padova, Pietro Riva che chiude a soli 5 secondi da Kemboi e ferma il cronometro a 29'59"; terzo è Kipchumba Philemon dell'Atletica Recanati 30'01"; quarto El Mazouiry Ahmed dell'atl. Casone Noceto 30'03"; quinto Myasiro Jean Marie della Loverun Athletic Terni 30'11".

Tecnicamente molto più valida la gara femminile con il successo di Rosaria Console, al comando sin dall’avvio per poi concludere con un crono di 33’29” che migliora di un secondo il suo precedente 33’30” ottenuto a Telese nel 2011 quando arrivò seconda dietro alla Incerti, ma anche il suo secondo successo a Telese dopo quello del 2010. Per la Console pure la soddisfazione della miglior prestazione italiana stagionale nei 10 km su strada (prec. 33’32” Giovanna Epis a Magenta il 4/2), dietro alla Console si piazza la Nimbona Elvanie (Bdi) del Caivano Runners 33'47", terza Sofia Yaremchuk in 33’52”,quarta è l'atleta dell'Esercito Fatna Maraoui 34'41" e quinta la compagna di squadra Christine Santi 34'57".

Dopo i primi arrivi, ecco che ritorna la pioggia, prima leggera ma subito dopo fortissima e così la maggior parte degli amatori ha corso sotto l'acqua battente; gli arrivi non finivamo mai, tutto il pubblico telesino era in attesa trepidante di Filippo Liverini e consorte Rosaria Vecchi, nonchè del dott. Giuseppe Bellasai questore di Benevento e quando sono arrivati sono stati accolti da applausi scroscianti.

Le premiazioni a fine gara, che da protocollo,dovevano essere fatte nel bellissimo anfiteatro delle terme di Telese, sopra la Fontana con il mascherone, causa pioggia sono state spostate nella Sala Goccioloni; presenti tante personalità tra cui i fratelli Liverini Michele e Filippo, il sindaco di Telese Pasquale Carofano, il vice presidente della Running Telese Terme Diego Viscusi con il supporto della moglie Pina, sempre presente e tutto fare.

Il Trofeo Città di Telesia, è una manifestazione sportiva culturale e sociale che ha saputo negli anni costruirsi uno spazio importante nel panorama nazionale ed internazionale, una manifestazione a cui tutti gli atleti partecipano con amore e passione perchè sanno di trovare un ambiente ricco di passione, amore e solidarietà. Grazie a tutti coloro che con grande impegno, ogni anno, realizzano questo evento meraviglioso.

 

Redazione Correre.org- Rossella Artusa         FotoGallery By Salvatore Auddino        Risultati/Result

 

 

Ogni mattina,

alzandoti, e ogni sera, prima di andare a dormire, ringrazia la vita dentro di te e per la vita tutta, per tutte le buone cose che il Creatore ha dato a te e agli altri, e per l’opportunità di crescere ogni giorno di più. Considera quanto hai fatto e pensato nel corso del giorno e chiedi il coraggio e la forza di diventare una persona migliore. Cerca quanto puo’ essere beneficio a tutti.

Rispetto. Rispetto significa:”sentire o dimostrare onore o stima per qualcuno o per qualcosa; considerare il benessere degli altri o trattare qualcuno o qualcosa con deferenza e cortesia”. Mostrare rispetto è un principio di base nella vita: tratta in ogni circostanza ogni persona, dal più piccolo bimbo al più maturo degli anziani, con rispetto

 

 

ROMA 17 GIUGNO 2018

Mezza maratona Roma 2018, 4000 runner attraversano in notturna la Capitale

Oltre 4.000 runner provenienti da 53 nazioni hanno partecipato ieri sera dalle 21 in poi alla 2° Mezza Maratona di Roma, la 21 chilometri in notturna più partecipata d'Italia.

 

La mezza maratona ha visto la vittoria in campo maschile del keniano Julius Kipngetih Rono in 1:09.00. Al secondo posto l'italiano Antonello Landi in 1:11.21, al terzo la Fiamma Azzurra Angelo Iannelli in 1:11.28. In campo femminile, successo per la keniana Carolyne Rutto in 1:22.58, seconda Cecilia Tirelli e terza Annalaura Bravetti in 1:30.25.

