CORRERE.ORG E' IL PORTALE DEL RUNNER ...ATTENZIONE TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE SCARICABILI GRATUITAMENTE LE TROVERETE IN ARCHIVIO GENERALE NEL MENU' DI SINISTRA. ---- GARE NAZIONALI + CALABRIA DI MAGGIO--  20-24/05 N Festa dello Sport Scolastico - Campionati Studenteschi di Corsa Campestre Finale Nazionale Istituti di 1° Grado CROSS Marina Di Massa MS  21/05 N CAMPIONATI STUDENTESCHI DI CORSA CAMPESTRE Finale Nazionale Istituti di 1° Grado CROSS S.d.d. -- 23-25/05 I CAMPIONATI EUROPEI DI CORSA IN MONTAGNA MASTER MONTAGNA Janske' Lazne' --  24/05 N Riunione Nazionale della Velocità OUTDOOR Rieti (RI)  25/05 B XLVII^ Scalata al Castello km 10,10 U/km 5,05 D STRADA Arezzo (AR)  25/05 B IX^ Moonlight Half Marathon km 21,097 STRADA Jesolo (VE)  25/05 B III^ Limbiate Night Run km 10 STRADA Limbiate (MB)  25-26/05 N CAMPIONATI ITALIANI MASTER DI PROVE MULTIPLE, m.10.000 e STAFFETTE (4x100 M/F; 4x400 M/F; 100/200/300/400 M/F; 4x800 F.; 4x1500 M.) OUTDOOR Abbadia San Salvatore (SI)  25/05 B X^ Maratonina dei Fenici (km 14) km 14 STRADA Pula (CA)  25/05 B X^ Maratonina dei Fenici (km 21,097) km 21,097 STRADA Pula (CA)  25-26/05 N CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE km 100 ASSOLUTO e MASTER km 100 ULTRAMARATONA Firenze-faenza RA  25-26/05 S XLVII^ 100 km del Passatore km 100 ULTRAMARATONA Firenze-faenza RA  25-26/05 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI PROMESSE E JUNIORES DI PROVE MULTIPLE (+ Prove Multiple Assolute valide per il C.d.S. e il Grand Prix di Prove Multiple) OUTDOOR S.d.d. --  25/05 I COPPA EUROPA per CLUB su PISTA - GRUPPO B OUTDOOR Tampere --  25-26/05 I COPPA EUROPA per CLUB su PISTA - GRUPPO A OUTDOOR Castellon -- 26/05 B XLVII^ Trofeo Jack Canali km 6,7 - 2^ pr.Vertical Cup - EOLO Mountain and Trail G.P. MONTAGNA Albavilla (CO)  26/05 I XXXVII Brixia Meeting OUTDOOR Bressanone/brixen BZ  26/05 I IX^ Meeting Citta' di Castiglione della Pescaia OUTDOOR Castiglione Della Pescaia (GR) 26/05 B VIII^ Reale Mutua Monza Montevecchia Eco Trail km 33,5 TRAIL Monza/montevecchia MB/LC  26/05 B XVII^ Corri Trieste km 10 STRADA Trieste (TS)  26/05 B I^ Mezza Maratona delle Due Province (Siracusa-Ragusa) - ANNULLATA km 21,097 STRADA Rosolini (SR)  29/05 I VIII^ Meeting Internazionale Città di Savona Memorial Giulio Ottolia OUTDOOR Savona (SV) 31/05 B IV^ Spring Night Run km 11 TRAIL Dobbiaco/toblach BZ ---------------------------- CALABRIA LE GARE DI MAGGIO 2019  18-19/05 R CdS su pista Allievi/e 2^ prova regionale - CdS su pista Rag/Eso10 fase regionale OUTDOOR Reggio Calabria RC  25/05 R Sport e Salute Diabete Amico Manifestazione Giovanile su pista OUTDOOR Reggio Calabria RC

LE GARE NAZIONALI DI MAGGIO 2019---------------  20-24/05 N Festa dello Sport Scolastico - Campionati Studenteschi di Corsa Campestre Finale Nazionale Istituti di 1° Grado CROSS Marina Di Massa MS  21/05 N CAMPIONATI STUDENTESCHI DI CORSA CAMPESTRE Finale Nazionale Istituti di 1° Grado CROSS S.d.d. -- 23-25/05 I CAMPIONATI EUROPEI DI CORSA IN MONTAGNA MASTER MONTAGNA Janske' Lazne' --  24/05 N Riunione Nazionale della Velocità OUTDOOR Rieti (RI)  25/05 B XLVII^ Scalata al Castello km 10,10 U/km 5,05 D STRADA Arezzo (AR)  25/05 B IX^ Moonlight Half Marathon km 21,097 STRADA Jesolo (VE)  25/05 B III^ Limbiate Night Run km 10 STRADA Limbiate (MB)  25-26/05 N CAMPIONATI ITALIANI MASTER DI PROVE MULTIPLE, m.10.000 e STAFFETTE (4x100 M/F; 4x400 M/F; 100/200/300/400 M/F; 4x800 F.; 4x1500 M.) OUTDOOR Abbadia San Salvatore (SI)  25/05 B X^ Maratonina dei Fenici (km 14) km 14 STRADA Pula (CA)  25/05 B X^ Maratonina dei Fenici (km 21,097) km 21,097 STRADA Pula (CA)  25-26/05 N CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE km 100 ASSOLUTO e MASTER km 100 ULTRAMARATONA Firenze-faenza RA  25-26/05 S XLVII^ 100 km del Passatore km 100 ULTRAMARATONA Firenze-faenza RA  25-26/05 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI PROMESSE E JUNIORES DI PROVE MULTIPLE (+ Prove Multiple Assolute valide per il C.d.S. e il Grand Prix di Prove Multiple) OUTDOOR S.d.d. --  25/05 I COPPA EUROPA per CLUB su PISTA - GRUPPO B OUTDOOR Tampere --  25-26/05 I COPPA EUROPA per CLUB su PISTA - GRUPPO A OUTDOOR Castellon -- 26/05 B XLVII^ Trofeo Jack Canali km 6,7 - 2^ pr.Vertical Cup - EOLO Mountain and Trail G.P. MONTAGNA Albavilla (CO)  26/05 I XXXVII Brixia Meeting OUTDOOR Bressanone/brixen BZ  26/05 I IX^ Meeting Citta' di Castiglione della Pescaia OUTDOOR Castiglione Della Pescaia (GR) 26/05 B VIII^ Reale Mutua Monza Montevecchia Eco Trail km 33,5 TRAIL Monza/montevecchia MB/LC  26/05 B XVII^ Corri Trieste km 10 STRADA Trieste (TS)  26/05 B I^ Mezza Maratona delle Due Province (Siracusa-Ragusa) - ANNULLATA km 21,097 STRADA Rosolini (SR)  29/05 I VIII^ Meeting Internazionale Città di Savona Memorial Giulio Ottolia OUTDOOR Savona (SV) 31/05 B IV^ Spring Night Run km 11 TRAIL Dobbiaco/toblach BZ ---------------------------- CALABRIA LE GARE DI MAGGIO 2019 01/05 R 30° Trofeo Podistico Soms All/Ass/Mas km 8 circa 2^ prova regionale CdS Master corsa su strada STRADA Palmi (RC)  04-05/05 R CdS su pista Allievi/e - 1^ prova regionale - CRI su pista Rag/Eso 10-8-6 - CRI PM Cadetti/e OUTDOOR Reggio Calabria RC  05/05 R 2^ New Edition Panoramica di Primavera All/Ass/Mas Km 10 circa 3^ prova regionale CdS Master corsa su strada STRADA Lamezia Terme (CZ)  11-12/05 R CdS Assoluto su pista 1^ prova regionale - CdS su pista Cadetti/e fase regionale - Trofeo Coni Ragazzi/e OUTDOOR Reggio Calabria RC  12/05 R VIII Corricastrovillari in Arberia All/Ass/Mas Km 10 circa 4^ prova regionale CdS Master corsa su strada STRADA Frascineto (CS)  18-19/05 R CdS su pista Allievi/e 2^ prova regionale - CdS su pista Rag/Eso10 fase regionale OUTDOOR Reggio Calabria RC  25/05 R Sport e Salute Diabete Amico Manifestazione Giovanile su pista OUTDOOR Reggio Calabria RC

Mileto 18 maggio 2019 ,Cantiere Musicale internazionale recital Gile Bae

compleanno/birthdays

cumpleanos/anniversaires 

geburtstage                                               

Sono le di

Segnala questo sito Introduci la E-mail del destinatario

Lituania  19 Maggio 2019 Marcia: Giorgi record europeo 50 km!

