Italian

web site

La Prossima gara in Calabria 1^ Edizione Bianco di corsa tutte le categorie -- Stefano Baldini dice: Uno degli effetti della corsa è l’aumento del desiderio sessuale, si fa l’amore di più e meglio, anche perché il sesso è anche una componente fisica e con la corsa questo si sviluppa... Visitate i nostri archivi centinaia di gare e migliaia di foto dal 204 ad oggi a vostra disposizione .****Nel rullo tutte le gare Nazionali del mese di gennaio.Posizionate il mouse sopra e il rullo si fermerà.

 

LA NORMANNA

Clicca sulla maglia regolamento iscrizioni

clic sul logo

Tutte le edizioni della Normanna

Cri e Fondazione

 

Artisti  Convegni e FotoGallery

 

LE GARE NAZIONALI DI LUGLIO 2016. IN FONDO AL RULLO LE GARE IN CALABRIA  26/07 I XCI Giro Podistico di Castelbuono km 10 U/km 5 D STRADA Castelbuono (PA)  26/07 N XL Gran Premio Estivo Mezzofondo 3^ giornata OUTDOOR Trento (TN)  30/07 N Ascoli Meeting 2016 OUTDOOR Ascoli Piceno (AP)  30/07 N XXI Attraverso le Mura km 10,2 - km 6,2 STRADA Massa (MS)  31/07 N XI Trofeo delle Due Torri km 12,200 STRADA Torre Santa Sabina BR  31/07 I XII Meet. Giovanile Sprint e Hurdles OUTDOOR Aosta (AO) 31/07 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETÀ Sen/Pro e Jun di CORSA IN MONTAGNA - 2^ Prova (solo Salita) 6^ pr. Fidal Mountain & Trail Running G.P. MONTAGNA Cortina BL 31/07 I Giir di Mont Skymarathon 2016 km 32 TRAIL Premana (LC) --------- GARE DI LUGLIO SU STRADA REGIONE CALABRIA  31/07 R Stracatanzarolido 2016 e CR Libertas corsa su strada e CdS Reg. strada Eso/Rag/Cad STRADA Catanzaro Lido CZ  31/07 R Diabete per Amico corsa su strada All/Ass/Mas STRADA Cucullaro RC



Segnala questo Introduci la E-mail del destinatario

Santi del giorno

Ora esatta e fuso orario in tutti i paesi del Mondo calocola qui

Castelbuono attende Crippa e Riva 24 Luglio 2016

Telese Terme, Sabato 18 Giugno 2016

Nel 91° Giro Podistico internazionale, martedì 26 luglio, i due giovani mezzofondisti azzurri al via. Favoriti l’etiope Merga e il keniano Lokomwa.Martedì 26 luglio si corre il Giro Podistico Internazionale di Castelbuono, storica manifestazione arrivata alla 91esima edizione. Nei 10 km della gara su strada palermitana, con partenza alle ore 19.00, è annunciato il non ancora ventenne trentino Yeman Crippa (Fiamme Oro), due volte campione europeo juniores di corsa campestre e quest’anno ottavo agli Europei di Amsterdam sui 5000 metri. Insieme a lui ci sarà il compagno di club Pietro Riva, 19enne piemontese che nella passata stagione ha conquistato il titolo continentale under 20 dei 10.000, distanza sulla quale pochi giorni fa si è piazzato decimo (primo degli europei) nella rassegna iridata di categoria. Al nastro di partenza anche il valdostano Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche Leffe), specialista della corsa in montagna che ha vestito la maglia azzurra nella mezza maratona degli Europei, mettendosi al collo il bronzo a squadre, e Simone Gariboldi (Fiamme Oro). Non mancheranno alcuni nomi top internazionali come l’etiope Imane Merga, campione mondiale di cross nel 2011 con un personale di 26:48.35 sui 10.000 metri. Poi il keniano James Lokomwa, che ha vinto due edizioni della Stramilano dove nel 2015 ha corso in 1h00:33, ma anche i connazionali Edwin Kipkosgei Melly ed Ezekiel Kiprotich Meli, oltre al ruandese Félicien Muhitira. L’impegnativo percorso all’interno della cittadina, con diverse curve e un tratto in salita, verrà ripetuto 9 volte per rinnovare la tradizione de “A Cursa i Sant’Anna”, nata 104 anni fa e inserita nell’ambito dei festeggiamenti in onore della patrona del paese.

