CORRERE.ORG E' IL PORTALE DEL RUNNER ,NEL MENU' DI SINISTRA POTETE TROVARE TUTTE LE UTILITY PER IL RUNNING ...ATTENZIONE TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE DAL 2004 AD OGGI ,SONO SCARICABILI GRATUITAMENTE LE TROVERETE IN ARCHIVIO GENERALE NEL MENU' DI SINISTRA.

LE GARE NAZIONALI DI SETTEMBRE 2019---------------  21/09 I COPPA EUROPA di CLUB JUNIORES su PISTA OUTDOOR S.d.d. --  21/09 B I^ 10K Crono - Monza 2019 km 10 STRADA Monza (MB)  22/09 B III^ Hippoten 10 Km di Vinovo km 10 STRADA Vinovo (TO)  22/09 B I^ 5K Run Decathlon Experience km 5 STRADA Milano (MI)  22/09 B VI^ Io21Zero97 La Bella Corsa km 21,097 STRADA Darfo Boario Terme (BS) 22/09 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETÀ Sen/Pro e Jun di CORSA IN MONTAGNA - 2^ Prova (salita e discesa) XIII^ Castle Mountain Running - 4^ pr. Mountain Classic Cup - EOLO Mountain and Trail G.P. MONTAGNA Arco (TN)  22/09 N CAMPIONATI REGIONALI INDIVIDUALI ALLIEVI entro il 22 settembre 2019 OUTDOOR Sedi Varie --  22/09 B IV^ Hipporun 4^ Mezza maratona di Vinovo km 21,097 STRADA Torino (TO)  22/09 S III Rome Half Marathon "Via Pacis" km 21,097 STRADA Roma RM  22/09 B V^ Scorrendo Con il Liri Ecoultramaratona km 65,3 ULTRAMARATONA Isola Del Liri (FR)  22/09 B XLVI^ Maratona del Mugello km 42,195 STRADA Borgo San Lorenzo (FI)  22/09 B XX^ Maratonina Città di Udine km 21,097 STRADA Udine (UD)  22/09 I XXXIII^ Meeting Int.le Citta' di Avellino OUTDOOR Avellino (AV)  22/09 B II^ Trofeo Maratonina Perla del Tirreno km 21,097 STRADA Cefalu (PA)  22/09 B VIII^ La 30 Trentina km 30 STRADA Levico Terme (TN) 28-29/09 I CAMPIONATI MONDIALI CORSA IN MONTAGNA MASTER MONTAGNA Gagliano Del Capo (LE)  28-29/09 N C.D.S. MASTER SU PISTA - Finale Nazionale OUTDOOR Ariano Irpino (AV)  28/09 B IV^ SoRun km 21,097 STRADA Sondrio (SO)  28/09 06/10 I CAMPIONATI MONDIALI su PISTA OUTDOOR Doha --  28-29/09 N C.D.S. SU PISTA ALLIEVI/E - Finale "B" Gruppo TIRRENO OUTDOOR Roma RM  28-29/09 N C.D.S. SU PISTA ALLIEVI/E - Finale "B" Gruppo ADRIATICO OUTDOOR Modena (MO) 28-29/09 B VII^ Trofeo Ciolo km 11,650 U/km 8,3 D MONTAGNA Gagliano Del Capo (LE) 28/09 B II^ Ultratrail degli Etruschi km 50 TRAIL Bettona (PG)  28-29/09 N C.D.S. SU PISTA ALLIEVI/E - Finale “A” OUTDOOR Bergamo (BG)  28-29/09 N C.D.S. SU PISTA ALLIEVI/E - Finale "B" Gruppo NORD-OVEST OUTDOOR Chiuro (SO)  28-29/09 N C.D.S. SU PISTA ALLIEVI/E - Finale "B" Gruppo NORD-EST OUTDOOR Roncade (TV)  29/09 B XXIV^ Mezzamaratona del VCO - ANNULLATA km 21,097 STRADA Gravellona Toce (VB)  29/09 B III^ Alghero Half Marathon km 21,097 STRADA Alghero (SS)  29/09 B XIV^ Maratonina Int.le dei Borghi Citta' di Pordenone km 21,097 STRADA Pordenone (PN)  29/09 B I^ Mezza Maratona Licata Città di Mare km 21,097 STRADA Licata (AG)  29/09 B XVI^ Monza21 - Mezza di Monza km 21,097 STRADA Monza (MB)  29/09 B III^ "I Diecimila" di Alghero km 10 STRADA Alghero (SS)  29/09 B XVII^ Corripavia Half Marathon km 21,097 STRADA Pavia (PV)  29/09 B XXVI^ Ferrara Half Marathon km 21,097 STRADA Ferrara (FE)  29/09 B II^ La Corsa della Corona km 28 ULTRAMARATONA Finale Ligure (SV)  29/09 B XVI^ Monza10 - Mezza Di Monza km 10 STRADA Monza (MB)  29/09 B XVI^ Monza30 - Mezza Di Monza km 30 STRADA Monza (MB) 29/09 B XXV^ Mare Montagna km 10,150 MONTAGNA Dorgali (NU)  29/09 B XXX^ Memorial Peppe Greco km 10 STRADA Scicli (RG)  29/09 B II^ Half Marathon Poggio Imperiale - Lesina km 21,097 STRADA Poggio Imperiale (FG)  29/09 B XII^ Pantano Half Marathon km 21,097 STRADA Pignola (PZ)  29/09 B IX^ Ferraramarathon km 42,195 STRADA Ferrara (FE)  29/09 B III^ Corripavia 10k km 10 STRADA Pavia (PV) ---------------------------- CALABRIA LE GARE DI SETTEMBRE 2019  21/09 R 7° Trofeo Città di Castrovillari - Memorial R.Piazza manifestazione regionale su pista OUTDOOR Castrovillari (CS)  22/09 R La Paesana corsa su strada All/Ass/Mas km 10 circa Campionato Regionale Libertas di corsa su strada STRADA San Pietro A Maida (CZ)  29/09 R 3^ Edizione Gran Prix Costa Viola All/Ass/Mas km 10 circa 9^ prova regionale CdS Master corsa su strada STRADA Palmi (RC)

Mileto 20 settembre 2019

Si è svolta a Mileto al "Campo Boario" struttura di recente concessione per 5 anni  alla Associazione Aisa,la Manifestazione "Conoscere per proteggersi".

Alla presenza di sua Eccellenza il Prefetto di Vibo Valentia Dott.Francesco Zito ,il Comandante dei Carabinieri Provinciale il Colonnello Bruno Capece, e tante  altre personalità del mondo scolastico della protezione civile dei Vigili del Fuoco Vigili Urbani di Mileto Carabinieri della caserma di Mileto le Guardie Ecozoofile di Zungri e non solo; a fare gli onori il  di casa Sig. Sindaco di Mileto Avv.Salvatore Fortunato Giordano e la giunta al completo.

Le scolaresche  la faceva da padroni con i loro entusiamo e colori, il vociare di centiania di ragazzi ha creato in ognuno di noi un momento di grande felicità.

Mattinata molto bella da non dimenticare; grazie al Sindaco e alla Giunta per l'impegno per  una Mileto nuova da ricostruire dopo anni di abbandono.