Lituania. L’azzurra vince con il primato continentale (4h04:50 al debutto), squadra al bronzo.

 

Trionfo italiano nella 10 km U20 con Orsoni e il team. (in aggiornamento) Vittoria e record europeo per l’azzurra Eleonora Giorgi nella 50 chilometri di marcia alla Coppa Europa di Alytus, in Lituania.

 

Al debutto sulla distanza, la 29enne lombarda con 4h04:50 migliora di oltre un minuto il primato continentale, portando a termine l’impresa in una gara condotta sempre in testa.

 

Anche la spagnola Julia Takacs (4h05:46), seconda al traguardo, supera il precedente limite di 4h05:56 realizzato due anni fa conquistando l’oro ai Mondiali di Londra dalla portoghese Ines Henriques, oggi terza in 4h13:57.

 

Medaglia di bronzo per la squadra azzurra grazie ai progressi della romana Mariavittoria Becchetti, undicesima in 4h26:10, e della bergamasca Federica Curiazzi, 15esima con 4h30:17. Tra gli uomini, con il francese Yohann Diniz a dominare (3h37:43), il team dell’Italia è quinto: a livello individuale nono Michele Antonelli (3h52:09) e 19esimo Marco De Luca (3h58:54), poi trentesimo Gregorio Angelini (4h30:26), mentre non completa la prova Andrea Agrusti. Prima dell'arrivo della Giorgi era già scoppiata la gioia azzurra per da Riccardo Orsoni, vincitore nella 10 km under 20.

 

Un successo che ha trascinato la squadra maschile all'oro per team, grazie anche al sesto posto di Aldo Andrei e alla decima piazza di Gabriele Gamba.

 

Per conoscere la vostra posizione societaria cliccare sulla  Regione

GIORGI: “HO SUPERATO TANTE SCONFITTE” - “Sono davvero contentissima, è stata un’esperienza fantastica - le parole a caldo di Eleonora Giorgi - È stata una gara inaspettata perché è successo un po’ di tutto. Faceva anche caldo, pensavo fosse più fresco, e per questo cercavo di bere acqua in ogni giro. Mi ha fatto piacere che sul percorso ci fossero tanti italiani a fare il tifo. Sono partita veloce, con un passaggio a metà gara intorno alle due ore: è perché avevo in testa di fare un tempo vicino alle quattro ore. Poi ho avuto un po’ di crisi tra il 25esimo e il 35esimo chilometro. Quando ho visto la spagnola Takacs che recuperava ho stretto i denti: non è facile in un momento di crisi mantenere un ritmo costante. Ci tenevo veramente tanto a questa vittoria perché mi sono preparata bene e non vedevo l’ora di cantare l’inno italiano. È un primo posto che significa veramente tanto: sempre più donne si stanno cimentando in questa disciplina, oggi eravamo in 30 e spero che Iaaf e Cio cambino ideae la possano inserire alle Olimpiadi di Tokyo. Adesso vediamo quanto tempo ci vuole per recuperare questa 50 km, poi parlerò con il mio allenatore Gianni Perricelli e capiremo il percorso verso i Mondiali di Doha. Il successo lo dedico a lui perché mi è stato vicino in questi anni, durante le vittorie, ma anche durante le sconfitte. Ecco, appunto: se oggi ho vinto è perché sono passata attraverso tante sconfitte”.

 

RISULTResults ATI/- ORARIO/Timetable - LA SQUADRA ITALIANAIL SITO DELL’EVENTO

 

IL RACCONTO DELLA 50 KM

KM 40 - 3h15:32 il passaggio di Eleonora Giorgi, sempre al comando. La più pericolosa è diventata la spagnola Julia Takacs, 3h18:05.

 

KM 30 - Tranquilla, sicura, efficace. Una marcia pulita fin qui per Eleonora Giorgi che sta dominando la 50 km, con le avversarie staccatissime: 2h00:37 il tempo a metà gara, 2h25:20 al trentesimo chilometro, per una proiezione finale di non molto superiore alle quattro ore. Prudenza, ovviamente. La “vera” gara non è ancora iniziata e i 23° di temperatura non giocano a favore. Intanto il vantaggio sul duo di inseguitrici è di oltre quattro minuti: la portoghese Henriques è stata raggiunta dalla spagnola Julia Takacs, 2h29:38 per entrambe.

La fatica inizia a farsi sentire per Marco De Luca che perde il feeling con le posizioni di testa ed è nono al passaggio ai 30 km (2h18:32). Non troppo distanti Michele Antonelli (2h18:48, decimo, un avvertimento) e Andrea Agrusti (2h19:06, dodicesimo). Lì davanti l’assolo di Diniz prosegue portentoso: 1h49:54 a metà gara, 2h11:53 al trentesimo giro.

 

KM 20 - Oltre tre minuti di vantaggio sulla diretta avversaria per il titolo. Eleonora Giorgi continua a fare sul serio nella prima 50 km della carriera e quando il contagiri segna “20” l’azzurra veleggia in testa in solitaria, in piena sicurezza e con ritmo regolare (1h36:26). La portoghese Henriques, un vero “mito” della specialità, è costretta a inseguire (1h39:51). Undicesima piazza momentanea per Becchetti (1h47:06) e il duo Curiazzi-Foresti è poco oltre la ventesima posizione (1h51:52 e 1h51:53).

Il duo è diventato un trio. All’azzurro Marco De Luca (1h32:00) e allo svedese Ibanez si aggiunge il bulgaro Dziubin. È decimo Michele Antonelli (1h32:51), rientrato nel gruppo che comprende anche Andrea Agrusti (1h32:52). Fa il possibile Gregorio Angelini, al momento 36esimo dopo 1h35:48. Davanti a tutti marcia sempre Yohann Diniz (1h28:40).

 

KM 10 - Giornata piuttosto calda e soleggiata, circa 20 grandi allo start destinati ad aumentare. La partenza è sprint per Eleonora Giorgi: è il piano che aveva studiato alla vigilia. Al decimo chilometro la 29enne lombarda allenata da Gianni Perricelli è in testa con 48:18 e un primo passaggio con ritmo super ai 5 km da 24:01 (4.48 al chilometro nei primi cinque giri). Decisamente più cauta la portoghese campionessa del mondo ed europea, già primatista mondiale Ines Henriques (50:06) con un ritardo che si avvicina ai due minuti. Le altre azzurre, consapevoli della missione principale di portare punti nelle tasche della squadra, procedono nelle posizioni di rincalzo: Mariavittoria Becchetti 53:28 (undicesima), Federica Curiazzi e Beatrice Foresti - compagne d’allenamento - procedono anche qui a braccetto con un passaggio da 56:07, ma sulle spalle di Foresti pesano già due proposte di squalifica.

Al maschile pronti, via, e il primatista del mondo Yohann Diniz scappa: tutto come previsto dal canovaccio della gara, ma con un cartellino rosso che grava sul francese (44:22 ai 10 km). Il capitano azzurro Marco De Luca è intraprendente (23.18 al km 5) e delinea un tandem di inseguitori insieme allo svedese Ibanez con cui procede in coppia: al decimo giro è secondo con 50:48. Nel gruppone più folto resta invece Andrea Agrusti (46:45), con Michele Antonelli che invece perde qualche metro negli ultimi due giri (46:57). Più indietro il debuttante in Nazionale assoluta Gregorio Angelini (48:00).

 

UNDER 20 - Nella 10 km al femminile non è la giornata dell’anno per Sara Buglisi (Sportclub Merano) 13esima in 50:33, Simona Bertini (Francesco Francia Bologna) 21esima in 51:11 e Camilla Gatti (Atl. Fabriano) 25esima in 52:36, tutte con tempi superiori alla precedente esperienza azzurra di Podebrady in aprile. È doppietta turca: primo e secondo posto a Meryem Bekmez (45.37) ed Evin Demir (46:49), per la terza piazza del podio c’è la francese Pauline Stey (47:53). A squadre, le azzurre tornano a casa con un sesto posto.

Siamo forti maratoneti perchè siamo il piede dell’Italia

Created By Correre.org

Tutte le edizioni della Normanna foto video montepremi

 

Faniel, passo avanti a Manchester nei 10 km 19 Maggio 2019

Secondo posto nella città britannica per il 26enne delle Fiamme Oro con un nuovo primato personale (28:24) a tre settimane dal progresso sulla mezza maratona.