TV - Diretta martedì 26 luglio su RaiSport 1 dalle ore 18.45 alle 20.00.

(da comunicato stampa Organizzatori)

Per conoscere la vostra posizione societaria cliccare sulla  Regione

Siamo forti maratoneti perchè siamo il piede dell’Italia

Created By MiletoMarathon

VIOLA E GAMBETTA AL MEMORIAL PULLEGA

In tanti hanno corso per ricordare Michele Pullega, in occasione del Memorial che si è svolto a Varzi il 24 Luglio scorso. In suo onore la manifestazione che ha raggruppato in un solo evento i tre coordinamenti atletici operanti in provincia di Pavia. La gara era valida infatti per i circuiti provinciali della FIDAL, della UISP, e per la classifica dei gruppi del Comitato Marce pavese. 138 sono stati i competitivi che hanno affrontato gli impegnativi 4,500 metri del tracciato, più simile ad un trail che ad una corsa in montagna; da percorrere una volta per le donne ed Over 60 maschili, due volte per tutte le altre categorie. Stesso percorso che hanno dovuto affrontare i non competitivi, che hanno permesso di raggiungere le 240 iscrizioni. La gara agonistica ha offerto dei chiari responsi: la Over 40 Simona Viola, dell’Atletica Pavese e l’Over 45 Silvio Gambetta della Boggeri Acqui, sono stati gli indiscussi dominatori della gara. Nelle varie categorie vi sono invece state accese lotte per il primato di classifica di appartenenza. Fra le donne Giordana Baruffaldi (Run 8) ha vinto fra le F50, davanti a Lorena Panebianco (Raschiani Triathlon Pavese) e Lucia Gorla (Run 8). Fra le Over 60 si è imposta Rosanna Rossi (Iriense Voghera), su Angela Cometti (Atl. Pavese) e Lucia Grignani (U.S. Scalo Voghera). Nella F65 Annamaria Vaghi (Atletica Pavese) ha preceduto Milena Maggi (Avis Pavia) e Francesca Mattiolo (Atl. Pavese). Nelle Over 40, alle spalle della Viola si sono classificate Daniela Olcese (Delta Spedizioni) e Michela Sturla (Atl. Pavese). Erano anche presenti, poi, per la categoria F23, Ilaria Belfiori (Raschiani Triathlon Pavese) e Paola Zaghi (Running Oltrepo), per la F35 Monica Cavallaro (Cassolese). In campo maschile Stefano Pedrazzani (U.S. Scalo) si è imposto fra gli M23, su Luca Albanesi (Avis Pavia) e Roberto Boatti (U.S. Scalo). Fra gli Over 35 Simone De Filippi (Atl. Pavese) ha preceduto il compagno di squadra Emanuele Massoni e Loris Gobbi (Garlaschese). Fra i quarantenni Eduard Qepuri (Atl. Pavese) a avuto la meglio su Marco Zuccarin (Garlaschese) e Fabio Andreoli (Atl. Pavese). Nella categoria del vincitore Gambetta, la Over 45, si sono quindi piazzati Fabio Giani (Running Oltrepo) ed Aziz Meliani (Atl. Pavese). Fra i cinquantenni Davide Legnari (Atl. Pavese) si è imposto su Fabrizio Bevente (Delta Spedizioni) e Roberto Zunino (Atl. Pavese). Nella Over 55, la vittoria è stata appannaggio di Roberto Melani (100 torri PV), che ha anticipato Rino Uggetti (Avis Pavia) e Maurizio Scorbati (Atl. Pavese). Fra i sessantenni Enrico Mantegazzi (Atletica Pavese) ha avuto la meglio su Fabrizio Tiozzo (Escape Team) e Giovanni Pepe (Raschiani Triathlon Pavese). Fra gli Over 65 Francesco Puccio (Atletica Pavese) ha anticipato il compagno di squadra Ambrogio Pagani ed Angelo Nardi (Iriense). Fra i settantenni Enzo Capuzzo (Avis Pavia), Lino Marenzi (Iriense) e Giuseppe Calori (U.S. Scalo) hanno occupato i primi tre posti della classifica. Bene anche l’M18 Fausto Capelli (Iriense) ed i giovanissimi Alice e Giovanni Viola (U.S. Scalo).