Grazie anche all'Associazione Aisa per l'impegno e il lavoro fin qui fatto in questa struttura molto importante per la nostra Città che di sicuro ospiterà tantissime altre Manifestazioni..

di salvatore auddino  photo gallery

compleanno/birthdays

cumpleanos/anniversaires 

geburtstage                                               

Sono le di

Segnala questo sito Introduci la E-mail del destinatario

Strepitoso record del mondo della mezza maratona di Kamworor a Copenhagen 15 settembre 2019

COPENHAGEN: Geoffrey Kamworor ha battuto pochi minuti fa di 17 secondi il record del mondo della mezza maratona a Copenaghen, vincendo la gara su strada IAAF Gold Label in 58: 01 *.

 

Il 26enne keniota è tornato nella capitale danese, teatro del suo primo dei tre titoli della mezza maratona mondiale, nel tentativo di migliorare il record mondiale di 58:18 stabilito a Valencia l’anno scorso da Abraham Kiptum.

 

Al di fuori delle sue apparizioni ai Mondiali di mezza maratona, è stata la prima mezza da novembre 2014. Il suo obiettivo di battere il record del mondo e’ stato così importante che ha perso l’opportunità di competere ai Campionati mondiali di atletica leggera di Doha 2019.

 

Kamworor faceva parte di un grande gruppo nei primi cinque chilometri, appena fuori dal ritmo del record del mondo, ma ha aumentato il tempo e ha raggiunto i 10 chilometri in 27:32, sei secondi meglio del suo tempo target.

 

Poco dopo, era solo davanti ma aveva la prospettiva di percorrere gli ultimi 11 chilometri senza compagnia. Tuttavia nessuno ha fermato la sua cavalcata, neanche la breve pioggia battente..

 

Altri cinque uomini hanno terminato sotto i 60 minuti con Bernard Kipkorir al secondo posto in 59:16, Berehanu Wendemu Tsegu (59:22) e Edwin Kiprop Kiptoo (59:27).

 

Birhane Dibaba Adugna, Etiopia, campionessa della Tokyo Marathon del 2018, ha vinto la gara femminile in 1:05:57, correndo quasi due minuti meno del PB.

 

Per conoscere la vostra posizione societaria cliccare sulla  Regione

Strasaronno

Stefano Casagrande e Nicole Cairone sono i vincitori dell'edizione 2019 della Strasaronno

Sono stati poco meno di 700 i runners che domenica 15 settembre hanno preso parte ai 10km della Strasaranno, gara quest'anno giunta alla sua settima edizione.

 

Il primo a tagliare il traguardo è stato Stefano Casagrande che, grazie ad un crono finale di 32'17", ha preceduto Marco Alberio (33'42") e Pardo La Serra (34'46").

Tra le donne primo gradino del podio per Nicole Cairone che chiude in 39'30" davanti a Jacopla Moracci (41'59") e Roberta Ghezzi (42'08").

Risultati

 

Trofeo Maddaloni

Oltre 1100 al via per l'edizione 2019 del Trofeo Road Runners

Maddaloni: successi per Vincenzo Lembo e Martina AmodioOltre 1100 arrivati per la 10ma edizione del Corri Road Runners di Maddaloni che nella mattinata di domenica 15 settembre 2019 ha chiamato i partecipanti ad affrontare un percorso di 10km.

 

Vincenzo Lembo è stato il primo a tagliare il traguardo con il crono di 33'13" precedendo Marco Vetrano (33'31") e Vincenzo Falco (33'50").

Al femminile vince Martina Amodio in 40'40", sul podio anche Francesca Maniaci (40'44") e Filomena Palomba (40'56").

I RISULTATI

Siamo forti maratoneti perchè siamo il piede dell’Italia

Created By Correre.org

Tutte le edizioni della Normanna foto video montepremi

Risultati maratona di Tokyo valida come selezione per le Olimpiadi 2020  15 settembre 2019

 

Shogo Nakamura ha vinto la Marathon Grand Championship di Tokyo oggi domenica, seguito da Yuma Hattori. Entrambi si sono assicurati così un posto nella maratona maschile alle Olimpiadi di Tokyo del prossimo anno.

 

Trenta corridori hanno partecipato alla gara maschile dell’MGC, che si è tenuta per selezionare i membri della squadra nazionale giapponese per i Giochi. L’evento è iniziato e si è concluso nell’area di Meiji Jingu Gaien.

 

Nakamura ha vinto con un tempo di 2:11:28, mentre Hattori ha tagliato il traguardo al secondo posto in 2:11:36. Il detentore del record giapponese Suguru Osako terzo in 2:11:41.

 

Honami Maeda è stata la prima tra le 10 partecipanti femminili, finendo in 2:25:15 e Ayuko Suzuki ha ottenuto il secondo posto in 2:29:02. Entrambe sono state nominate allo stesso modo nella squadra giapponese per la maratona femminile ai Giochi del 2020. Rei Ohara terza con 2:29:06.

 

L’ex detentore del record nazionale Yuta Shitara si è lanciato davanti subito dopo l’inizio della gara maschile fino a metà corsa. Nakamura e altri hanno superato Shitara dopo 37 chilometri e la gara è diventata una battaglia tra Nakamura, Osako e Hattori dal limite dei 39 chilometri.

 

L’MGC si è svolta quasi nello stesso percorso delle Olimpiadi di Tokyo, con uomini e donne che hanno concluso tra i primi due come rappresentanti nazionali. I tempi citati in questo articolo sono ufficiosi.

Provincia di Vibo Valentia  photo gallery

 

Ogni mattina,

alzandoti, e ogni sera, prima di andare a dormire, ringrazia la vita dentro di te e per la vita tutta, per tutte le buone cose che il Creatore ha dato a te e agli altri, e per l’opportunità di crescere ogni giorno di più. Considera quanto hai fatto e pensato nel corso del giorno e chiedi il coraggio e la forza di diventare una persona migliore. Cerca quanto puo’ essere beneficio a tutti.

Rispetto. Rispetto significa:”sentire o dimostrare onore o stima per qualcuno o per qualcosa; considerare il benessere degli altri o trattare qualcuno o qualcosa con deferenza e cortesia”. Mostrare rispetto è un principio di base nella vita: tratta in ogni circostanza ogni persona, dal più piccolo bimbo al più maturo degli anziani, con rispetto

 

Il 3 novembre torna Spaccanapoli: in gara anche l’olimpico Di Cecco 13 settembre 2019

Di_Cecco

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO IL SEGUENTE COMUNICATO STAMPA

NAPOLI – Domenica 3 novembre 2019 si rinnova l’appuntamento con Maratona Spaccanapoli, corsa competitiva organizzata da Uisp Napoli e Sport Eventi Run con il patrocinio di Comune di Napoli e Coni. La 37 esima edizione della gara podistica si svilupperà quest’anno sulla distanza di 14 chilometri. Previste anche una “non competitiva” di 9 km e una camminata sportiva di 5 km aperte a tutti gli appassionati.