 

"La città di Roma dovrebbe avere eventi di questo tipo ogni settimana, non solo di atletica ma anche di altre discipline, per portare non solo maggiore conoscenza della città attraverso lo sport, ma anche per dare una soluzione importante all'occupazione, al recupero di aree cittadine che sono dismesse.

 

Lo sport può fare molto per lo stato sociale", ha dichiarato Enrico Castrucci, presidente di Italia Marathon Club di Roma che ha organizzato l'evento.

 

Risultati/Result

 

San Giovanni in Fiore-Cosenza- 10 Giugno 2018 “9^ CORRINFIORE”

Alberto Giuncato e Francesca Paone sbaragliano gli avversari e conquistano la città dell'abate Gioacchino.

Legami - potrò ancora cantare -

Scacciami - il mio mandolino

Risuonerà sincero, dentro -

Uccidimi - e la mia Anima salirà

Inneggiando in Paradiso -

Ancora tua -

Emily Dickinson

 

E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti, ed i grandi flutti del mare, ed il lungo corso dei fiumi, e l'immensità dell'Oceano, ed il volgere degli astri.e si dimenticano di se medesimi

(Sant'Agostino)

 

Due amanti silenziosi somigliano a due arpe con lo stesso diapason e pronte a confondere le voci in una divina armonia

(A.Karr)

 

Dovunque l'uomo voglia vendersi trova degli acquirenti

(Henri Lacordaire)

 

E' mia ambizione dire in dieci frasi quello che altri dicono in interi volumi

(Friedrich Nietzsche)

 

E' curioso a vedere che quasi tutti gli uomini che valgono molto hanno le maniere semplici; e che quasi sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco valore

Giacomo Leepardi)

La Fidal Calabria ha indetto e l' A.S.D. Jure Sport ha organizzato la nona Corrinfiore “Memorial Giovanni Talerico, CdS Regionale di Società All/Ass e Master, gara agonistica su strada di 10 km su percorso omologato. La bellissima cittadina di San Giovanni in Fiore che è il più antico, vasto e popolato centro abitato della Sila, posta a 1049 m s.l.m, avvolta in uno scenario paesaggistico ed architettonico splendido, ha fatto da palcoscenico a una gara molto interessante e suggestiva, che si è svolta su un percorso per le vie del paese, carattezizzato da sali e scendi molto duri.

 

Come lo scorso anno, il ritrovo della giuria e concorrenti è stato a Piazza Abate Gioacchino, da dove è partita la gara non competitiva di 3,5 Km aperta a tutti; mentre la gara competitiva è partita da via Vallone con arrivo a Piazza Gioacchino, dopo aver percorso 3 giri da 3,5 km.

 

La bella manifestazione, è stata preceduta, sabato 9, da una passeggiata nel Parco Comunale insieme al tre volte campione mondiale dei 100 km, Giorgio Calcaterra, che, invitato come testimonial, ha partecipato insieme alla sua compagna Paola Massaroni sia a questa camminata a favore di Carol, una bambina con gravi problemi di salute per la quale sono stati raccolti fondi, sia alla gara competitiva.

 

La prima partenza è stata quella della passeggiata di 3,5 Km aperta a tutti, che ha visto una grande partecipazione, terminata questa si è dato il via alla bellissima gara competitiva, una gara durissima, che con le sue salite mette a dura prova anche i fortissimi.

 

Al pronti via, subito si sono staccati dal gruppo gli atleti Giuncato, Audia, Amodeo, Cottone, Ruggiero e un pò più staccato Giorgio Calcaterra che ha fatto la gara febbricitante.