Alla fine si sono svolte le ricche premiazioni individuali e di società, alla presenza del sindaco Gianfranco Alberti e della moglie del compianto Michele Pullega, la signora Elena.

Gianni Tempesta

Papa Francesco site

Vibo Marina 24 Luglio 2016

I vincitori della 1^ CorriViboMarina sono Balduino Scarfone e Palma De Leo!

Provincia di Vibo Valentia Tropea e dintorni photo Gallery

 

Ogni mattina,

alzandoti, e ogni sera, prima di andare a dormire, ringrazia la vita dentro di te e per la vita tutta, per tutte le buone cose che il Creatore ha dato a te e agli altri, e per l’opportunità di crescere ogni giorno di più. Considera quanto hai fatto e pensato nel corso del giorno e chiedi il coraggio e la forza di diventare una persona migliore. Cerca quanto puo’ essere beneficio a tutti.

Rispetto. Rispetto significa:”sentire o dimostrare onore o stima per qualcuno o per qualcosa; considerare il benessere degli altri o trattare qualcuno o qualcosa con deferenza e cortesia”. Mostrare rispetto è un principio di base nella vita: tratta in ogni circostanza ogni persona, dal più piccolo bimbo al più maturo degli anziani, con rispetto

 

Buona la prima, ottimamente riuscita la prima edizione della CorriViboMarina; la società organizzatrice, l'atletica Vibo Valentia, con il suo Presidente Grazia Chirico e i suoi atleti Bentivoglio, Contartese, Prestia e tutti gli altri, ha organizzato una bella gara, nello splendido scenario del porto di Vibo Marina ed alla quale ha partecipato una nutrita schiera di atleti, venuti da ogni parte della Calabria.

Giuria e concorrenti si sono ritrovati alle ore 16:00 sul lungomare di Vibo Marina nei pressi del bar “Il Gabbiano”, e qua, prima si sono svolte le gare giovanili:

Bimbi(dal 2011 e successivi) maschili e femminili 100 mt.circa

Esordienti (2005-2010) m/f 300 metri

Ragazzi/e (2003-2004) m/f 1000 metri

Cadetti/e (2002-2001) m/f 2000 metri

ed a seguire, la gara non competitiva, aperta a tutti di 3 Km e la competitiva di 7,5 Km su un circuito di 1,5 km da percorrere 2 volte per la non competitiva e 5 volte per la competitiva.

Tanti i ragazzini che si sono lanciati in questa bella avventura, e che hanno fatto illuminare i volti dei loro genitori che orgogliosi li incitavano, a seguire si è dato il via a questa prima edizione della manifestazione con la partenza della competitiva e non competitiva insieme.

La forte umidità ha reso la gara molto dura, ma nonostante ciò c'è stata una gran battaglia tra tutti gli atleti partecipanti; nella gara maschile c'è stata una gran battaglia tra Scarfone, Pirrone, Magisano e Grasso, durante i 5 giri sono stati sempre molto vicini anche se Balduino Scarfone della Montemiletto Team Runners, è stato sempre davanti e questo fine alla fine del quinto giro quando ha chiuso la gara con il tempo di 27:51, secondo si è piazzato Davide Pirrone della Hobby Marathon Catanzaro 27:56 e terzo l'atleta della Libertas Lamezia Antonio Magisano che ha chiuso in 28:35.

Anche nella gara femminile c'è stata una bella battaglia infatti la Palma De Leo della G.S. Lammari, che è arrivata prima con il tempo di 32:16, è sta sempre tallonata da Chantel Magengezha della US Sangiorgese che alla fine ha perso un pò di metri ed è arrivata seconda con il tempo di 32:24, terza l'atleta della Runners Barberino, Rosa Cusello che ha chiuso in 34:11.