 

Spaccanapoli 2019 avrà il suo cuore pulsante in piazza Municipio, sede di partenza e arrivo della manifestazione. In piazza sarà anche allestito il villaggio ospitalità per atleti, autorità e servizi, aperto sin dal sabato mattina. Il percorso si svilupperà da Palazzo San Giacomo, sede dell’amministrazione comunale, lungo tutte le strade più rappresentative della città di Napoli: dopo un passaggio davanti al teatro San Carlo, i podisti si dirigeranno verso corso Umberto I e via Duomo, per poi entrare nelle stradine del centro storico patrimonio dell’Unesco (tra i passaggi più rappresentativi: piazza San Domenico Maggiore, San Biagio dei Librai e piazza del Gesù). Quindi lungo rettilineo in via Toledo per arrivare sul lungomare, girare la boa all’altezza del Circolo del Tennis e tornare verso piazza Municipio. In totale, 14 km da vivere tutti d’un fiato.

 

Al via dell’edizione 2019 ci sarà, con il pettorale numero 1, anche un corridore d’eccezione: Alberico Di Cecco, mezzofondista, maratoneta e ultramaratoneta italiano. Classe 1974, nono classificato alla maratona olimpica di Atene 2004, Di Cecco ha vinto la maratona di Roma 2005 stabilendo il suo record personale di 2h08’02”. È stato nazionale azzurro dal 1989 al 2014.

 

Le iscrizioni saranno aperte fino al 31 ottobre 2019, info sul sito ufficiale della competizione, www.maratonaspaccanapoli.it.

 

Anche quest’anno Maratona Spaccanapoli potrà contare sulla collaborazione degli sponsor tecnici Diadora ed Elite Sport, nonché sul contributo della storica Pizzeria Trianon e sulla collaborazione dei partner sociali Federalberghi Napoli, Simpef – Sindacato medici pediatri di famiglia e Amd – Associazione medici diabetologi.

Marco Caiazzo

Ottaviani show a 103 anni: 'Sport è vita' 13 Settembre 2019

A Jesolo standing ovation per il centenario, in gara sulla pedana del lungo agli Europei Master: “L’atletica si può praticare a ogni età”

Applausi a scena aperta per Giuseppe Ottaviani ai Campionati Europei Master. È il “meno giovane” dell’intera manifestazione, come ama definirsi, con i suoi 103 anni compiuti nel mese di maggio e ha scelto di partecipare anche stavolta, nel salto in lungo a Jesolo (Venezia).

 

“L’atletica è gioia”: questo il suo motto, sottolineato dall’entusiasmo degli spettatori che lo hanno seguito con affetto e interesse nell’ottava giornata allo stadio Picchi, tra strette di mano e richieste di “selfie”. Il marchigiano di Sant’Ippolito, classe 1916, ha cominciato con la pratica agonistica dopo i 70 anni. Noto come un esempio di longevità attiva, è salito alla ribalta per le dieci medaglie d’oro ai Mondiali indoor di Budapest, nel 2014. All’estero è stato protagonista anche nel 2018 in Spagna, agli Europei in sala di Madrid e poi nella rassegna iridata outdoor di Malaga. Finora però non aveva mai gareggiato in un evento continentale all’aperto.

 

L’intramontabile portacolori del Gs Effebi Fossombrone all’inizio non riesce a trovare la giusta rincorsa e mette in fila tre nulli. Prosegue comunque la sua gara (è l’unico al via nella categoria M100): al quarto turno finalmente piazza un salto valido a 0,64 accolto dall’esultanza del pubblico.

Poi, nel sesto e ultimo tentativo, aggiunge un centimetro con 0,65 (+1.3) per un’ovazione ancora più forte e il popolare “Peppe” ricambia, salutando la tribuna. Mai come oggi però il risultato passa in secondo piano.

 

“Sono contento per essere ancora qui - commenta Ottaviani - in mezzo agli amici. Lo sport è vita, fa bene alla salute e si può praticare a tutte le età”. Nonostante un recente infortunio, ha voluto esserci: non per battere il suo record europeo di categoria (1,33 nel 2016, pochi giorni dopo il centesimo compleanno), ma per lanciare un messaggio, sempre attuale e di grande significato: “Ogni giorno va vissuto in pieno, con la curiosità che spinge ad andare avanti”.

(ha collaborato Mauro Ferraro/FIDAL Veneto)

 

- RISULTATI/Results-  Medagliere italianoIl sito della manifestazione

 

di Luca Cassai

Legami - potrò ancora cantare -

Scacciami - il mio mandolino

Risuonerà sincero, dentro -

Uccidimi - e la mia Anima salirà

Inneggiando in Paradiso -

Ancora tua -

Emily Dickinson

 

E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti, ed i grandi flutti del mare, ed il lungo corso dei fiumi, e l'immensità dell'Oceano, ed il volgere degli astri.e si dimenticano di se medesimi

(Sant'Agostino)

 

Due amanti silenziosi somigliano a due arpe con lo stesso diapason e pronte a confondere le voci in una divina armonia

(A.Karr)

 

Dovunque l'uomo voglia vendersi trova degli acquirenti

(Henri Lacordaire)

 

E' mia ambizione dire in dieci frasi quello che altri dicono in interi volumi

(Friedrich Nietzsche)

 

E' curioso a vedere che quasi tutti gli uomini che valgono molto hanno le maniere semplici; e che quasi sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco valore

Giacomo Leepardi)

Doha, ecco gli azzurri per i Mondiali 12 Settembre 2019

Sono 65 gli atleti selezionati dal DT Antonio La Torre per la rassegna iridata (27 settembre-6 ottobre). Otto gli inviti IAAF sulla base dei cosiddetti "target numbers"

Saranno sessantacinque gli atleti azzurri che prenderanno parte ai Campionati del Mondo di Doha (Qatar, 27 settembre–6 ottobre), 34 uomini e 31 donne, con otto nominativi che sono frutto degli inviti IAAF in ossequio alla norma dei cosiddetti target numbers (i numeri minimi di partecipanti per specialità fissati dalla Federazione internazionale). L’elenco completo dei convocati è stato presentato questa mattina al Consiglio federale dal Direttore tecnico Antonio La Torre, che ha sottolineato come il numero, superiore a quello fatto registrare nelle ultime tre edizioni di rassegne globali (34 ai Mondiali di Pechino 2015; 38 ai Giochi di Rio 2016; 36 ai Mondiali di Londra 2017) sia espressione del buon momento vissuto dall’atletica italiana.

“È indubbio – le parole di La Torre – che la stagione 2019 sia stata particolarmente positiva: il quarto posto nell’Europeo a squadre di Bydgoszcz ha certificato la crescita del movimento già evidenziata nel corso della primavera e dell’estate. Dal Mondiale di staffette di Yokohama, dove abbiamo qualificato tutti e cinque i quartetti per il Mondiale (impresa riuscita, oltre all’Italia, alla sola Giamaica, ndr) fino all’Europeo a squadre, passando per l’Universiade di Napoli, le rassegne continentali giovanili, le Coppe Europa di marcia, dei 10.000 metri, e di prove multiple, senza dimenticare anche quelle di specialità come la corsa in montagna, i nostri atleti sono stati sempre protagonisti. Un fatto che va riconosciuto, ma che, ovviamente, non vuol dire che a Doha otterremo dei trionfi. Quello mondiale è uno scenario completamente diverso, di estrema competitività, dove piazzarsi non sarà una passeggiata. Così come accadrà all’Olimpiade, ed è per questo che, nel comporre la squadra, abbiamo scelto di affidarci sempre più al criterio della continuità di rendimento: per Tokyo sarà un elemento discriminante”.