 

Al femminile sesta Dossena in 33:15.Ancora a segno Eyob Faniel, con un altro record personale. Stavolta il 26enne delle Fiamme Oro corre da protagonista sulle strade di Manchester e si prende il secondo posto nei 10 chilometri in 28:24. Un netto progresso rispetto al suo primato di 28:45, ottenuto a Torino nella scorsa stagione, che arriva a tre settimane dal grande risultato alla mezza maratona di Padova dove in 1h00:53 è diventato il quinto italiano di sempre sui 21,097 chilometri con il miglior tempo a livello nazionale degli ultimi diciassette anni.

 

Nella città britannica vince l’ugandese Jacob Kiplimo (Atl. Casone Noceto), argento mondiale di cross, imprendibile con 27:31. Ma alle sue spalle il vicentino allunga nella seconda parte di gara, dopo un passaggio intermedio a 25 secondi dal leader in 14:10, e stacca gli avversari nel gruppo degli inseguitori. Sul traguardo l’azzurro esulta a braccia alzate per questa nuova brillante prestazione, davanti allo spagnolo Antonio Abadia (28:39) che precede il britannico Nick Goolab (28:42) e l’altro iberico Juan Perez (29:08).

 

Tra le donne sesta posizione di Sara Dossena. La 34enne lombarda del Laguna Running chiude con il crono di 33:15, quasi un minuto in più del 32:16 di metà aprile nei 10 km di Torino. La keniana Hellen Obiri, campionessa mondiale di corsa campestre, conquista la Simplyhealth Great Manchester Run in 31:23 staccando l’etiope Ruti Aga (31:44) e la connazionale Edna Kiplagat (32:34). Nella volata per il quarto posto, la britannica Steph Twell (32:41) ha invece la meglio nei confronti dell’irlandese Fionnuala McCormack (32:43).

 

l.c.

 

Ogni mattina,

alzandoti, e ogni sera, prima di andare a dormire, ringrazia la vita dentro di te e per la vita tutta, per tutte le buone cose che il Creatore ha dato a te e agli altri, e per l’opportunità di crescere ogni giorno di più. Considera quanto hai fatto e pensato nel corso del giorno e chiedi il coraggio e la forza di diventare una persona migliore. Cerca quanto puo’ essere beneficio a tutti.

Rispetto. Rispetto significa:”sentire o dimostrare onore o stima per qualcuno o per qualcosa; considerare il benessere degli altri o trattare qualcuno o qualcosa con deferenza e cortesia”. Mostrare rispetto è un principio di base nella vita: tratta in ogni circostanza ogni persona, dal più piccolo bimbo al più maturo degli anziani, con rispetto

 

 

Crippa, test in 3:40.03 al debutto 19 Maggio 2019

A Trento, esordio stagionale del mezzofondista azzurro sui 1500 metri in una mattinata di pioggia, dopo un mese di raduno in quota negli Stati Uniti: “Ho avuto le risposte che volevo, ora penso ai 5000 del Golden Gala”

Prima gara della stagione su pista per Yeman Crippa. L’azzurro ha corso in 3:40.03 nei 1500 metri a Trento, in condizioni tutt’altro che ideali con pioggia e 12 gradi di temperatura. Dopo un rallentamento al secondo giro, coperto in circa 61 secondi, è riuscito a chiudere con un parziale convincente di 1:11.5 negli ultimi 500 metri. Per l’esordio il 22enne delle Fiamme Oro, medaglia di bronzo dei 10.000 e quarto sui 5000 agli Europei di Berlino nel 2018, ha scelto di mettersi alla prova su una distanza del mezzofondo veloce e nell’impianto della città dove vive e si allena, a una settimana dalla fine del raduno in quota di Flagstaff, in Arizona, durato un mese. Quello di oggi è il quarto tempo in carriera nei 1500 per il trentino, a meno di due secondi dal personale di 3:38.22 ottenuto nell’ultima edizione del Golden Gala. Proprio il meeting di Roma, il 6 giugno, è il primo obiettivo a breve termine di Crippa che allo stadio Olimpico sarà in azione sui 5000 metri.

 

“Sono soddisfatto - commenta Yeman Crippa - anche se ero partito per scendere sotto 3:40 ed è mancato davvero di poco. La pioggia, comunque non fortissima, e la pista bagnata non hanno aiutato, ma non cerco scuse. In definitiva il test è andato bene, soprattutto posso essere contento di aver chiuso bene e quindi sono sereno in vista delle prossime gare, a cominciare dal Golden Gala”.

 

Alle sue spalle, nella gara di Trento, secondo posto di Osama Zoghlami (Aeronautica) con 3:42.60 mentre l’albanese David Nikolli (Atl. Cento Torri Pavia) è arrivato terzo in 3:44.91 firmando il record personale. Quarto il rientrante Giordano Benedetti (Fiamme Gialle, 3:51.45) mentre Ala Zoghlami (Fiamme Oro) non ha preso il via per un lieve risentimento. Da domani Yeman Crippa e l’altro medagliato europeo Yohanes Chiappinelli (Carabinieri), bronzo nei 3000 siepi a Berlino, svolgeranno uno stage per tutta la settimana in valle di Ledro, che negli anni Ottanta aveva ospitato anche gli allenamenti di Alberto Cova e Francesco Panetta, rinnovando la tradizione del territorio.

Luca Cassai

(ha collaborato Luca Perenzoni/FIDAL Trentino)

- RISULTATI/Results

 

Riccardo Orsoni vince la 10 km U20 della Coppa Europa di marcia

Tampere 14/07/2018 Campionati Mondiali under 20 di atletica Tampere,IAAF World U20 Championships Tampere 2018 - 

La prima gioia azzurra della Coppa Europa di marcia arriva da Riccardo Orsoni, vincitore nella 10 km under 20. Un successo che trascina la squadra maschile all’oro per team, grazie anche al sesto posto di Aldo Andrei e alla decima piazza di Gabriele Gamba. Quattro azzurri e quattro azzurre in gara nella 50 km di marcia in Coppa Europa, ad Alytus (Lituania). È la prima uscita sulla distanza per la primatista nazionale della 20 km Eleonora Giorgi, che guida il gruppo delle italiane composto anche da Mariavittoria Becchetti, Federica Curiazzi e Beatrice Foresti. Al maschile, settima presenza in Coppa Europa per Marco De Luca. In azione anche il terzo classificato della scorsa edizione di Podebrady Michele Antonelli, Andrea Agrusti e Gregorio Angelini.

Veronica Inglese vince la “Trinitapoli in Corsa”

Oggi a Trinitapoli, in provincia di Barletta, si è svolta la Trinitapoli in Corsa 2019.

Tra le donne vince Veronica Inglese. L”argento europeo di Amsterdam 2016 sulla Mezza Maratona, vince senza problemi la gara sui 10 km. con il crono di 36’30”. Seconda Francesca Riti in 40’03” e terza Raffaella Filaninno, 40’57” per lei.

Al mashile la vittoria è di Antonio Giuliano Gaeta, con 32’59”, davanti a Giuseppe Bonavita , 34’27”. Terzo Antonio Di Nunno in 34’51.

Legami - potrò ancora cantare -

Scacciami - il mio mandolino

Risuonerà sincero, dentro -

Uccidimi - e la mia Anima salirà

Inneggiando in Paradiso -

Ancora tua -

Emily Dickinson

 

E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti, ed i grandi flutti del mare, ed il lungo corso dei fiumi, e l'immensità dell'Oceano, ed il volgere degli astri.e si dimenticano di se medesimi

(Sant'Agostino)

 

Due amanti silenziosi somigliano a due arpe con lo stesso diapason e pronte a confondere le voci in una divina armonia

(A.Karr)

 

Dovunque l'uomo voglia vendersi trova degli acquirenti

(Henri Lacordaire)

 

E' mia ambizione dire in dieci frasi quello che altri dicono in interi volumi

(Friedrich Nietzsche)

 

E' curioso a vedere che quasi tutti gli uomini che valgono molto hanno le maniere semplici; e che quasi sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco valore

Giacomo Leepardi)

 

Race for the Cure 2019

Nella pioggia di Roma Michele Fontana e Francesca Bertoni si aggiudicano la 20ma edizione della Komen Race for the Cure

Nonostante la pioggia sono stati oltre 1200 i runners che si sono presentati al via della 20ma edizione della Komen Race for the Cure di Roma che domenica 19 maggio ha impegnato i partecipanti sui 5km.

Al maschile l'aviere Michele Fontana corre in 15'17" precedendo il sorprendente Ivan Heshko, 40enne ucraino che in carriera vanta un oro mondiale indoor ed un bronzo outdoor sui 1500m. Completa il podio Riccardo Passeri in 15'39".

Al femminile Francesca Bertoni taglia per prima il traguardo in 17'15" davanti a Christine Santi (17'36") e Sara Carnicelli (18'15").