 

Al primo passaggio è in testa Giuncato seguito da Cottone, Amodeo e Ruggiero, ed alla fine dei 3 giri previsti, il primo a tagliare il traguardo è proprio l'atleta crotonese tesserato per il Cosenza K42, Alberto Giuncato che con il tempo di 34:35 da quasi 2 minuti al secondo classificato, ovvero Federico Cottone della Scuola Atletica Krotonate che taglia il traguardo in 36:08, terzo è Antonio Amodeo della CorriCastrovillari che chiude in 36:30; il padrone di casa, il grande Paolo Audia chiude settimo con il tempo di 38:01 mentre Giorgio Calcaterra nonostante la febbre fa un'ottima prestazione e Danilo Ruggiero, in testa fino al secondo giro è costretto al ritiro.

 

Anche la gara femminile è stata molto bella ed ha visto la vittoria dell'atleta della Hobby Marathon Catanzaro, Francesca Paone che con il tempo di 43:01 ha lasciato 1:26 alla seconda classificata, l'atleta della ASD Dojo Judo Run, Fausta Bianco che chiude in 44:27, terza si piazza l'atleta della Corri Con noi Palmi Concetta Saffioti 45:29.

 

Anche questa nona edizione della Corrinfiore, va archiata, con il segno super positivo; tutto è andato secondo i programmi e la bellissima cittadina di San Giovanni in Fiore, è stata arricchita da questa manifestazione,che ogni anno la Jure Sport organizza in modo superlativo, senza lasciare nulla al caso; tutti gli atleti e i loro accompagnatori sono accolti e coccolati in modo esemplare e per tutto questo va ringraziata la Jure Sport con il suo presidente Pasquale Martino, Paolo Audia e a tutti gli altri collaboratori; quest'anno poi, si sono superati infatti tutti gli atleti sono stati premiati con delle bellissime medaglie in legno create da un artista locale e tutte le organizzazioni che hanno collaborato alla buona riuscita della manifestazione, sono stati omaggiati di una bellissima targa in legno creata sempre dall' artista di San Giovanni; tra gli altri sono stati omaggiati di questa targa Salvatore Auddino e Paola Rende per i loro impeccabili servizi fotografici. Un grazie particolare va a tutti gli abitanti di questa perla della Sila, che sono stati meravigliosi, hanno creato una cornice colorata che con entusiasmo ha incoraggiato ed applaudito tutti gli atleti, grazie a tutti e arrivederci al prossimo anno.

 

Redazione Correre.org-Rossella Artusa         FotoGallery By Salvatore Auddino

 

Farò della mia anima uno scrigno

per la tua anima,

del mio cuore una dimora

per la tua bellezza,

del mio petto un sepolcro

per le tue pene.

Ti amerò come le praterie amano la primavera,

e vivrò in te la vita di un fiore

sotto i raggi del sole.

Canterò il tuo nome come la valle

canta l'eco delle campane;

ascolterò il linguaggio della tua anima

come la spiaggia ascolta

la storia delle onde.

 

~ Kahlil Gibran ~

Vincitore 2018  Cosmas Jairus Kipchoge Birech“

 

Ti spaventerà quando la guarderai con i piedi sulla spiaggia, così distante e così imponente dai suoi 3000 metri. Il calore della gente si confonderà con il calore del sole che annuncia l’estate.

 

Attraverserai la pineta più grande di Sicilia che ti offrirà il riparo. Lei sempre lì a darti forza, mostrandosi con i suoi fianchi così dolci.

 

Quando penserai di non farcela, qualcosa di stupefacente accadrà, qualcosa che solo l’ETNA ti può dare. E scoprirai che anche tu hai dentro l’energia di un vulcano.

Charlie Chaplin

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita

prima che l’opera finisca senza applausi…

"SuperMaratona dell’Etna" XII edizione

 

 

Trionfano il francese Kiredjian e Lara La Pera che cala il poker

Quarta vittoria alla 0-3000 per l'atleta del Marathon Misilmeni che ha sfoderato l'ennesima super-prestazione. Tra gli uomini splendida prova di Recupero, secondo alle spalle del transalpino

Reportage completo su Sicilia Running

 

Questi i vincitori 2018

1 KIREDJIAN JORIS TAILLEFER TRAIL TEAM FRA SM 04:05:21

2 RECUPERO ANTONINO ASD ATLETICA SANT'ANASTASIA ITA SM40 04:10:36

3 MERSI ENZO ATLETICA MONTEROSA ITA SM35 04:12:31

4 LO PICCOLO FILIPPO ASD MONTI ROSSI ITA SM35 04:15:33

5 BRIVIO ALESSIO ALS CREMELLA ITA SM40 04:18:14

 

Classifica Finale 

 

Allorché la terra fu creata con tutti gli esseri viventi,

l'intenzione del Creatore non fu di renderla vivibile solo agli uomini.