L’Olimpiade è il traguardo finale di un percorso già molto lungo, che La Torre ha definito da tempo come un’unica stagione. “Vedo che in diversi altri sport, che hanno già vissuto da tempo la loro competizione internazionale estiva, si è già ricominciata la preparazione in vista dell’appuntamento del prossimo anno. Noi dell’atletica lo faremo molto tempo dopo. È una realtà con la quale dobbiamo convivere, ma che dobbiamo sempre tenere a mente”.

Per la cronaca, gli atleti che hanno ottenuto la convocazione per target number sono: Yeman Crippa (per i 10.000 metri, ma il trentino aveva già ottenuto lo standard per i 5000), Gloria Hooper (200), Eleonora Vandi (800), Elena Vallortigara (alto), Roberta Bruni (asta), Tania Vicenzino (lungo), Ottavia Cestonaro (triplo), Sara Fantini (martello). Non essendo ancora scaduti i termini per la procedura d'invito, altri azzurri potrebbero ancora essere inclusi nell'elenco. Non è presente il nome di Eleonora Dominici (ACSI Italia), già indicata per i Mondiali al momento della definizione del gruppo della marcia, perché l'atleta purtroppo è stata costretta da tempo alla rinuncia per infortunio.

m.s.

Uomini/Men (34)

100m - 4x100m Filippo TORTU G.A. Fiamme Gialle

100m - 4x100m Marcell L. JACOBS G.S. Fiamme Oro PD

200m - 4x100m Eseosa DESALU G.A. Fiamme Gialle

400m - 4x400m/mista Davide RE G.A. Fiamme Gialle

5000m - 10.000m Yemaneberhan CRIPPA * G.S. Fiamme Oro PD

5000m Said EL OTMANI C.S. Esercito

110hs Hassane FOFANA G.S. Fiamme Oro PD

110hs Lorenzo PERINI G.S. Aeronautica Mil.

3000st Yohanes CHIAPPINELLI C.S. Carabinieri Sez. Atl.

3000st Osama ZOGHLAMI G.S. Aeronautica Mil. / Cus Palermo

Alto Stefano SOTTILE G.S. Fiamme Azzurre / Atletica Valsesia

Alto Gianmarco TAMBERI G.A. Fiamme Gialle

Asta Claudio M. STECCHI G.A. Fiamme Gialle

Triplo Andrea DALLAVALLE G.A. Fiamme Gialle / Atl. Piacenza

Peso Leonardo FABBRI G.S. Aeronautica Mil. / Atl. Firenze Marathon SS

Disco Giovanni FALOCI G.A. Fiamme Gialle

Maratona Eyob GHEBREHIWET FANIEL G.S. Fiamme Oro PD / Venicemarathon Club

Maratona Daniele MEUCCI C.S. Esercito

Maratona Yassine RACHIK Atl. Casone Noceto

Marcia 20km Matteo GIUPPONI C.S. Carabinieri Sez. Atl.

Marcia 20km Giorgio RUBINO G.A. Fiamme Gialle

Marcia 20km Massimo STANO G.S. Fiamme Oro PD

Marcia 50km Michele ANTONELLI G.S. Aeronautica Mil. / Atl. Recanati

Marcia 50km Teodorico CAPORASO G.S. Aeronautica Mil. / Ass. Sportiva e Culturale Orionina

4x100m Federico CATTANEO G.S. Aeronautica Mil. / Atl. Riccardi Milano 1946

4x100m Antonio B. INFANTINO Athletic Club 96 Alperia

4x100m Davide MANENTI G.S. Aeronautica Mil.

4x100m Roberto RIGALI Bergamo Stars Atletica

4x400m/mista Vladimir ACETI G.A. Fiamme Gialle / Atl. Vis Nova Giussano

4x400m/mista Daniele CORSA G.S. Fiamme Oro PD / Folgore Brindisi

4x400m/mista Matteo GALVAN G.A. Fiamme Gialle

4x400m/mista Brayan LOPEZ Athletic Club 96 Alperia

4x400m/mista Edoardo SCOTTI C.S. Carabinieri Sez. Atl. / Cus Parma

4x400m/mista Michele TRICCA G.A. Fiamme Gialle

Donne/Women (31)

200m - 4x100m Gloria HOOPER * C.S. Carabinieri Sez. Atl.

400m - 4x400m/mista Maria Benedicta CHIGBOLU C.S. Esercito

800m Eleonora VANDI * Atl. Avis Macerata

100hs Luminosa BOGLIOLO G.S. Fiamme Oro PD / Cus Genova

400hs - 4x400m/mista Ayomide FOLORUNSO G.S. Fiamme Oro PD

400hs Linda OLIVIERI G.S. Fiamme Oro PD / Atletica Monza

400hs Yadisleidy PEDROSO G.S. Aeronautica Mil.

Alto Alessia TROST G.A. Fiamme Gialle

Alto Elena VALLORTIGARA * C.S. Carabinieri Sez. Atl.

Asta Roberta BRUNI * C.S. Carabinieri Sez. Atl.

Lungo Tania VICENZINO * C.S. Esercito

Triplo Ottavia CESTONARO * C.S. Carabinieri Sez. Atl.

Disco Daisy OSAKUE G.A. Fiamme Gialle / Sisport

Martello Sara FANTINI * C.S. Carabinieri Sez. Atl. / Cus Parma

Maratona Sara DOSSENA Laguna Running

Maratona Giovanna EPIS C.S. Carabinieri Sez. Atl.

Marcia 20km Antonella PALMISANO G.A. Fiamme Gialle

Marcia 20km Valentina TRAPLETTI C.S. Esercito

Marcia 50km Mariavittoria BECCHETTI Cus Cagliari

Marcia 50km Nicole COLOMBI Atl. Brescia 1950 ISPA Group

Marcia 50km Eleonora Anna GIORGI G.S. Fiamme Azzurre

4x100m Anna BONGIORNI C.S. Carabinieri Sez. Atl.

4x100m Zaynab DOSSO G.S. Fiamme Azzurre / Calcestruzzi Corradini Excelsior

4x100m Johanelis HERRERA A. Atl. Brescia 1950 ISPA Group

4x100m Alessia PAVESE Atl. Brescia 1950 ISPA Group

4x100m Irene SIRAGUSA C.S. Esercito

4x400m/mista Rebecca BORGA G.A. Fiamme Gialle / Atl. Biotekna Marcon

4x400m/mista Raphaela B. LUKUDO C.S. Esercito

4x400m/mista Alice MANGIONE Atl. Brescia 1950 ISPA Group

4x400m/mista Marta MILANI C.S. Esercito

4x400m/mista Giancarla D. TREVISAN Bracco Atletica

 

Farò della mia anima uno scrigno

per la tua anima,

del mio cuore una dimora

per la tua bellezza,

del mio petto un sepolcro

per le tue pene.

Ti amerò come le praterie amano la primavera,

e vivrò in te la vita di un fiore

sotto i raggi del sole.

Canterò il tuo nome come la valle

canta l'eco delle campane;

ascolterò il linguaggio della tua anima

come la spiaggia ascolta

la storia delle onde.

 

~ Kahlil Gibran ~

INGRANDISCI

Charlie Chaplin

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita

prima che l’opera finisca senza applausi…

10 km: Maraoui e Dini campioni italiani 08 Settembre 2019

A Canelli (Asti), nella rassegna nazionale di corsa su strada, la piemontese dell’Esercito fa il tris. Al maschile un’altra vittoria in questa stagione per il livornese delle Fiamme Gialle.