Risultati

 

Yassine Rachik vince la Mattoni Karlovy Vary Half Marathon con nuovo record

 

La 7^ edizione della Mattoni Karlovy Vary Half Marathon, 4^ gara del prestigioso circuito firmato Runczech insignita del certificato 5 Stelle da parte della European Athletics è stata dominata dall’azzurro Yassine Rachik in 1h02’59”, nuovo primato europeo della competizione di altissimo livello con oltre 4mila runner al via oltre a 3mila non competitivi.

La gara che ha inaugurato l’EuroHeroes Challenge, iniziativa di Runczech per supportare e gli atleti europei ha visto così il bergamasco di origini marocchine Yassine Rachik, 25 anni, vincere sorpassando Roman Romanenko che da vincitore nel 2018 aveva fissato il precedente record. Lo stesso Romanenko quest’anno si è dovuto inchinare alla forza di Yassine ed è giunto secondo in 1h04’39”, terzo l’ucarino Mykola Iukhymchuk in 1:04:59.

Un importante risultato per la nostra medaglia di bronzo in Maratona degli Europei Berlino 2018 che solo tre settimane fa ha corso una grande Maratona di Londra in 2h08’05”, quarto tempo italiano di sempre, e si è ritrovato a correre gran parte di questa half marathon in totale solitaria. Bella stagione per Rachik che lo ha visto allenarsi per diversi mesi tra Namibia e Kenya e correre forte alla Napoli City Half Marathon lo scorso 24 febbraio in 1h02’29”, crono molto vicino al suo primate personale di 1h02’13” sui 21,097km.

Vincitrice al femminile è stata la moldava Lilia Fisikovici in 1h12’34” che difenderà la sua posizione di vincente già tra due settimane alla Mattoni České Budějovice Half altra gara del circuito Runczech e dell’EuroHeroes Challenge dove portrà prendere altri punti e conservare il primate in classifica del Challenge. Seconda donna al traguardo è stata l’ucraina Olha Kotovska in 1:14:32 mentre terza Viktoria Kalyuzhna, anche lei battente bandiera ucraina, in 1:14:45.

La seconda gara dell’EuroHeroes Challenge sarà la Mattoni České Budějovice Half Marathon che si disputerà sabato 1 giugno, seguirà la terza tappa per acquisire ancora punti preziosi sabato 15 giugno con la Mattoni Olomouc Half Marathon, mentre l’ultima tappa dell’ EuroHeroes Challenge di questa stagione sarà il 21 settembre con la Mattoni Ústí nad Labem Half Marathon.

Women

 

• 1. FISIKOVICI LILIA | MDA | 01:12:34

• 2. KOTOVSKA OLHA | UKR | 01:14:32

• 3. KALYUZHNA VIKTORIA | UKR | 01:14:45

• 4. SKRYPAK OLGA UKR | 01:15:55

• 5. HANDZLIK DAGMARA | CYP | 01:18:34

• 6. PASTOROVÁ PETRA | CZE | 01:21:35

• 7. KAMÍNKOVÁ PETRA | CZE | 01:22:24

• 8. SEKYROVÁ IVANA | CZE | 01:24:05

• 9. RUSÍNOVÁ ZUZANA | CZE | 01:25:04

• 10. HÁLOVÁ HANKA | CZE | 01:28:16

 

Cesare Monetti

Ufficio Stampa

Maratona di Praga e Runczech per l'Italia

cesare.monetti@runtoday.it

cell.380.3114270

 

CLASSIFICA

Men

• 1. RACHIK YASSINE | ITA | 01:02:59

• 2. ROMANENKO ROMAN | UKR | 01:04:38

• 3. IUKHYMCHUK MYKOLA | UKR | 01:04:58

• 4. POLLOCK PAUL IRL | 01:05:18

• 5. GHELAOUZOS KOSTAS | GRE | 01:06:57

• 6. PRODIUS ROMAN | MDA | 01:07:31

• 7. PETR JIŘÍ | CZE | 01:10:28

• 8. KOHUT JAN | CZE | 01:11:09

• 9. HLADÍK MAREK | SVK | 01:11:22

• 10. KUČERA MARTIN | CZE | 01:11:52

 

INFORMAZIONI – http://www.runczech.com/it

 

https://www.facebook.com/runczech/

 

Farò della mia anima uno scrigno

per la tua anima,

del mio cuore una dimora

per la tua bellezza,

del mio petto un sepolcro

per le tue pene.

Ti amerò come le praterie amano la primavera,

e vivrò in te la vita di un fiore

sotto i raggi del sole.

Canterò il tuo nome come la valle

canta l'eco delle campane;

ascolterò il linguaggio della tua anima

come la spiaggia ascolta

la storia delle onde.

 

~ Kahlil Gibran ~

 

Mezza del Naviglio

Noel Hitimana e Addisalem Belay Tegegn sono i vincitori della Mezza del Naviglio di Cernusco, oltre 500 al via

Parla africano l'edizione 2019 de La Mezza del Naviglio di Cernusco che nella mattinata di domenica 19 maggio ha registrato i successi di Noel Hitimana e Addisalem Belay Tegegn in una gara che ha visto oltre 500 finishers.

Il portacolori dell'Atletica Castello ha chiuso in 1h03'26" precedendo allo sprint il keniano Paul Mwangi (+1"), ancora Kenia fino alla quinta posizione con il podio che è completato da Peter Gitau (1h06'32"). Primo italiano è Michele Belluschi, settimo in 1h10'16".

Solo Africa anche al femminile dove la 24enne etiope corre i 21.097km in 1h18'53" davanti alla connazionale Bekele Wolkeba Asmerawork (1h18'59") ed alla keniana Vivian Jerop Kemboi (1h19'04"). Emanuela Mazzei è sesta in 1h27'36".

Risultati

Giro del Tanaro

In 800 ad Alba per la settima edizione del Giro del Tanaro: vincono Gianluca Ferrato e Elisa Stefani

Sono Gianluca Ferrato ed Elisa Stefani i vincitori della settima edizione del Giro del Tanaro che domenica 19 maggio ha coinvolto ad Alba, in provincia di Cuneo, poco meno di 800 runners sulla distanza degli 8km.

Il portacolori dell'Atletica Pinerolo ha tagliato il traguardo dopo 24'26" precedendo di 20"Andrea Battaglia e di 34" Riccardo Rabino.

Al femminile l'atleta della Brancaleone Asti, reduce dal grande 2h33'33" della Maratona di Praga, vince in 26'46" davanti a Gloria Barale (27'36") ed a Chiara Sarale (29'45").

Risultati

Trofeo Città di Sacile

Etiopia protagonista nell'edizione 2019 del Trofeo Città di Sacile: successi per Dereje Tola Megersa e Meseret Ayele

Sorride l'Etiopia nell'edizione 2019 del Trofeo Città di Sacile che nella mattinata di domenica 19 maggio ha registrato i successi di Dereje Tola Megersa e Meseret Ayele in una gara che ha coinvolto circa 350 runners sui 10km.

Megersa ha concluso le fatiche in 31'05" precedendo di soli 5" il marocchino Abdoullah Bamoussa e di 6" il moldavo Mihail Sirbu. Nella manifestazione valida come 3° prova della Coppa Pordenone il primo italiano è Omar Zampis, sesto in 32'24".

Al femminile l'atleta classe 1999 vince con il crono di 36'41", sul podio anche Eleonora Lot (37'08") e Elisa Gullo (37'29").

Risultati

Maratonina Villa Adriana

Danilo Osimani e Annalaura Bravetti sono i vincitori della 18ma edizione della Maratonina di Villa Adriana di Tivoli

In 400 a Tivoli, nonostante un meteo non troppo favorevole, per la 18ma edizione della Maratonina di Villa Adriana che, come di consueto, prevedeva un impegnativo percorso di 10km.

Il primo a tagliare il traguardo è risultato essere Danilo Osimani, capace di completare le fatiche in 37'23", dietro di lui Lorenzo Nazzaro (37'30") e Giuseppe Angelucci (37'45").

Al femminile netta affermazione per Annalaura Bravetti che chiude in 41'23" davanti a Paola Patta (45'41") e Danuta Chorodynska (46'07").

Risultati

Deejay Ten Firenze

In tantissimi a Firenze per l'edizione 2019 della Deejay Ten e Deejay Five: ecco i risultati completi

Nonostante la pioggia un vero e proprio fiume umano ha popolato Firenze in occasione della Deejay Ten e Five che domenica 19 maggio ha coinvolto circa 9mila appassionati sulle strade del capoluogo toscano

Al via della 10km si sono presentati in poco meno di 6mila, oltre 2500 hanno invece scelto la distanza intermedia

Ancora una volta la manifestazione è stata a carattere non competitivo, i risultati sono pertanto ordinati in ordine alfabetico e non cronometrico.