Per la Miletomarathon erano Presenti Francesco Suraci, Caterina Fogliaro, la Sottoscritta ed il Presidente Salvatore Auddino, che come sempre, con le sue foto, ha immortalato gli atleti in tanti bei momenti di gara e che alla fine ha ricevuto dall'Atletica Vibo un pensiero per la sua presenza e collabora

Un plauso va all'Atletica Vibo Valentia, che ha organizzato un gran bel evento sportivo, che speriamo cresca e diventi un appuntamento fisso ogni anno per tutti gli atleti.

Ringraziamo gli atleti, i giudici, il pubblico e ci rivediamo il prossimo anno.

 

Redazione Correre.org- Rossella Artusa    FotoGallery By Salvatore Auddino

 

Per le clasiifiche http://www.speedpass.it/ ma ancora stasera non era online

CUNEO E MOIA VINCONO A SEMIANA

 

Record di partecipazione per la corsa di Semiana, che venerdì 22 Luglio scorso è giunta alla sua 4° edizione. Circa 130 atleti hanno gareggiato nella competitiva del criterium UISP della provincia di Pavia, a cui si devono aggiungere le centinaia di partecipanti alla non competitiva. Impegnati sui due percorsi previsti dall’infaticabile organizzatore Marco Zuccarin. 10 chilometri di marcia ludico motoria per i non competitivi, e 6 chilometri gli agonisti. Su quest’ultimo tracciato il primo a tagliare il traguardo è stato il giovane atleta della 100 Torri Pavia Ademe Cuneo, che ha corso su rimi veramente alti per avere la meglio sul piemontese della SAI Gianluca Catalano. Al terzo posto ha completato il podio assoluto il quarantenne portacolori dei Maratoneti Genovesi Diego Picollo. Queste sono invece le classifiche di categoria estrapolate dai primi assoluti. Fra i meno giovani Carlo Michelon (Atletica Pavese Voghera) ha trionfato nella M70, a scapito di Enzo Capuzzo (Avis Pavia) e Pino Calori (U.S. Scalo Voghera). Fra gli Over 65 vi è stata una tripletta dell’Atletica Pavese, con Francesco Puccio, Ambrogio Pagani e Giuseppe Fiini ad occupare i primi tre posti della graduatoria.

Legami - potrò ancora cantare -

Scacciami - il mio mandolino

Risuonerà sincero, dentro -

Uccidimi - e la mia Anima salirà

Inneggiando in Paradiso -

Ancora tua -

Emily Dickinson

 

 

 

E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti, ed i grandi flutti del mare, ed il lungo corso dei fiumi, e l'immensità dell'Oceano, ed il volgere degli astri.e si dimenticano di se medesimi

(Sant'Agostino)

 

 

Due amanti silenziosi somigliano a due arpe con lo stesso diapason e pronte a confondere le voci in una divina armonia

(A.Karr)

 

 

Dovunque l'uomo voglia vendersi trova degli acquirenti

(Henri Lacordaire)

 

 

E' mia ambizione dire in dieci frasi quello che altri dicono in interi volumi

(Friedrich Nietzsche)

 

 

E' curioso a vedere che quasi tutti gli uomini che valgono molto hanno le maniere semplici; e che quasi sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco valore

Giacomo Leepardi)