Nei Campionati italiani dei 10 chilometri di corsa su strada, a Canelli (Asti), titoli assoluti a Fatna Maraoui e Lorenzo Dini. Per la piemontese dell’Esercito è il terzo successo nella rassegna tricolore, dopo quelli del 2016 e 2017, con il tempo di 33:10. Alle sue spalle Giovanna Epis (Carabinieri, 33:18) che ha affrontato un nuovo test a meno di tre settimane dalla maratona dei Mondiali di Doha, e terza la rientrante Valeria Straneo in 33:24. Per l’alessandrina del Laguna Running, primatista italiana dei 42,195 km, era il ritorno agonistico a sei mesi dall’ultima gara. Arriva quarta Anna Incerti (Fiamme Azzurre, 33:54) davanti a Christine Santi (Esercito, 33:59) e Catherine Bertone (Atl. Sandro Calvesi, 34:03). Nei Societari di corsa, prima al traguardo la ruandese Clementine Mukandanga (Runner Team 99) in 33:06 sulla marocchina Asmae Ghizlane (Caivano Runners, 33:07).

 

Tra gli uomini, Lorenzo Dini in 28:44 vince il secondo tricolore della sua stagione, che si aggiunge al titolo nei 10.000 su pista in maggio a Monselice. Particolarmente brillante la prova del livornese delle Fiamme Gialle, che tiene testa al burundese Onesphore Nzikwinkunda (Atl. Casone Noceto, 28:37) e al keniano Joel Maina Mwangi (Dinamo Sport, 28:39), al via nella competizione per club. Quasi un minuto il vantaggio del 24enne toscano nei confronti di Nekagenet Crippa (Trieste Atletica, 29:40) mentre al terzo posto chiude Omar Bouamer (Pol. Sant’Orso Aosta, 29:46), quindi René Cunéaz (Cus Pro Patria Milano, 29:51), Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe, 29:59) e Pietro Sonzogni (Atl. Valle Brembana, 30:01), invece si ferma all’ultimo giro Ahmed El Mazoury (Atl. Casone Noceto).

 

La gara ha preso il via in ritardo, con una seconda partenza, dopo essere stata interrotta al terzo chilometro nel primo avvio per motivi di sicurezza, in seguito alla caduta tra gli altri di Pietro Riva (Fiamme Oro) che ha riportato una contusione al gluteo.

Si conferma nella categoria promesse Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano, 34:46) sulla valdostana Gaia Colli (Atl. Valle Brembana, 34:56) e sulla torinese Michela Cesarò (Carabinieri, 35:03). Al maschile in evidenza il non ancora ventenne pugliese Pasquale Selvarolo (Atl. Casone Noceto), vincitore del titolo in 30:03 davanti a Francesco Breusa (Cus Torino, 30:25) e Hicham Kabir (Cs San Rocchino, 30:34).

 

 

Allorché la terra fu creata con tutti gli esseri viventi,

l'intenzione del Creatore non fu di renderla vivibile solo agli uomini.

Siamo stati messi al mondo

assieme ai nostri fratelli e sorelle,

con quelli che hanno quattro zampe,

con quelli che volano e con quelli che nuotano.

Tutte queste forme di vita, anche il più piccolo filo d'erba,

formano con noi una grande famiglia.

Tutti siamo fratelli e tutti siamo ugualmente importanti su questa terra.

Notevole prestazione della 18enne Angela Mattevi (Atl. Valle di Cembra), vicecampionessa europea under 20 di corsa in montagna, ottava assoluta in 34:12 per conquistare il tricolore juniores nei confronti di Anna Arnaudo (Dragonero, 35:32) e Giada Licandro (Atl. Canavesana, 36:40). Dopo il titolo italiano under 20 del cross, Ayoub Idam (Cosenza K42) si impone anche su strada con 31:03. Completano il podio Enrico Vecchi (Atl. Rodengo Saiano Mico, 31:47) e Giovanni Susca (Atl. Cisternino Ecolservizi, 31:57).

 

Nella gara under 18, il trentino Massimiliano Berti (Valchiese, 32:48) supera Nicolò Gallo (Atl. Alba, 32:51) e Paolo Orsetto (Atl. Vercelli 78, 33:13). Al femminile, sui 6 km delle allieve condizionati da un malinteso che ha portato allo stop del gruppo di testa quando mancava un giro, Aurora Bado (Atl. Arcobaleno Savona) precede Greta Settino (Toscana Atl. Empoli Nissan) ed Emma Casati (Atl. Piacenza).

 

l.c.

Newcastle, in luce Dossena e Faniel  08 Settembre 2019

Buon test nella mezza per i due azzurri a poche settimane dalla maratona mondiale di Doha. La lombarda 1h10:28 nella gara della super Kosgei (1h04:28), il veneto 1h01:25 nel regno di Farah

Ultimo test per Sara Dossena nella mezza da Newcastle a South Shields, in Inghilterra, a diciannove giorni dalla maratona dei Mondiali di Doha (venerdì 27 settembre). L’azzurra del Laguna Running conclude la prova al nono posto con il tempo di 1h10:28, terzo crono in carriera, a diciotto secondi dal primato personale della scorsa stagione (1h10:10).

 

È la mezza maratona femminile più veloce di sempre, dominata dalla keniana Brigid Kosgei con 1h04:28. Tra gli uomini, con il sesto successo consecutivo di Mo Farah (59:07), seconda prestazione in carriera per Eyob Faniel (Fiamme Oro) che chiude al sesto posto in 1h01:25, non lontano dal proprio limite di 1h00:53 siglato in aprile a Padova, e punta dritto alla maratona iridata di Doha in programma sabato 5 ottobre.

 

DOSSENA: “PIÙ CHE BENE” - “In un contesto del genere avrei voluto andare più forte, anche se ho fatto difficoltà a spingere un ritmo più veloce di questo, intorno a 3:20 - le parole della 34enne lombarda allenata da Maurizio Brassini - ma ovviamente non ho finalizzato la gara di oggi, che rientra nel percorso di preparazione alla maratona di Doha e quindi va benissimo così, anche perché all’arrivo ne avevo ancora, non ho finito stremata. È un buon test per i Mondiali e ho corso molto vicina al personale”.

 

Percorso non omologabile per i record, di conseguenza il super tempo della Kosgei non può valere come primato del mondo, ma la keniana dà spettacolo: all’attacco dal primo metro, saluta subito la concorrenza e ammutolisce le connazionali Magdalyne Masai (1h07:36), Linet Masai (1h07:44) e Mary Keitany (1h07:58).

 

FANIEL: “ORA DEVO ADATTARMI AL CALDO” - Soddisfatto anche Faniel: “Un buon test in vista di Doha - il commento del 26enne veneto seguito da Ruggero Pertile - considerato che anche in questa settimana abbiamo continuato a caricare e non abbiamo scaricato, come invece d’abitudine prima di ogni gara importante.

 

Ora devo adattarmi al caldo e a correre di sera, visti gli orari della maratona mondiale (partenza alle 23.59 di Doha, ndr). Andremo in Qatar in anticipo, perché il miglior posto per adattarsi è dove poi si gareggia”. Quella mondiale sarà la prima maratona dell’anno per il quinto classificato degli Europei di Berlino, oggi tra i protagonisti di una sfida che ha rispettato il copione della vigilia: l’idolo di casa Farah rimane imbattuto su queste strade dal 2014, si sbarazza dell’etiope vicecampione del mondo Tamarit Tola (59:13) e prosegue la marcia verso la maratona di Chicago. Finisce sotto il minuto anche l’olandese Abdi Nageeye (59.55).