Risultati

Corriprimavera Laviosa

40ma edizione della Corriprimavera Laviosa nel segno di Joachim Nshimirimana e Martina Mantelli, in 400 al via

Sono stati circa 400 i runners che nella mattinata di domenica 19 maggio hanno preso parte alla 40ma edizione della Corriprimavera Laviosa, tradizionale appuntamento livornese sulla distanza dei 13.8km.

A vincere è stato il burundiano, ma grossetano d'adozione, Joachim Nshimirimana che ha chiuso in 45'49" davanti a Daniele Conte (47'33") ed a Giacomo Barontini (47'43").

Al femminile Martina Mantelli ferma i cronometri dopo 55'59", podio completato da Claudia Astrella (56'15") e Michela Sotgia (57'53").

Risultati

Maratonina Elpidiense

Dario Santoro e Simona Santini sono i vincitori della 47ma edizione della Maratonina Elpidiense

Oltre 300 nella 47ma edizione della Maratonina Elpidiese di domenica 19 maggio: al termine dei 10km di gara festeggiano Dario Santoro e Simona Santini.

Il portacolori dell'Atletica Potenza Picena taglia il traguardo dopo 31'35" lasciandosi alle spalle Antonello Petrei (33'12") e Giovanni Moretti (33'24").

38'07" è invece il riscontro della Santini che ha la meglio su Denise Tappatà (39'08") e Virginia Petrei (39'32").

Risultati

 

Copenhagen Marathon

Jackson Kibet Limo e Etalemahu Zeleke Habtewold vincono con il nuovo record della gara la 40ma Copenhagen Marathon

Cadono i record alla Telenor Copenhagen Marathon: Jackson Kibet Limo non solo ha battuto il primato del percorso nella capitale danese con un tempo di 2:09,54, il 31enne keniano ha anche realizzato la miglior prestazione di sempre sui 42.195km mai corsa in Danimarca migliorando di quasi 2' il precedente record fissato nel 2012.

Limo, che si presentava al via con il miglior accredito, al 30mo chilometro sembrava tagliato fuori con l'esordiente Victor Kiplimo e l'etiope Gebre Roba Yadete che erano riusciti a guardagnare un discreto margine sul gruppo di testa. Pochi chilometri più tardi i due battistrada non riusciranno però a mantenere un ritmo decisivo ed è cosi che al chilometro 37 che Limo riusciva a rientrare e scavare un solco di oltre 1' sugli altri.

"Il mio obiettivo era quello di migliorare il record del tracciato, intorno al 25°km ho iniziato a sentire un problema al bicipite femorale che fortunatamente è scomparso a 10km dal tragaurdo", ha detto il vincitore.

Nella gara femminile è tripletta etiope con Etalemahu Habtewold capace di correre in 2:29,29 migliorando sia il proprio primato personale che il record della corsa. La gara era iniziava con due pacer maschili danesi che hanno fatto il ritmo fino alla Mezza (1:13,33), tuttavia il ritmo si è rivelato troppo azzardato tanto che la seconda parte di gara si è rivelata nettamente più lenta. Il podio è stato completato da Dinknesh Mekash e Aberu Ayana Mulisa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Charlie Chaplin

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita

prima che l’opera finisca senza applausi…

 

Allorché la terra fu creata con tutti gli esseri viventi,

l'intenzione del Creatore non fu di renderla vivibile solo agli uomini.

Siamo stati messi al mondo

assieme ai nostri fratelli e sorelle,

con quelli che hanno quattro zampe,

con quelli che volano e con quelli che nuotano.

Tutte queste forme di vita, anche il più piccolo filo d'erba,

formano con noi una grande famiglia.

Tutti siamo fratelli e tutti siamo ugualmente importanti su questa terra.

Rachik, rientro vincente nella mezza 18 Maggio 2019

 

Il bronzo europeo di maratona, tre settimane dopo l’exploit di Londra, si aggiudica in 1h02:59 la 21,097 km di Karlovy Vary, in Repubblica CecaTorna in gara con un successo Yassine Rachik.

 

L’azzurro conquista la mezza maratona di Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, e taglia il traguardo in 1h02:59 al termine di una prova condotta per più di metà in solitaria. A tre settimane dal formidabile risultato nella maratona di Londra, quarto italiano di sempre (2h08:05) e miglior risultato a livello nazionale negli ultimi tredici anni, il portacolori dell’Atletica Casone Noceto coglie la sua quarta prestazione in carriera sui 21,097 chilometri. Il personale di 1h02:13 ottenuto nel 2017 ad Agropoli resta infatti a meno di un minuto per il 25enne bergamasco, bronzo europeo di maratona nella scorsa stagione, che piazza anche uno sprint finale per scendere sotto l’ora e tre minuti.

 

Notevole il distacco inflitto agli avversari nella Mattoni Karlovy Vary Half Marathon con due atleti ucraini alle sue spalle: Roman Romanenko, vincitore dell’ultima edizione che stavolta è secondo in 1h04:39, e Mykola Iukhymchuk, terzo in 1h04:58. “Sono davvero contento - le parole di Rachik - per quello che sono riuscito a fare. Pensavo di non stare troppo bene, dopo la maratona, invece ho realizzato un buon tempo correndo a sensazione. Mi sono trovato in testa dal settimo chilometro, con un allungo, poi ho cercato di andare avanti da solo e non ho perso niente sul ritmo”.

l.c.

 

- RISULTATI/Results

 

Siamo a 300 grazie a v oi

Siamo donne uomini e marziani

Siamo il coraggio

che ti fa cominciare

la passione per continuare

la sfida con te stesso

Siamo le gocce di sudore

le lacrime di gioia

il bacio alla terra di Gelindo

il pugno al cielo di Stefano

Siamo i master pieni di futuro

i chili che hai perso

i compagni di strada

che altrimenti

non avresti conosciuto

Siamo borracce, canfora

e pipì dietro gli alberi

Siamo la tua prima maratona

e non saremo l'ultima

neve, deserto, pietr e città

e polvere di pioggia

e rispetto dell'avversario

Siamo albe

di colazioni al miele

buio di sentieri da trail

tende e veglie nella 24 ore

scarpe che non vuoi

ti buttino via

siamo bottega amara

di cortesia

Siamo domande, dubbi,

perchè, errori, infortuni

Siamo e saremo solo

tempi di passaggio.

Risultati e classifiche complete della “Corriamo per la Solidarietà” di Quarrata

CHITI 1° UOMO (1)

QUARRATA (Pistoia) 17 maggio 2019– Si è corsa a Quarrata (Pistoia) la gara podistica “Corriamo per la Solidarietà”,organizzata dalla Croce Rossa Italiana Comitato Piana Pistoiese,con la collaborazione tecnica della Podistica Quarrata. La gara si è svolta sulla distanza di km 7 per i competitivi e km 4 per la ludico-motoria.

La vittoria assoluta maschile è andata all’atleta locale Nicolò Chiti (Poditica Quarrata) precendendo,il garfagnino Federico Matteoni (Orecchiella Garfagnana) e Emanuele Casssi (Atletica Calenzano).

Alessio Melani (Atletica Prato) si aggiudica la categoria veterani uomini. Al secondo posto si Massimiliano Lunardini (La Galla Pontedera Atletica) e terzo Aldo Torracchi (Nuova Atletica Lastra).

Nei veterani argento vince la gara Roberto Casagni (Asd Montemurlo Mt),posto d’onore per Alberto Tofanelli (Toscana Atletica Empoli),terzo Mauro Giorgetti (Gruppo Sportivo Camigliano Lucca).

VANNUCCI 1^ DONNA

Veeronica Vannucci (Atletica Vinci) e prima nelle donne assolute,davanti a Elena Santi (Prato Promozione) e Kidest Paoli (Atletica Prato).

Nella categoria donne veterane affermazione per una delle glorie dell’atletica italiana e cioè Gloria Marconi (La Galla Pontedera Atletica), più volte azzurra, che a la meglio su Flavia Cristianni (Lucca Marathon) e Monica Di Natale (Polisportiva Dopolavoro Hitaci Pistoia).