Siamo stati messi al mondo

assieme ai nostri fratelli e sorelle,

con quelli che hanno quattro zampe,

con quelli che volano e con quelli che nuotano.

Tutte queste forme di vita, anche il più piccolo filo d'erba,

formano con noi una grande famiglia.

Tutti siamo fratelli e tutti siamo ugualmente importanti su questa terra.

Ponzano Meeting nel segno di Kemboi 08 Giugno 2018

Il pluricampione olimpico e mondiale si impone nei 3000 siepi (8:35.89) tallonato dal veneto Feletto che scende a 8:36.63 in una serata bagnata dalla pioggia

 

Serata di pioggia al 28° Meeting internazionale di Ponzano Veneto (Treviso), ma nel ricco programma di gare non mancano le emozioni. Il clou si conferma il mezzofondo con i 3000 siepi vinti dall’atleta più atteso, il keniano Ezekiel Kemboi. Però il doppio oro olimpico e quattro volte campione mondiale deve impegnarsi fino in fondo per avere la meglio in 8:35.89 nei confronti del 22enne trevigiano Leonardo Feletto (Atl. Mogliano) che si migliora di quasi tre secondi con 8:36.63. Terzo in 8:44.84 l’azzurro Abdoullah Bamoussa (Atl. Brugnera Friulintagli). Nei 1500 metri spunta sul rettilineo conclusivo Osama Zoghlami (Cus Palermo) in 3:46.15, al femminile secondo posto di Joyce Mattagliano (Esercito) con 4:22.44 alle spalle della slovena Marusa Mismas (4:18.00) che conquista il 31° Memorial Giovanni Maria Idda, mentre sugli 800 maschili emerge il 21enne Gabriele Aquaro (Team-A Lombardia) in 1:48.56. L’azzurra Maria Enrica Spacca (Carabinieri) si aggiudica i 400 con 54.60, invece sui 100 metri Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) corre la batteria in 11.78 (+1.2) ma nella finale, anche per le diverse condizioni meteo, non fa meglio di 12.04 (+0.4). Tra gli uomini 10.56 (+1.4) di Luca Lai (Atl. Cento Torri Pavia) che poi non corre la seconda gara in cui svetta Marco Gianantoni (Sef Virtus Emilsider Bologna, 10.62/+1.0). L’asta femminile, disturbata dal maltempo della fase finale, è vinta con 4,10 da Elisa Molinarolo (Aristide Coin Venezia 1949) che rinuncia alla terza prova sulla misura di 4,20 nel quarto appuntamento stagionale del Progetto Meeting FIDAL.

 

KEMBOI RE DEI 3000 SIEPI, CRESCE FELETTO - Il re dei 3000 siepi è sempre Ezekiel Kemboi che, dopo il lancio del connazionale Kisorio (stop ai 1000 metri), fa gara solitaria sino all’8:35.89 finale. La gara del ventiduenne trevigiano Leonardo Feletto (Atletica Mogliano) non è però banale. Tutt’altro. L’allievo di Faouzi Lahbi conferma i recenti progressi, rimontando metro su metro al formidabile keniano, due volte campione olimpico e quattro volte iridato, e chiudendo in 8:36.63, nuovo primato personale con quasi 3 secondi di miglioramento. Terzo, in 8:44.84, l’azzurro Abdoullah Bamoussa (Atl. Brugnera Friulintagli) nel giorno del suo 32° compleanno. A Camillo Kaborè (Carabinieri) la gara di lungo (7,17, +0.1).