 

- RISULTATI/Results

 

Siamo a 300 grazie a v oi

Siamo donne uomini e marziani

Siamo il coraggio

che ti fa cominciare

la passione per continuare

la sfida con te stesso

Siamo le gocce di sudore

le lacrime di gioia

il bacio alla terra di Gelindo

il pugno al cielo di Stefano

Siamo i master pieni di futuro

i chili che hai perso

i compagni di strada

che altrimenti

non avresti conosciuto

Siamo borracce, canfora

e pipì dietro gli alberi

Siamo la tua prima maratona

e non saremo l'ultima

neve, deserto, pietr e città

e polvere di pioggia

e rispetto dell'avversario

Siamo albe

di colazioni al miele

buio di sentieri da trail

tende e veglie nella 24 ore

scarpe che non vuoi

ti buttino via

siamo bottega amara

di cortesia

Siamo domande, dubbi,

perchè, errori, infortuni

Siamo e saremo solo

tempi di passaggio.

Atletica, immenso Ayoub Idam che cala il poker: Campione d’Italian Juniores sui 10 km su strada

di Bruno Palermo

Scipione Pacenza con Ayoub Idam (archivio)

Fantastico Ayoub Idam. L’atleta crotonese di origini marocchine si è laureato campione d’Italia Juniores sui 10 km su strada nella finale disputata ad Asti questa mattina.

 

L’ennesima dimostrazione di grandezza e valore del giovanissimo atleta allenato e allevato da coach Scipione Pacenza. Una gara straordinaria ed il quarto successo della stagione per Ayoub che sembra davvero lanciato verso una straordinaria carriera. E lo potrà fare con la maglia dell’Italia, il suo sogno, non appena gli verrà approvato l’iter per la cittadinanza del paese in cui vive nel rione Gesù di Crotone sin da piccolino.

 

Un poker straordinario quello di Ayoub Idam in questo 2019 iniziato con il bronzo nei campionati italiani indoor conquistato a gennaio sui 1500 metri. Poi a marzo l’oro nel campionato italiano della Campestre sulla distanza degli 8 km. A Rieti l’argento, con oro sfiorato di pochissimo, sui 5000 metri sempre campionati italiani Juniores, e oggi, in provincia di Asti, il gradino più alto del podio e il titolo di Campione d’Italia Juniores sulla distanza dei 10 km su strada.

 

L’urlo di gioia di Scipione Pacenza “Siamo Campioni d’Italia” in pochi minuti ha invaso tutte le chat e i social degli appassionati e degli amici. Quello che Scipione Pacenza, insieme al direttore tecnico della società K42 di Cosenza (per la quale corre Ayoub), Maurizio Leone, è un lavoro eccezionale con un atleta che sembra un predestinato.

Se qualcuno vuole trovare Scipione e Ayoub, ogni giorno li troverete per strada o al Settore B di Crotone, a sudare, a fare

sacrifici e a imparare come si diventa campioni.

Scipione e Ayoub un binomio vincente e inseparabile.

 

Lo sport, va da dire che le discipline sportive sono tante, di sicuro il loro papà si chiama sport ed è il proprietario di tutte le attività psico- fisiche. Quando si intraprende una disciplina, si entra far parte di un mondo diverso, un mondo fatto di regole e di rispetto, un mondo che ti matura dentro l'anima e ti fa sopportare fatiche immense,un mondo che ti ricompensa con momenti di vera felicità, è come il contadino quando ara la terra e semina, all'inizio è sofferenza e stanchezza ma poi arriva il tempo del raccolto dei frutti; chi ha seminato bene raccoglie frutti buoni. Quando sono arrivato qui a mileto non avevo né terra né alberi da frutto, allora, ho pensato che bisognava seminare qualcosa e così ho fatto; ho seminato quello che la vita mi ha insegnato ossia amare la natura, vivere lo sport come stile di vita, avere rispetto delle cose e degli altri, e così, anche io, mi ritrovo a raccogliere i frutti della mia semina che si chiamano amicizia, amore, fraternità; cose che ultimamente sono diventate una merce molto rara. Se non avessi divulgato lo sport ,oggi , non avrei avuto gli amici che ho, che mi fanno sentire importante e mai solo, sono fiero di loro e ne ho molta stima; questa ricchezza va conservata gelosamente e anche se a volte abbiamo opinioni diverse, è bene,perché ciò serve a cementare e a far diventare sempre più forte il legame che ci unisce. Tutto ciò però, non è farina del nostro sacco ma semplicemente lo sport che ci ha uniti, padre buono dei valori importanti della nostra vita sociale. Salvatore Auddino 30 gennaio 2009

Birell prague grand prix 2019Storico risultato nella 10km di Praga, 2 donne sotto i 30 minuti! 8 settembre 2019

La storia è stata fatta durante una giornata ricca di eventi a Praga grazie a una serie di incredibili risultati nei 10 km della Birell Grand Prix.

 

Le gare del sabato sera nella capitale ceca hanno visto due donne correre in meno di 30 minuti per la prima volta nella stessa gara – e che gara è stata! Il duo keniota Sheila Chepkiru e Dorcas Jepchumba ha segnato entrambe 29:57 mentre hanno tagliato il traguardo, ma è stato Chepkirui a ottenere il verdetto vincente di appena un centesimo di secondo. Solo Joyciline Jepkosgei è andata più veloce – quando ha realizzato il 29:43 per stabilire il record del mondo nello stesso evento nel 2017. La siepista Norah Jeruto terza in 30:07.

 

“Non mi è sembrato così veloce come lo sono i risultati, ma la seconda parte della gara è stata molto più dura”, ha dichiarato Chepkirui. “Credo di poter correre ancora più velocemente in futuro e credo che possa essere a Praga l’anno prossimo.”

Anche la gara maschile è stata molto veloce, con gli otto migliori classificati che hanno superato i 28 minuti.

 

Il Kenya ha nuovamente dominato quando Geoffrey Koech si è unito a Haile Gebrselassie con il quarto tempo più veloce di 10 km nella storia di 27:02 per conquistare la vittoria. Mathew Kimeli è rimasto indietro di cinque secondi, con il giovane Bravin Kiptoo che si è classificato al secondo posto sotto i 20 anni al terzo posto con 27:12.

Brutto incidente per Pietro Riva: cade alla partenza dei Campionati Italiani 10km. e viene travolto  8 settembre 2019

Brutto incidente ai Campionati Italiani di corsa su strada che si stanno disputando a Canelli.

 

Alla partenza della gara maschile un atleta delle Fiamme Oro, l’albese Pietro Riva, è caduto ed è stato travolto dagli altri podisti, in seguito agli spintoni della massa di atleti, in una partenza con oltre 500 atleti al via.

 

Non solo tanti atleti, ma anche un livello probabilmente troppo differente tra i più forti, che si contendono il titolo di Campione Italiano, con i migliori che corrono ben nettamente sotto i 30 minuti, ai più lenti, con partenti con personale intorno ai 40 minuti.