 

CORRIAMO…PER LA SOLIDARIETA’

Gara podistica competitiva di km 7

Ludico-Motoria di km 4

ORG: CROCE ROSSA ITALIANA-Comitato Piana Pistoiese

COLLABORAZIONE: PODISTICA QUARRATA

QUARRATA (PISTOIA) 16 MAGGIO 2019

 

Lo sport, va da dire che le discipline sportive sono tante, di sicuro il loro papà si chiama sport ed è il proprietario di tutte le attività psico- fisiche. Quando si intraprende una disciplina, si entra far parte di un mondo diverso, un mondo fatto di regole e di rispetto, un mondo che ti matura dentro l'anima e ti fa sopportare fatiche immense,un mondo che ti ricompensa con momenti di vera felicità, è come il contadino quando ara la terra e semina, all'inizio è sofferenza e stanchezza ma poi arriva il tempo del raccolto dei frutti; chi ha seminato bene raccoglie frutti buoni. Quando sono arrivato qui a mileto non avevo né terra né alberi da frutto, allora, ho pensato che bisognava seminare qualcosa e così ho fatto; ho seminato quello che la vita mi ha insegnato ossia amare la natura, vivere lo sport come stile di vita, avere rispetto delle cose e degli altri, e così, anche io, mi ritrovo a raccogliere i frutti della mia semina che si chiamano amicizia, amore, fraternità; cose che ultimamente sono diventate una merce molto rara. Se non avessi divulgato lo sport ,oggi , non avrei avuto gli amici che ho, che mi fanno sentire importante e mai solo, sono fiero di loro e ne ho molta stima; questa ricchezza va conservata gelosamente e anche se a volte abbiamo opinioni diverse, è bene,perché ciò serve a cementare e a far diventare sempre più forte il legame che ci unisce. Tutto ciò però, non è farina del nostro sacco ma semplicemente lo sport che ci ha uniti, padre buono dei valori importanti della nostra vita sociale. Salvatore Auddino 30 gennaio 2009

Maratona di Roma: approvata l’aggiudicazione provvisoria per l’organizzazione 2020/2022

 

Roma – È stato approvato il 9 maggio l’atto di aggiudicazione provvisoria per la procedura aperta finalizzata alla ricerca del soggetto organizzatore della manifestazione podistica “Maratona Internazionale di Roma – Roma Capitale City Marathon” per gli anni 2019, 2020, 2021, 2022 ed eventuale biennio successivo.

 

La procedura per l’affidamento in concessione del servizio di organizzazione della manifestazione podistica Maratona Internazionale di Roma è stata indetta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

 

Con la relativa determina dirigenziale si dà pertanto atto che la gara è stata provvisoriamente aggiudicata all’operatore economico costituendo RTI Infront Italy Spa (Mandataria) – Italia Marathon club SSD rl (Mandante) – Atielle Roma srl (Mandante) – Corriere dello Sport srl (Mandante).

 

All’esito positivo delle verifiche del possesso dei requisiti prescritti in capo all’aggiudicatario si provvederà all’aggiudicazione definitiva della gara.

Bibione Half Marathon

Paul Tiongik e Mary Wangari Wanjohi sono i vincitori della quarta edizione della Bibione Half Marathon

Pioggia battente e vento non fermano la 4^ Bibione Half Marathon che come da programma è scattata regolarmente alle 9.15 da piazzale Zenith per due giorni centro vitale dell’evento running organizzato da Running Factory.

RECORD - Maltempo che non ha impedito agli atleti d’élite in gara di fare buone prestazioni cronometriche, tanto da segnare sia al maschile che al femminile il primato dello spettacolare percorso. Vincitore della 4^ Bibione Half Marathon è il keniano Paul Tiongik (G.P. Parco Apuane) che si presenta in piazzale Zenith in 1h03’40” (3’01” di media), andando così a conquistare la sua seconda vittoria a Bibione dopo quella della prima edizione del 2016. Una prova di carattere la sua, tanto da valere il nuovo primato del percorso: battuto l’1h04’06” fatto nel 2017, anno dove Paul arrivò terzo. Crono non da sottovalutare quello del vincitore considerati anche i diversi chilometri percorsi sullo sterrato, oggi misto fango, nella pineta dove il ritmo può calare leggermente.

“Due settimane fa ho vinto la Sarnico Lovere Run segnando anche in quell’occasione il primato della gara, sono in un buonissimo stato di forma. Preferisco il caldo ed il sole, ma la pioggia non mi ha disturbato più di tanto, verso il 17^ chilometro sono riuscito a prendere il largo per andare a vincere. Ora voglio fare tripletta alla Cortina Dobbiaco Run del 2 giugno”.

Alle spalle di Tiongik in 1h04’37” Roncer Kipkorir Konga (Run2gether), il vincitore della passata edizione che così non riesce nell’impresa di fare doppietta nonostante il suo crono finale sia decisamente migliore rispetto alla calda edizione 2018. Terzo posto ancora per il colori del Kenya, che così firma una magica tripletta, con Gideon Kiplagat Kurgat che blocca il cronometro a 1h05’25”. Primo italiano è il bergamasco Giovanni Gualdi ex professionista delle Fiamme Gialle, ora tesserato per Cus Bergamo Atletica, che oggi corre solo per diletto e semplice passione, anche se la verve agonistica e la voglia di fare bene è sempre forte. Il tre volte campione italiano di maratona conclude così all’8° posto in 1h08’30”.

 

FEMINILE - Sorride, esulta ed è raggiante all’arrivo la keniana Mary Wangari Wanjohi (Run2gether) vincitrice della prova femminile in 1h14’51”: “Sono felicissima – ammette qualche minuto dopo la gara gustandosi una birra in compagnia di tanti amatori che le chiedono una foto – oggi stavo veramente bene, non avevo problemi e dolori ai polpacci come due settimane fa alla Sarnico Lovere Run dove sono arrivata terza. Oggi ho corso bene, pioggia o non pioggia, sono soddisfatta. Adesso ho altre due mezze maratone in programma nelle prossime due domeniche, sono carica”.

Ivyne Jeruto Lagat (#Iloverun Athletic Terni) con le recenti vittorie alle mezze maratone di Firenze, Rovigo, Piacenza e con un personale di 1h10’24” era la favorita della vigilia, ma nelle gare di atletica si sa che tutto può accadere, le gambe non sempre ‘girano’ come dovrebbero e un successo non è mai regalato, te lo devi sempre conquistare. Ivyne si piazza al secondo posto in 1h16’36” dando comunque ampio distacco all’etiope Meseret Engidu Ayele (Atletica Saluzzo) che termina terza in 1h20’08”. E’ quarta la prima italiana, Loretta Bettin (Atl. Paratico) chiude la sua prova appena giù dal podio in 1h22’35”.

Come da programma alle 8.50 si è disputata anche la Bibione Fun 10k, corsa non competitiva aperta a tutti che ha visto comunque al via centinaia di partecipanti che insieme ai bambini della Kids Run di sabato pomeriggio hanno fatto da prologo alla mezza maratona agonistica.

 

RISULTATI COMPLETI    

 

Cesare Monetti -cesare.monetti@runtoday.it -Ufficio Stampa Bibione Half Marathon cell. +39 380.3114270 -ww.bibionehalfmarathon.it

 

 

 

 

 

Chiesi a Dio...

di essere forte per eseguire progetti grandiosi:

Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.

Domandai a Dio che mi desse la salute

per realizzare grandi imprese:

egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.

Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:

mi ha fatto povero per non essere egoista.

Gli domandai il potere

perché gli uomini avessero bisogno di me:

egli mi ha dato l'umiliazione

perché io avessi bisogno di loro.

Domandai a Dio tutto per godere la vita:

mi ha lasciato la vita

perché potessi apprezzare tutto.

Signore, non ho ricevuto niente di quello

che chiedevo,

ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno

e quasi contro la mia volontà.

Le preghiere che non feci furono esaudite.

Sii lodato; o mio Signore,

fra tutti gli uomini

nessuno possiede quello che ho io!

Kirk Kilgour

Saluzzo: i campioni della montagna 12 Maggio 2019

Nella seconda giornata della rassegna nazionale di staffette, successo per le padrone di casa dell’Atletica Saluzzo e per l’Atletica Valle Brembana. Titoli juniores a Polisportiva Albosaggia e Freezone.

Assegnati i tricolori assoluti a Saluzzo (Cuneo) nella seconda giornata del Campionato italiano di staffetta di corsa in montagna. Trionfo al femminile delle atlete di casa Alessia Scaini e Lorenza Beccaria, portacolori dell’Atletica Saluzzo organizzatrice dell’evento. Entrambe già azzurrine, sono il nuovo volto giovane della specialità: nata nel ’99 una, classe ’97 l’altra. Al secondo posto il team bresciano della Freezone con Barbara Bani e Gloria Giudici, terza piazza per le sorelle della Podistica Valle Varaita, Erica e Francesca Ghelfi. Passaggio di consegne nella prova maschile con la Corrintime dei gemelli Martin e Bernard Dematteis e Henri Aymonod, secondi, a cedere il titolo all’Atletica Valle Brembana di Nadir Cavagna, Pietro Sonzogni e Francesco Puppi. Medaglia di bronzo per l’Atletica Valli Bergamasche Leffe con Luca Cagnati, Alessandro Rambaldini e Xavier Chevrier.