 

100 NEL SEGNO DI HERRERA E GIANANTONI - Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) aveva corso più velocemente la batteria dei 100 (11.78). Poi è arrivata la pioggia, la temperatura è scesa, l’ora si è fatta tarda e l’azione della veronese di origine dominicana è apparsa meno fluida in finale: il suo 12.04 (+0.4) è appena sufficiente per lasciarsi alle spalle la grintosa junior Giorgia Bellinazzi (Atl. Brugnera Friulintagli), distanziata di 3 centesimi (12.07). Terza, in 12.17, l’allieva Elisa Visentin (Atl. Biotekna Marcon). Marco Gianantoni (Sef Virtus Emilsider Bologna) è la freccia della gara maschile, dove non si presenta ai blocchi di partenza Luca Lai (Atl. Cento Torri Pavia) che aveva ottenuto il miglior tempo delle batterie (10.56). Gianantoni è il più lesto in partenza e chiude in 10.62 (+1.0), lasciandosi alle spalle l’allievo, classe 2002, Federico Guglielmi (Atl. Biotekna Marcon), autore di un bel 10.76.

 

Siamo a 300 grazie a v oi

Siamo donne uomini e marziani

Siamo il coraggio

che ti fa cominciare

la passione per continuare

la sfida con te stesso

Siamo le gocce di sudore

le lacrime di gioia

il bacio alla terra di Gelindo

il pugno al cielo di Stefano

Siamo i master pieni di futuro

i chili che hai perso

i compagni di strada

che altrimenti

non avresti conosciuto

Siamo borracce, canfora

e pipì dietro gli alberi

Siamo la tua prima maratona

e non saremo l'ultima

neve, deserto, pietr e città

e polvere di pioggia

e rispetto dell'avversario

Siamo albe

di colazioni al miele

buio di sentieri da trail

tende e veglie nella 24 ore

scarpe che non vuoi

ti buttino via

siamo bottega amara

di cortesia

Siamo domande, dubbi,

perchè, errori, infortuni

Siamo e saremo solo

tempi di passaggio.

5000: IL ROMENO SOARE BATTE GLI AFRICANI - Un bianco davanti agli africani nei 5000 metri: non capita tutti i giorni. È il romeno Nicolae Soare che ferma il cronometro a 14:00.35. Secondo l’ugandese Oscar Chelimo (14:02.54), terzo il keniano Philemon Kipchumba Kisang (14:11.80).

Dal lotto dei partecipanti ai 1500 esce sul rettilineo finale Osama Zoghlami (Cus Palermo) che si fionda sul traguardo davanti a tutti in 3:46.15 seguito dal romeno Garcea (3:46.36), poi il trentino Lorenzo Pilati (Atl. Valli di Non e Sole) in 3:46.56. Matteo Miani (Assindustria Sport Padova) e lo sloveno Andrej Poljanec a pari merito nell’asta: 4,80 per entrambi gli atleti che rinunciano ai salti di spareggio.

I 1500 FEMMINILI PARLANO SLOVENO - Joyce Mattagliano (Esercito) rompe gli indugi molto presto e si mette in testa al gruppo. Ai 1000 metri il passaggio avviene in 2:57.51. La slovena Marusa Mismas segue la triestina come un’ombra sino all’imbocco dell’ultima curva. Poi cambia passo e l’azzurra deve alzare bandiera bianca: Mismas chiude in 4:18.00, Mattagliano è seconda in 4:22.44, terza Natascia Meneghini (Aristide Coin Venezia 1949) in 4:25.34.

AQUARO 1:48.56 NEGLI 800 - Il veronese Leonardo Tesini (Atl. Insieme) lancia gli 800 (passaggio in 52.96 ai 400) dove nel finale emerge il 21enne Gabriele Aquaro (Team-A Lombardia) che si affaccia in testa alla gara a metà dell’ultima curva e chiude in 1:48.56, avvicinando (22 centesimi) il record personale datato 2017. Secondo in 1:49.28 Enrico Brazzale (Atletica Vicentina). Terzo il vicecampione italiano Mattia Moretti (Carabinieri), 1:50.04. Eleonora Filippetto (Team Treviso) si aggiudica il lungo con 5,75 (0.0), davanti alla junior, specialista delle prove multiple, Gloria Gollin (Atletica Vicentina), che atterra a 5,64 (-0.1).