 

Lo sfortunato atleta è stato subito soccorso dal personale medico presente alla gara ed è stato trasportato in Ospedale.

La gara è stata sospesa per consentire le prime operazioni di soccorso.

Europei master Venezia 3^ giornata: ecco tutte le medaglie azzurre 7 settembre 2019

Chiesi a Dio...

di essere forte per eseguire progetti grandiosi:

Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.

Domandai a Dio che mi desse la salute

per realizzare grandi imprese:

egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.

Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:

mi ha fatto povero per non essere egoista.

Gli domandai il potere

perché gli uomini avessero bisogno di me:

egli mi ha dato l'umiliazione

perché io avessi bisogno di loro.

Domandai a Dio tutto per godere la vita:

mi ha lasciato la vita

perché potessi apprezzare tutto.

Signore, non ho ricevuto niente di quello

che chiedevo,

ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno

e quasi contro la mia volontà.

Le preghiere che non feci furono esaudite.

Sii lodato; o mio Signore,

fra tutti gli uomini

nessuno possiede quello che ho io!

Kirk Kilgour

Si è chiusa la terza giornata dei Campionati Europei Master di Venezia. Numerose le medaglie azzurre con un record continentale. L’impresa è dell’intramontabile Bruno Baggia (Atl. Valli di Non e Sole) che conquista l’oro nei 1500 metri M85, sulla pista di Jesolo, con il nuovo primato europeo di categoria in 7:06.03. Superato così dopo quindici anni il limite dello svedese Holger Josefsson, 7:09.38 nel 2004. Finora il mezzofondista trentino di Malè, classe 1934, si era messo al collo ben 34 medaglie internazionali, ma questo è il primo titolo europeo all’aperto nella sua lunga attività.

 

Tra gli ostacoli si festeggiano cinque vittorie italiane: Maria Costanza Moroni (Gs Ermenegildo Zegna) si impone sui 300hs W50, sfiorando la sua migliore prestazione italiana in 47.42. La piemontese “Mimma”, dieci maglie azzurre assolute in carriera nell’alto e nel triplo, continua a essere protagonista anche da master. Vittoria anche per la savonese Cassandra Sprenger (Cus Genova) in 1:09.00 nei 400hs W45. Stavolta la savonese, che ha ritrovato la gioia di correre dopo la maternità, riesce a salire sul gradino più alto del podio mentre aveva colto l’argento mondiale nella passata stagione.

 

In campo maschile svetta Aramis Diaz (Atl. Biotekna Marcon), che all’ultimo anno di categoria M40 si prende l’oro dei 400 ostacoli in 55.15 e resiste al tentativo di rientro dello spagnolo James Atteen (56.27). Di origine cubana, ma italiano per matrimonio ormai da diversi anni, vive a Roma e si allena a Ostia. Poi l’ennesimo successo del medico dello sport Frederic Peroni (Atl. Ambrosiana) in 1:02.74 sui 400hs M55 nel duello con il britannico Neil Tunstall, secondo con 1:03.65, e quello di Francesco Paderno (Amatori Masters Novara) nei 200hs M80 in 45.43 (+2.1).

 

È d’argento, ma demolisce la sua migliore prestazione italiana sui 300hs M70 l’altoatesino Rudolf Frei (Sportclub Merano) con 51.28, in rimonta sul polacco Marek Mielcarek che però conserva sette centesimi di vantaggio e prevale in 51.21.

 

Nel triplo il perugino Lamberto Boranga (Olimpia Amatori Rimini), celebre ex portiere di serie A, arriva a un soffio dalla vittoria e conquista l’argento con 9,14 (+0.5), appena due centimetri in meno dell’estone Jurgen Lamp che atterra a 9,16 (-1.7).

 

Sulla pedana di Eraclea, a distanza di poche ore, secondo oro per l’inossidabile Carmelo Rado (Olimpia Amatori Rimini): 14,78 nel martello con maniglia corta dopo aver già dominato nel martello. Nei 1500 esultano la goriziana Alessandra Lena (W45, Trieste Atletica) e Rosanna Barbi Lanziner (W60, Südtirol Team Club). Tra le W35 oro in 4:36.34 della polacca Anna Rostkowska, che sugli 800 metri è stata campionessa europea under 23 nel 2001 (e semifinalista olimpica nel 2008).

A Caorle spettacolare sfida nel triplo W60 con la tedesca Petra Herrmann che porta il record europeo a 10,31 (+0.7) per battere la spagnola Maria Escribano (9,83/+1.1).

 

MEDAGLIERE ITALIANO TERZA GIORNATA (in aggiornamento)

ORO

400 ostacoli M40: Aramis Diaz (Atl. Biotekna Marcon) 55.15

400 ostacoli M55: Frederic Peroni (Atl. Ambrosiana) 1:02.74

200 ostacoli M80: Francesco Paderno (Amatori Masters Novara) 45.43 (+2.1)

1500 M85: Bruno Baggia (Atl. Valli di Non e Sole) 7:06.03

Martello m.c. M85: Carmelo Rado (Olimpia Amatori Rimini) 14,78

1500 W45: Alessandra Lena (Trieste Atletica) 4:45.16

400 ostacoli W45: Cassandra Sprenger (Cus Genova) 1:09.00

300 ostacoli W50: Maria Costanza Moroni (Gs Ermenegildo Zegna) 47.42

1500 W60: Rosanna Barbi Lanziner (Südtirol Team Club) 5:48.38

 

RISULTATI/RESULT

ARGENTO

300 ostacoli M70: Rudolf Frei (Sportclub Merano) 51.28 MPI

Triplo M75: Lamberto Boranga (Olimpia Amatori Rimini) 9,14 (+0.5)

Martello m.c. W45: Patrizia Aletta (Arca Atl. Aversa Agro Aversano) 12,55

1500 W50: Enrica Carrara (Atl. Lumezzane) 4:57.24

BRONZO

400 ostacoli M35: Angelo Lella (Athletic Club 96 Alperia) 55.41

Triplo M75: Natale Scaringi (Liberatletica Roma) 8,32 (+2.9)

200 ostacoli M80: Alberto Dafarra (Atl. Ambrosiana) 1:03.62

1500 W45: Erika Bagatin (Maratonina Udinese) 5:01.92

1500 W60: Francesca Barone (Atl. Lonato) 5:56.37

Martello W75: Maria Luisa Fancello (Assi Giglio Rosso Firenze) 28,92

 

 

Quando corro tutti i pensieri volano via.

Superare gli altri è avere la forza, superare se stessi è essere forti

(Confucio)

Un atleta in corsa è una scultura in movimento.

(Edwin Moses)

Correre è lo spazio aperto dove vanno a giocare i pensieri.

(Mark Rowlands)

Non importa cosa trovi alla fine di una corsa, l’importante è quello che provi mentre stai correndo. Il miracolo non è essere giunto al traguardo, ma aver avuto il coraggio di partire.

(Jesse Owens)

Io sento la terra ed il vento e gli alberi. Io sento il loro spirito. Io sento il ritmo della corsa. E’ come musica

(Gabriel Harmony Jennings)

Più corri, più percepisci il tuo corpo. Più pesa, più la tua mente si fa leggera. È la magia della corsa.