Tra gli juniores successi della Polisportiva Albosaggia di Gaia Bertolini e Katia Nana e per la Freezone con Massimo Zucchi e Simone Gobbi.

DONNE - La seconda giornata tricolore vede protagoniste le categorie assolute (juniores, promesse, senior, master). Dallo splendido scenario della Castiglia ci si sposta in corso Italia, sotto lo sguardo della statua di Silvio Pellico, illustre cittadino di Saluzzo, a sorvegliare partenza, cambio e arrivo degli staffettisti. Partenza della prova femminile alle 9.00 e se a quell’ora la capitale del Marchesato è un po’ sonnacchiosa, alla fine della gara il pubblico è decisamente folto e ne vale la pena visto che le vincitrici del titolo assoluto femminile, il primo assegnato nella mattinata, sono proprio le portacolori dell’Atletica Saluzzo. Nella scorsa stagione Alessia Scaini è stata quarta ai Mondiali under 20 di corsa in montagna, mentre Lorenza Beccaria ha indossato l’azzurro nel 2016 ed è reduce dal raduno nazionale del settore di Darfo Boario Terme. Una prova di testa dall’inizio alla fine a battagliare con la Freezone di Barbara Bani e Gloria Giudici, terze le sorelle della Podistica Valle Varaita, Erica e Francesca Ghelfi. Nella prima frazione si stacca un gruppetto guidato da Scaini con Bani ed Erica Ghelfi, al quarto chilometro Bani passa in testa, seconda Scaini e poi Ghelfi, al termine della salita Scaini riesce a staccare Bani che recupera in discesa e arrivano al cambio appaiate, seguite da Silvia Radaelli (Freezone) e Ghelfi. In testa partono subito forte Gloria Giudici e Lorenza Beccaria, lasciandosi a 40 secondi le inseguitrici, poi Beccaria lungo la salita stacca Giudici, conserva il vantaggio anche in discesa e lo incrementa a 30 secondi al termine della salita. Arriva così sul traguardo da sola, pronta a ricevere l’abbraccio e il saluto di tutta Saluzzo che festeggia le sue neo campionesse italiane che versano lacrime di gioia.

“È stata una gara spettacolare - commenta Alessia Scaini - non saprei nemmeno come descriverla. Saluzzo è legata a un bellissimo ricordo per me, il rientro alle gare dello scorso anno, e anche quest’anno mi ha dato una gioia immensa. Ho sofferto quasi più per la gara di Lorenza che per la mia, tant’è che sono tornata sul percorso a farle il tifo”. E Lorenza Beccaria, saluzzese doc, conferma: “Vedere Alessia corrermi a fianco in cima alla salita mi ha dato una grinta pazzesca, come tutto il tifo lungo la parte più difficile. Pressioni ce n’erano per essere davanti al pubblico amico, io mi tengo sempre sulle mie, ma avevo proprio tanta voglia di correre sul percorso di casa che mi piace molto. È stato bello con Gloria (Giudici ndr), poi quando ho visto che riuscivo a staccarla, mi sono detta di non esagerare ma stavo bene, ho ancora spinto ed eccoci qui”.

 

Per la categoria juniores successo alla Polisportiva Albosaggia con Gaia Bertolini e Katia Nana, seconda piazza per la Dragonero di Anna Arnaudo e Chiara Sclavo con un distacco di circa 40 secondi, terze Francesca Gianola ed Elisa Pastorelli dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni.

 

UOMINI - Gara maschile partita con Nadir Cavagna (Atletica Valle Brembana) subito al comando. Al terzo chilometro ha 15 secondi su Martin Dematteis (Corrintime), a seguire Luca Cagnati (Atl. Valli Bergamasche Leffe) a 25 secondi, poi Andrea Rostan (Atl. Saluzzo) e Gabriele Bacchion (Tornado). Cavagna continua a spingere e dopo 4,5 km cresce il suo margine su Dematteis (20 secondi) e Cagnati (30 secondi) con Rostan e Bacchion che non mollano. Posizioni cristallizzate al cambio con Nadir Cavagna in solitaria a far scattare Pietro Sonzogni, poi Martin Dematteis lancia Henri Aymonod e Luca Cagnati che dà il cambio ad Alessandro Rambaldini. Sonzogni mantiene il vantaggio: al 3° km sono 45 i secondi su Aymonod, poi Rambaldini a 1:05. Iniziata la parte più dura, la salita, il gap si assottiglia, pur mantenendosi consistente, e dopo 4,5 km ha 37 secondi su Aymonod e 56 su Rambaldini. Il portacolori della Corrintime continua ad avvicinarsi e a 5,5 km porta a 31 secondi il ritardo dal battistrada ma alla fine della discesa Sonzogni torna a guadagnare rispettivamente con 40 secondi sul più immediato inseguitore e 1:20 sul terzo posto. Cambio con l’Atletica Valle Brembana che si affida a Francesco Puppi, quindi la Corrintime schiera Bernard Dematteis e per l’Atletica Valli Bergamasche Leffe tocca invece a Xavier Chevrier. Un’ultima frazione che vede quindi confrontarsi nell’ordine il campione mondiale lunghe distanze 2017, il campione europeo 2018 e il campione europeo 2017 a dimostrare il livello tecnico elevato della competizione. Nella prima parte allunga Puppi con Bernard Dematteis a 50 secondi, 1:30 il ritardo di Chevrier. Distacchi pressoché invariati a 4,5 km (con 53 secondi e 1:40), da dietro risale invece il keniano Sammy Kipngetich dell’Atletica Saluzzo che si porta a 30 secondi da Chevrier. In salita Puppi continua a guadagnare portando il suo vantaggio su Dematteis a un minuto, due minuti il ritardo di Chevrier. Le posizioni restano immutate con i nuovi campioni italiani dell’Atletica Valle Brembana davanti alla Corrintime, che cede il titolo dello scorso anno, e il terzo posto dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe.

Così Nadir Cavagna: “Siamo felici, è il coronamento di un sogno per noi. Complimenti a tutti gli avversari. Sono contento di essere riuscito a portare da subito in testa i miei compagni e grande merito a Sonzogni, il novellino della corsa in montagna, che ha fatto un’ottima prova”. Pietro Sonzogni infatti si è messo in luce alla Walk and Middle Distance Night dello scorso 26 aprile a Milano sui 10.000 metri, ma della corsa in montagna è un novizio: “Soddisfatto per aver mantenuto il vantaggio e aver lanciato con il giusto margine Francesco, che della corsa in montagna è un campione. Bella gara”. Chiude Francesco Puppi: “Saluzzo è davvero un bel percorso, insolito per noi visto lo spazio cittadino. Bello avere in cima sulla collina davvero tanto pubblico che ci sosteneva. Quest’anno abbiamo ottenuto quel successo che tanto abbiamo inseguito. Voglio ringraziare anche il nostro compagno di club Alex Baldaccini che non ha potuto correre ma era qui con noi a sostenerci”. La prova under 20 va alla Freezone di Massimo Zucchi e Simone Gobbi con un minuto di vantaggio sull’Atletica Alta Valtellina di Alessandro Crippa e Davide Lucchini. Terza piazza all’Atletica Lecco Colombo Costruzioni con Giovanni Dedivitiis e Andrea Rota.

di Myriam Scamangas (FIDAL Piemonte)

- RISULTATI/Results

Trofeo Parovel

Nella 3° edizione del Trofeo Parovel successi per Matteo Vecchiet e Paola Veraldi, in 400 al via

In 400 a Bagnoli della Rosandra per la terza edizione del Trofeo Parovel, gara di 8.4km valida anche come terza prova del Trofeo Provincia di Trieste.

A tagliare per primo il traguardo è stato Matteo Vecchiet, capace di correre in 29'40", dietro di lui Matteo Farra (30'11") e Alessandro Cociani (30'39").

Al femminile gradino più alto del podio per Paola Veraldi che, grazie ad un crono di 34'05", precede Elisa Turolo (34'32") e Valentina Bonanni (34'38").