Nella Over 60 Fabrizio Tiozzo (Escape Team) ha vinto su Claudio Prete (Atl. Pavese) e Giovanni Pepe (Raschiani Triathlon Pavese). Fra gli Over 55 Maurizio Scorbati (Atletica Pavese) si è imposto su Paolo Cassar (Run 8) e Salvatore Sanacuore (U.S. Scalo). Fra gli Over 50 Giuseppe D’Andrea (Solvay) ha vinto su Claudio Bernuzzi (Atl. Pavese) e Francesco Zappia (Garlaschese). Gli Over 45 hanno visto la vittoria di Fabio Giani (Running Oltrepo), che ha anticipato Giancarlo La Mantia (U.S. Scalo) ed Andrea Cherubini (Garlaschese). Fra i quarantenni vi è stata la doppietta della Garlaschese, con Marco Zuccarin che ha preceduto il compagno di quadra Alberto Poggio. Al terzo posto si è classificato, invece, Davide Barosselli (Running Oltrepo). Piero Balma (Raschiani Triathlon Pavese) è stato il vincitore fra gli Over 35, a scapito di Salvatore Renda (Podistica Silemiana) e Loris Gobbi (Garlaschese). Infine, nella M18 Luca Ferro (Cento Torri Pavia) ha prevalso su Francesco Torino (Avis Casale) e Stefano Pedrazzani (U.S. Scalo).

In Campo femminile la palma di prima assoluta è andata alla quarantenne Monica Moia (Bognanco), che ha avuto la meglio sulla cinquantenne Giordana Baruffaldi (Run 8) e sulla Under 40 Francesca Rossi (Novese). Nelle varie categorie di età Annamaria Galbani (La Michetta) si è imposta su Annamaria Vaghi (Atl. Pavese) e Francesca Mattiolo (Atl. Pavese) nella F60. Le cinquantenni hanno visto sul podio Lorena Panebianco (Raschiani Triathlon Pavese), Lucia Gorla (Run 8) e Antonietta Mancini (Garlaschese). Le quarantenni Marita Cairo (Solvay), Sara Grassano (Novese) e Loredana Rollandi (U.S. Scalo). Fra le F18 Barbara Rundo (Raschiani Triathlon Pavese) ha preceduto Annalisa Mazzarello (Novese) e Danila Zigali (U.S. Scalo).

Erano poi presenti, per il settore giovanile, i due alfieri della 100 Torri Radu Sirbu e Riccardo Ferro.

 

Gianni Tempesta

I Vincitori della 1 edizione di "Bianco in Corsa" sono Alessandro Brancato e Palma De Leo! Bianco- RC- 23 Luglio 2016

 

Farò della mia anima uno scrigno

per la tua anima,

del mio cuore una dimora

per la tua bellezza,

del mio petto un sepolcro

per le tue pene.

Ti amerò come le praterie amano la primavera,

e vivrò in te la vita di un fiore

sotto i raggi del sole.

Canterò il tuo nome come la valle

canta l'eco delle campane;

ascolterò il linguaggio della tua anima

come la spiaggia ascolta

la storia delle onde.

 

~ Kahlil Gibran ~

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Podisti Locri, con il suo Presidente Luigi Mollica, con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Bianco ha organizzato la I^ Edizione della gara podistica denominata "Bianco di Corsa".

La manifestazione si è svolta sul bellissimo lungomare di Bianco, per cui tutti gli atleti partecipanti hanno potuto godere di uno scenario unico e splendido, inoltre, gli organizzatori, per motivi di spettacolarità e di partecipazione emotiva da parte del pubblico, hanno scelto un circuito di circa 1,5 km, totalmente pianeggiante, da percorre 5 volte per un totale di circa 7,5 km.

Già nel primo pomeriggio, il lungomare si è riempito di atleti e non atleti, venuti a partecipare a quella che vuole essere una serata all'insegna dello sport e del divertimento, infatti oltre alla gara competitiva, gli organizzatori hanno organizzato le gare dei ragazzini e una passeggiata non competitiva di 3 km, per tutti quelli desiderosi di fare una passeggiata salutare inebriati dal profumo del mare.

Questa è stata la prima edizione di Bianco in Corsa, e lo scopo che si sono prefissi gli organizzatori con in testa il Comune di Bianco, è quello di non far perdere la tradizione di questa cittadina dove, fino a due anni fa si organizzava una gara podistica di livello internazionale, a cui hanno partecipato i più grossi nomi dell'atletica da Imane Merga a Meucci a Baldini, alla Incerti, Console e tanti altri, così da quest'anno si è iniziata questa nuova avventura e si spera che cresca e diventi una manifestazione sempre più bella e grande.