(runlovers, Twitter)

Correre è strappare il ritmo al tempo, è rinascere con un altro respiro

(Fabrizio Caramagna)

AGGIUDICAZIONE ORGANIZZAZIONE MARATONA FINO AL 2023

Aggiudicato in via definitiva l’affidamento in concessione del servizio di organizzazione della manifestazione denominata "Manifestazione podistica Maratona Internazionale di Roma - Roma Capitale City Marathon – Evento sportivo” per gli anni 2020, 2021, 2022 e 2023 ed eventuale biennio successivo.

 

Il soggetto aggiudicatario, che è stato individuato sulla base dell’offerta economicamente più vantaggiosa, è l’operatore economico costituendo RTI Infront Italy S.p.A (Mandataria) - Italia Marathon Club SSD rl (Mandante) - Atielle Roma s.r.l.(Mandante) - Corriere dello Sport s.r.l. (Mandante).

La maratona è inserita in calendario Fidal per domenica 29 marzo 2020. Prossimamente saranno comunicate le modalità per iscriversi e tutte le info dettagliate.

 

AWARD FOR THE ORGANIZATION OF THE MARATHON UNTIL 2023

Final award of the concession to organise the running event named “Maratona Internazionale di Roma - Roma Capitale City Marathon” for the years 2020, 2021, 2022 and 2023 and possible subsequent two years.

 

The winning group who was identified on the basis of the most economically advantageous offer is the economic operator consisting of four companies: Infront Italy spa - Italia Marathon Club ssdrl - Atielle Roma srl - Corriere dello Sport srl.

The marathon is included in the Fidal (italian federation of athletics) calendar for Sunday, March 29, 2020. Soon it will be announced how to register and all the detailed information.

Svelate le medaglie dei Campionati mondiali di atletica leggera di Doha 28 agosto 2019

 

Manca solo un mese ai Campionati mondiali di atletica leggera di Doha 2019, il comitato organizzatore ha rivelato ieri il design delle medaglie che segna l’inizio del conto alla rovescia finale della competizione.

 

Più di 2000 dei migliori atleti del mondo si sfideranno per 192 medaglie che verranno assegnate in 49 finali durante la competizione di 10 giorni, che inizierà venerdì 27 settembre.

 

In omaggio alla capitale del Qatar, le medaglie d’oro, d’argento e di bronzo sono state progettate dal team di branding tutto femminile nella capitale del Qatar, mostrando lo skyline di Doha e le illustrazioni dell’iconico Stadio Internazionale Khalifa, che ospiterà i campionati per la prima volta in Medio Oriente.

 

Con disegni dedicati alle medaglie, lo skyline di Doha, che farà da sfondo alla maratona e alle gare di marcia, costituisce l’altro lato della medaglia, mentre 13 diversi elementi delle discipline dell’atletica leggera sono intrecciati nel design.

Realizzata artigianalmente a Doha da Sndala, la società locale ha anche incorporato modelli tradizionali Sadu arabi con un tocco sportivo moderno.

 

“Una medaglia è il simbolo di eccellenza nel nostro sport”, afferma Sebastian Coe, presidente della IAAF. “Rappresenta tutti gli anni di sudore, impegno e perseveranza richiesti per avere successo nell’atletica ai massimi livelli, quindi il design delle medaglie deve essere speciale quanto il successo nel conquistarle. Il nostro comitato organizzatore locale a Doha ha svolto un brillante lavoro nel creare medaglie che i nostri atleti saranno orgogliosi di ricevere come ricordo permanente del loro momento di gloria. Mi piacerebbe averne una io stesso “

 

Parlando degli ultimi preparativi e medaglie per i campionati, lo sceicco Asma Al Thani, direttore del marketing e delle comunicazioni del comitato organizzatore locale, ha dichiarato: “Avere disegni sulle medaglie che mettono in mostra il Qatar è un’occasione speciale per il Paese. Una medaglia d’oro sarà naturalmente al primo posto nella collezione di un atleta e verrà ricordata la competizione che si terrà in Medio Oriente per sempre.

 

“L’intero Qatar è entusiasta di dare il benvenuto ai migliori atleti del mondo e non vediamo l’ora di celebrare i successi di tutti quei momenti in competizione e quei momenti iconici sul traguardo e sul podio”.

 

 

 

StraFloridia

Alessandro Brancato e Claudia Finielli sono i vincitori della prima edizione della StraFloridia, in 400 al viaSono stati poco meno di 400 i finishers della prima edizione della StraFloridia, gara di 10km andata in scena nella località siracusana nella mattinata di domenica 1 settembre su un anello di 2.5km da ripetere per 4 volte.

Vince il favorito della vigilia Alessandro Brancato che chiude in 31'48" precedendo nettamente Salavatore Abbate (33'48") e Francesco Nastasi (34'36").

La toscana Claudia Finielli si aggiudica la prova femminile in 38'54" davanti a Chiara Immesi (39'03") e Azzurra Agrusa (39'22").

 RISULTATI

Ostia in Corsa

Roman Prodius e Sofiya Yaremchuk si aggiudicano la 17ma edizione di Ostia in Corsa per l'ambienteOltre 600 ad Ostia per l'edizione 2019, la 17ma, di Ostia in Corsa per l'ambiente andata in scena su un percorso di 10km. Gli oltre 600 runners al via dimostrano che la pausa estiva sta per finire ed anche la Capitale si appresta a tornare a pieno regime.

Il primo a tagliare il traguardo è Roman Prodius che ferma il cronometro dopo 33'20" precedendo Gian Pietro Atanasi (34'02") e Sofiya Yaremchuk, terza assoluta e prima donna con il tempo di 34'21". Completa il podio maschile Francesco Amadori (34'57").

Dietro l'ucraina completano il quadro della gara femminile Sara Carnicelli (36'11") e Elisabetta Beltame (36'49").

I RISULTATI

Stefano Baldini Nato a Castelnovo Sotto (RE) il 25 maggio 1971.  guarda il video

Montanara Running

Onesphore Nzikwinkunda e Ilaria Fantinel si aggiudicano la Montanara Running 2019, oltre 400 al viaOltre 400 a Parma per l'edizione 2019 della Montanara Running, ormai tradizionale appuntamento sui 10km che quest'anno ha registrato i successi di Onesphore Nzikwinkunda e Ilaria Fantinel.

Il 22enne del Burundi corre in 30'10" lasciandosi alle spalle Yassine El Fathaoui (30'49") e Fabio Ciati (32'09").

35'38" è invece il crono della classe '98 dell'Esercito che condividerà il podio con Marta Esteban Poveda (36'36") e Margherita Cibei (37'25").

RISULTATI

StraMontesarchio

In 900 a Motesarchio per la 17ma edizione della 10km: successi per Marek Hadam e Iolanda FerrittiIn 900 a Montesarchio, in provincia di Benevento, per la 17ma edizione dei 10km della Stramontesarchio: la gara prevedeva il ripetersi di 2 veloci giri da 5km.

Il primo a tagliare il traguardo è risultato essere il polacco Marek Hadam, capace di completare le fatiche dopo 33'34" precedendo Felice Simone (33'43") e Francesco Tescione (33'54").

Decisamente più netto l'esito della gara femminile con Iolanda Ferritti che chiude in 37'39", dietro di lei Morena Di Benedetto (39'33") e Ilaria Novelli (40'43").

RISULTATI

Created By Correre.org

Created By Correre.org

Salvatore Auddino photo  gallery

info@correre.org   3388306612/09631936630