Risultati

Mami Run

Nell'ottava edizione della Mami Run di Roma successi per Francesco Fagnani e Carla MazzaFrancesco Fagnani e Carla Mazza sono i vincitori dell'ottava edizione della Mami Run andata in scena all'interno del Parco di Villa Pamphili a Roma, con partenza ed arrivo nei pressi dell'Opera Don Guanella, su un percorso di 10km. La manifestazione prevedeva anche distanze non competitive sui 3.5km e 10km.

Il 31enne ha chiuso con il tempo di 35'04" condividendo il podio con Marco Giovannini (36'00") e Luca Scaramucci (36'33").

42'27" è invece il crono della prima donna che precede Simona Salvioni (45'53") e Ewa Kepa (46'15").

Risultati

Quando corro tutti i pensieri volano via.

Superare gli altri è avere la forza, superare se stessi è essere forti

(Confucio)

Un atleta in corsa è una scultura in movimento.

(Edwin Moses)

Correre è lo spazio aperto dove vanno a giocare i pensieri.

(Mark Rowlands)

Non importa cosa trovi alla fine di una corsa, l’importante è quello che provi mentre stai correndo. Il miracolo non è essere giunto al traguardo, ma aver avuto il coraggio di partire.

(Jesse Owens)

Io sento la terra ed il vento e gli alberi. Io sento il loro spirito. Io sento il ritmo della corsa. E’ come musica

(Gabriel Harmony Jennings)

Più corri, più percepisci il tuo corpo. Più pesa, più la tua mente si fa leggera. È la magia della corsa.

(runlovers, Twitter)

Correre è strappare il ritmo al tempo, è rinascere con un altro respiro

(Fabrizio Caramagna)

Fuggi a Foggia

Sui 10km di Foggia successi per Silvio Furio e Francesca Libera Caputo, in 400 al via della prima edizione

E' stata una prima edizione dela Fuggi a Foggia con la presenza di circa 400 runners che si sono sfidati sui 10km di gara, primi sul traguardo sono risultati essere Silvio Furio e Francesca Libera Caputo.

Il portacolori della Daunia Running ha concluso le fatiche dopo 34'06" precedendo Matteo Notarangelo (34'26") e Matteo Mimma (34'41").

Gara femminile che ha visto invece l'atleta del Running Club Torremaggiore chiudere in 43'50" davanti a Anna Mariani (44'04") e Marilena Piccirilli (44'56").

Risultati

10 Miglia Normanna

Aziz Lakriti e Francesca Maniaci sono i vincitori di una partecipatissima seconda edizione della 10 Miglia NormannaSfiora il muro dei 1000 arrivati la seconda edizione della 10 Miglia Normanna andata in scena ad Aversa, in provincia di Caserta, nella mattinata di domenica 12 maggio 2019.

A tagliare per primo il traguardo è stato il marocchino Aziz Lakriti, capace di chiudere in 52'48"; dietro di lui i connazionali Ismail Adim (52'53") e Youssef Aich (53'05"). Quarta piazza per Francesco Di Puoti (53'55").

Al femminile vince Francesca Maniaci in 1h06'20", sul podio saliranno anche Teresa Stellato (1h07'15") eEla Stabile (1h08'01").

Risultati

Trofeo Loris Baldelli

Nella 39ma edizione del Trofeo AVIS Loris Baldelli successi per Dario Santoro e Denise Tappatà

Sono stati oltre 200 i runners che nella mattinata di domenica 12 maggio 2019 hanno preso parte alla 39ma edizione del Trofeo AVIS Loris Baldelli andatao in scena a Castelfidardo, in provincia di Ancona, sulla distanza dei 10km.

Vince con il tempo finale di 32'44" il favorito della vigilia Dario Santoro che ha la meglio su Federico Cariddi (34'18") e su Mauro Marselletti (34'32").

Al femminile successo per Denise Tappatà in 39'58", dietro di lei Francesca Bravi (40'47") e Katia De Angelis (41'54").

Risultati

Mezza della Baia del Sole

Oltre 500 tra Alassio e Laigueglia per la quinta edizione de La Mezza della Baia del Sole: vincono Bertocchi e Casetta

Sono stati oltre 500 i runners che nel pomeriggio di sabato 11 maggio 2019 hanno preso parte alla quinta edizione de La Mezza della Baia del Sole, andata in scena tra Alassio e Laigueglia proprio durante il tramonto.

Mattia Bertocchi si è aggiudicato la gara chiudendo i 21.097km in 1h13'30", dietro di lui Alessandro Rossetti (1h14'04") e Enrico Gabriele Ponta (1h16'04").

Al femminile primo posto per Romina Casetta, che ferma il cronometro dopo 1h23'44" precendendo Ilaria Bergaglio (1h27'40") e Enrica Menghetti (1h28'51").

Risultati

10 Mila dell'Aurora

Oltre 600 a Camisano Vicentino per il Campionato Veneto dei 10km su strada: vittorie per Zanatta e Sonia Lopes

Sono stati oltre 600 i runners che nel pomeriggio di sabato 11 maggio hanno preso ai 10mila dell'Aurora di Camisano Vicentino, gara valida come campionato regionale veneto dei 10km su strada.

A tagliare per primo il traguardo è stato Paolo Zanatta, capace di chiudere le fatiche dopo 31'17" e precedere Giacomo Esposito (31'46") e Nicolò Petrin (31'47").

Al femminile netta affermaziona per Sonia Maria Conceicao Lopes che taglia il traguardo in 36'55" davanti a Alessandra Francehtto (39'01") e Daniela Ferraboschi (38'11").

Risultati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rakich

Don Vincenzo Puccio (Athletica Vaticana) vince la 10 km di Wittenberg

 

Alcuni atleti in Piazza San Pietro dopo la presentazione di Athletica Vaticana, la prima associazione sportiva costituita, e con sede, nello Stato della Città del Vaticano, Roma 10 gennaio 2019.

 

Wittenberg 12 Maggio 2019 Il cielo di Wittenberg, citta’ tedesca che diede i natali a Martin Lutero, si tinge dei colori bianco e giallo di Athletica Vaticana. Infatti don Vincenzo Puccio, il sacerdote-runner (gia’ secondo alla maratona di Catania) che corre per il team della Santa Sede, ha vinto la 10 km di Wittenberg con il tempo di 32’34”.

 

Il trionfo pontificio e’ stato completato dal secondo posto di don Giovanni Buontempo e dal quarto di Emiliano Morbidelli.

“Gli auguri che ci ha fatto prima della partenza per la Germania l’olimpionico della maratona Stefano Baldini (oro ad Atene 2004 n.d.r.) ci hanno portato bene”, ha detto un euforico don Puccio dopo la gara.

Stefano Baldini Nato a Castelnovo Sotto (RE) il 25 maggio 1971.  guarda il video

Giovanni Soffietto e Barbara Bennici firme d’autore al 4° Trofeo “Alcamo Città d’Arte”

La manifestazione ha aperto la stagione agonistica del BioRace. Ottima come sempre l'organizzazione a marchio Lipa Atletica Alcamo

Alcamo (TP). Giovanni Soffietto (Runcard) e Barbara Bennici (Caivano Runners) si sono aggiudicati il 4° Trofeo “Alcamo Città d’Arte” , manifestazione che oggi ha aperto la stagione agonistica del BioRace Trofeo Pegaso/Per…Correre TOPO Athletic.

Partenza dalla centralissima piazza Castello e 5 giri del rinnovato e scorrevole percorso, per un totale di circa 8.250 metri. Gara al maschile vissuta sull’iniziale duello tra Soffietto ed il giovane atleta della Partinico Running Giuseppe Scianna che non ha retto il ritmo dell’esperto partinicese, chiudendo anzitempo la sua gara. Alle spalle di Soffietto il regolare Lorenzo Abbate (Universitas Palermo), terzo Pietro Paladino del Team Francesco Ingargiola. A ruota Vincenzo Giangrasso (Atletica Lipa Alcamo) e Rosario Glorioso (Universitas Palermo).

Tutto più facile invece per Barbara Bennici che ha controllato a suo piacimento la gara, relegando la pur forte Azzurra Agrusa (5 Torri Fiamme Cremisi) al secondo posto con 60 secondi di distacco. Terza Sabrina Sammartino (Club Atletica Partinico). Più staccate l’atleta di casa Carla Grimaudo (Atletica Lipa Alcamo) e Nathalie Martoglio (Cocoon Club Mazara). In gara anche i due ultra ottantacinquenni Macaluso e De Trovato e ben tre ottantenni.

Premi anche per le due società con più atleti in gara, il Club Atletica Partinico e lo Sport Amatori Partinico.

Created By Correre.org

Created By Correre.org

Salvatore Auddino

info@correre.org   3388306612/09631936630

Provincia di Vibo Valentia