Su un lungomare vestito a festa, con le palme curate, perfettamente in salute e bellissime, piano piano arrivavano gli atleti e le panchine si riempivano di gente venuta ad assistere alla corsa; mano mano si consegnavano i pettorali con il chip ed i ragazzini entusiasti si preparavano a fare le loro gare, e così alle 19:30 circa si sono aperte le danze con le gare dei più piccoli, che gioiosi hanno affrontato la propria prova.

Alle 20:30 circa è partita, con lo sparo del sindaco di Bianco, Aldo Canturi, la gara competitiva ed a seguire, un minuto dopo, la non competitiva; sin dal primo giro del percorso si è delineata quella che sarebbe stata la classifica finale, infatti Alessandro Brancato, atleta siciliano che corre con i colori della della Casone Noceto ha preso il volo ed ha fatto una gara in solitaria che l'ha portato a vincere con il tempo di 23:26, dietro a lui, in altrettanto solitaria si è piazzato l'atleta della Cosenza K42 Mustapha Habachi con il tempo di 24:32, terzo Giuseppe Pilello dell'atletica Civitanova 25:52, quarto Ivan Paolo Paturzo della Running Bagnara 26:20, quinto Luigi Ruggia Podisti Locri 26:43.

Per quanto riguarda la gara femminile, l'atleta di Gioia Tauro, tesserata per la società toscana G.S. Lammari, Palma De Leo, ha dominato la gara infatti ha subito fatto il vuoto dietro di lei ed è arrivata prima in un tempo di 27:59 e con quasi 5 minuti di vantaggio sulla seconda ovvero l'atleta dell'Adamo Athletic Club, Maria Sofia che ha chiuso con il tempo di 32:52, terza si è piazzata l'atleta dell'atletica Sciuto Annalisa Visconte 32:57, quarta l'atleta della PodistiLocri Loredana Scarano 34:41, quinta Paola Panuccio Bancari Romani 35:15 e sesta Patrizia Azzani della Running Saronno 35:57.

Nella gara non competitiva al secondo e terzo posto si sono piazzati rispettivamenti, gli amici Martino Camera e Giuseppe Arena.

Terminate le gare tutti i presenti sono stati deliziati da un bouffet a base di dolci ed anguria e poi ci sono state le premiazioni; speaker della manifestazione il grande atleta calabrese Balduino Scarfone che è stato molto accurato e preciso. Ringraziamo tutti i partecipanti, gli organizzatori, il pubblico e chiudiamo la cronaca di questa bella serata di sport, dandoci appuntamento per il prossimo anno, nella speranza che questa manifestazione cresca e ricalmi le orme della grande Corribianco.

 

Redazione Correre.org- Rossella Artusa  FotoGallery By Salvatore Auddino    Classifica Completa

 

Charlie Chaplin

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita

prima che l’opera finisca senza applausi…

 

Londra: Farah e Schippers regali  23 Luglio 2016

La seconda giornata della decima tappa della IAAF Diamond League offre Mo Farah in forma olimpica e il successo di Dafne Schippers sui 200 in 22.13

I successi di Mo Farah (12:59.29 sui 5000) e di Dafne Schippers sui 200 (22.13) chiudono la seconda giornata della decima tappa della IAAF Diamond League di Londra. Oltre alla prestazione del britannico, mondiale stagionale anche nella 4x100 uomini col quartetto UK in 37.78. Kovacs vince il peso con 22,04, Sandra Perkovic lambisce i 70 metri nel disco cno 69,94. Altri successi per Katarina Johnson-Thompson nel lungo (6,84/0,9), Matthew Hudson-Smith sui 400 (45.03), Kerron Clement sui 400hs (48.40), Shelayna Oskan-Clarke sugli 800 (1:59.46), Katerini Stefanidi nell'asta (4,80), Marie-Josée Ta Lou sui 100 (10.96), Habiba Ghribi sui 3000 siepi (9:21.35), Dimitri Bascou sui 110hs in 13.20 (-1,0) e del cinese Gao Xinglong nel lungo (8,11/0,9)

FARAH, MONDIALE STAGIONALE SUI 5000 - il dominatore del mezzofondo mondiale ha fatto gara a sé spinto dall'entusiasmo del pubblico londinese, memore della strepitosa Olimpiade 2012. Ha lasciato la compagnia degli avversari a metà gara e se ne è andato in beata solitudine chiudendo con la miglior prestazione mondiale stagionale di 12:59.29, tempo figlio delle frequenze, senza cambi di velocità nel finale.