SPACCA NEL GIRO DI PISTA - Maria Enrica Spacca (Carabinieri) trova un’avversaria temibile nei 400, ma la gara della romena Sanda Belgyan è tutta in salita. L’azzurra, primatista italiana della staffetta del miglio, chiude in 54.60 sotto la pioggia mentre la Belgyan si ferma a 54.71.

MOLINAROLO A 4,10 - La gara femminile di asta, disturbata dalla pioggia nella fase finale, è vinta da Elisa Molinarolo (Aristide Coin Venezia 1949) con 4,10. La campionessa italiana 2017 rinuncia alla terza prova sulla misura di 4,20, così come Tatiane Carne (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), seconda con la stessa misura della vincitrice, ma con un errore in più a quota 4 metri.

LAI VOLA IN BATTERIA - A Ponzano il tempo peggiora rapidamente e, dopo la prima batteria dei 100 maschili, arriva la pioggia. Marco Gianantoni (Virtus Emilsider) si aggiudica la prima batteria in 10.64 (+1.5). Luca Lai (Cento Torri Pavia) brilla nella seconda, togliendo 15 centesimi al record personale (10.56, +1.4). Piace l’allievo Federico Guglielmi (Atl. Biotekna Marcon) che, nella quinta delle sette batterie, senza spingere a fondo, ferma il cronometro a 10.86 (-0.5).

HERRERA VA - La prima volata vincente della serata è dell’allieva Elisa Visentin (Biotekna Marcon) che si aggiudica, in scioltezza, la batteria numero 1 dei 100 in 12.12 (+1.1), secondo tempo della carriera per la sedicenne veneziana. Giorgia Bellinazzi (Atl. Brugnera Friulintagli) vince la seconda batteria in 12.09 (+1.0). Poi leadership per Martina Favaretto (Biotekna Marcon), 12.12 (+1.0) nella terza batteria, Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) 11.78 (+1.2) nella quarta e Francesca Todescato (Vicentina), 12.15 (+1.2) nella quinta. I sei migliori tempi in finale: Herrera grande favorita, in una serata dalle condizioni meteorologiche finora ottimali.

 

Mauro Ferraro (FIDAL Veneto)  Risultati/Result

 

Gentile redazione, vi invio di seguito il comunicato stampa relativo alla partecipazione della Rappresentativa Pugliese al campionato nazionale UISP e Trofeo delle Regioni, in allegato le foto,

cordiali saluti

 

raffaele luciano

 

Una rappresentativa di Trail pugliese al campionato nazionale UISP e Trofeo delle Regioni

Mancano ormai pochi giorni alla partenza della 9^ edizione del Trail del Falterona, in programma per domenica 10 giugno, gara valevole come prova unica del CAMPIONATO NAZIONALE e TROFEO DELLE REGIONI TRAIL UISP per il 2018.

 

La gara si correrà in regime di semi-autosufficienza su un percorso di km 36 e un dislivello positivo di 2000 metri con partenza e arrivo da PRATOVECCHIO/STIA (AR) nel bellissimo contesto di Piazza Tanucci (la Piazza del Film “Il Ciclone” di Pieraccioni) per un emozionante viaggio/avventura tra i Sentieri del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, del Monte Falterona e Campigna.

Sarà presente anche la Regione Puglia rappresentata dai 10 atleti scelti dal selezionatore e respon-sabile regionale UISP di Trail e presidente dell'A.S.D. Gravina Festina Lente! GIUSEPPE MOLITERNI.

 

Ma vediamo chi saranno i nostri alfieri che rappresenteranno la Puglia iniziando dalla squadra femminile composta da: MADDALENA CARRINO (Team Pianeta sport - Massafra) VITTORIA ELICIO (G.S. Atletica Amatori Corato) ALESSANDRA DE LUCA (Atletica Amatori Brindisi) e ROBERTA DALBA (Barletta Sportiva). La squadra maschile sarà invece rappresentata da: GIOVANNI GRATTON (A.S.D. Montedoro Noci) GIUSEPPE MATARRESE (Maratoneti Andriesi) ANTONELLO IANIERI (Atleticamente - Modugno) RIBEZZI GIUSEPPE (Olimpo Latiano) GIANFRANCO TADDEI (Team Pianeta sport – Massafra) e VITO PROCINO (Dynamyk Fitness – Palo).

 

Questi atleti con le loro prestazioni si sono distinti durante il corso dell'anno per i risultati consegui-ti durante lo svolgimento del circuito PUGLIA TRAIL. Il circuito regionale di Trail Running comprende 9 tappe con gare su sentieri e contesti naturalistici della Puglia a partire dal Gargano fino a giungere a Santa Maria di Leuca.

A giudicare dai nomi degli iscritti, anche quest’anno si preannuncia una gara combattuta fino all’ultimo metro, ma i nostri atleti sono determinati a darsi battaglia per portare in alto la Puglia.

 

Lo sport, va da dire che le discipline sportive sono tante, di sicuro il loro papà si chiama sport ed è il proprietario di tutte le attività psico- fisiche. Quando si intraprende una disciplina, si entra far parte di un mondo diverso, un mondo fatto di regole e di rispetto, un mondo che ti matura dentro l'anima e ti fa sopportare fatiche immense,un mondo che ti ricompensa con momenti di vera felicità, è come il contadino quando ara la terra e semina, all'inizio è sofferenza e stanchezza ma poi arriva il tempo del raccolto dei frutti; chi ha seminato bene raccoglie frutti buoni. Quando sono arrivato qui a mileto non avevo né terra né alberi da frutto, allora, ho pensato che bisognava seminare qualcosa e così ho fatto; ho seminato quello che la vita mi ha insegnato ossia amare la natura, vivere lo sport come stile di vita, avere rispetto delle cose e degli altri, e così, anche io, mi ritrovo a raccogliere i frutti della mia semina che si chiamano amicizia, amore, fraternità; cose che ultimamente sono diventate una merce molto rara. Se non avessi divulgato lo sport ,oggi , non avrei avuto gli amici che ho, che mi fanno sentire importante e mai solo, sono fiero di loro e ne ho molta stima; questa ricchezza va conservata gelosamente e anche se a volte abbiamo opinioni diverse, è bene,perché ciò serve a cementare e a far diventare sempre più forte il legame che ci unisce. Tutto ciò però, non è farina del nostro sacco ma semplicemente lo sport che ci ha uniti, padre buono dei valori importanti della nostra vita sociale. Salvatore Auddino 30 gennaio 2009

 

Chiesi a Dio...

di essere forte per eseguire progetti grandiosi:

Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.

Domandai a Dio che mi desse la salute

per realizzare grandi imprese:

egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.

Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:

mi ha fatto povero per non essere egoista.

Gli domandai il potere

perché gli uomini avessero bisogno di me:

egli mi ha dato l'umiliazione

perché io avessi bisogno di loro.

Domandai a Dio tutto per godere la vita:

mi ha lasciato la vita

perché potessi apprezzare tutto.

Signore, non ho ricevuto niente di quello

che chiedevo,

ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno

e quasi contro la mia volontà.

Le preghiere che non feci furono esaudite.

Sii lodato; o mio Signore,

fra tutti gli uomini

nessuno possiede quello che ho io!

Kirk Kilgour

Created By correre.org

Created By Correre.org

 

A.S.D. Miletomarathon Presidente Salvatore Auddino  Sede: Via Cattaneo 28 - 89852 Mileto (VV) - C:F:e.P.iva:96025290790 - Codice Fidal VV 363 - Coni: Registro Nazionale N°921312 -ASI CAL-VV0084 -  Cell.3388306612

 

info@correre.org

 

salvatoreauddino@email.it 

 

Correre.org Webmaster Salvatore Auddino