 

Allorché la terra fu creata con tutti gli esseri viventi,

l'intenzione del Creatore non fu di renderla vivibile solo agli uomini.

Siamo stati messi al mondo

assieme ai nostri fratelli e sorelle,

con quelli che hanno quattro zampe,

con quelli che volano e con quelli che nuotano.

Tutte queste forme di vita, anche il più piccolo filo d'erba,

formano con noi una grande famiglia.

Tutti siamo fratelli e tutti siamo ugualmente importanti su questa terra.

A debita distanza l'altro britannico Butchart in 13.14.85, terzo col miglior tempo della stagione Bernard Lagat in 13:14.96, ancora capace di dire la sua a 41 anni e con la prospettiva dell'ultima Olimpiade della carriera ormai divenuta realtà. La festa britannica ha avuto altri protagonisti: la 4x100 maschile, dopo la world lead delle ragazze ieri (41.81), ha fulminato la concorrenza con quella in 37.78 con Dasaolu, Gemili, Ellington e Ujah e ha offerto una seconda formazione sotto i 38.00 composta da Kilty, Aikines-Aryeetey, Talbot e Edoburun, seconda in 37.81, una impresa riuscita solo a due squadre USA a Montecarlo nel 2012. Terzo il Canada in 38.17, più dietro la Giamaica (ovviamente senza i migliori) e una selezione All-Stars di tre sprinters USA più Kim Collins, entrambe a 38.35.

 

di Marco Buccellato

Catona- RC- 16 Luglio 2016 Vincitori della 2^ CorriCatona ,Trofeo "Amici di Domenico e Chiara" sono Andrea Pranno e Palma De Leo!

L'Associazione "Amici di Domenico e Chiara", con la collaborazione tecnica dell'ASD Minniti e del Comitato Regionale Fidal, ha organizzato la 2^ CorriCatona- Trofeo "Amici di Domenico e Chiara", manifestazione di corsa su strada di 10 km valida quale 7^ Prova del Campionato di Società Master di Corsa su Strada.

L'Associazione "Amici di Domenico e Chiara" è nata circa quattro anni fa, dopo la tragica morte di questi due giovani fidanzati e si propone, con il suo impegno sociale, di colmare di speranza, condivisione e soldarietà, il vuoto lasciato dai due ragazzi. Il presidente dell'Associazione è Nuccio Tortorici, padre di Domenico, che con grande entusiasmo e forza d'animo onora la memoria dei giovani, testimoniando il loro amore e la loro voglia di vivere, attraverso l'organizzazione di iniziative rivolte al territorio e soprattutto ai giovani, e la CorriCatona è una di queste.

La manifestazione comprendeva anche una gara di km 2, aperta a tutti i non tesserati ed agli atleti Fidal appartenenti alle categorie Cadetti e Cadette, inoltre sono disputate gare riservate ai più giovani suddivise in n. 3 diverse partenze:

• Gara di m. 250 riservata ai nati/e negli anni 2009 e seguenti;

• Gara di m. 500 riservata ai nati/e negli anni 2008 – 2007 - 2006;

• Gara di m. 1000 riservata ai nati/e negli anni 2005 – 2004 – 2003

Il bellissimo lungomare di Catona, ha accolto tutti gli atleti partecipanti alla manifestazione con una giornata fresca e non afosa e umida come quello dello scorso anno, e così tutti gli atleti hanno potuto gareggiare al loro meglio; alle 18:00 circa, è stato dato il via alle gare giovanili, nelle quali hanno brillato i ragazzi allenati da natale Barillà, alle 18:45 è partita la non competitiva di 2 km che ha previsto un solo giro del circuito, ed infine, alle 19:30 è stato dato il via alla gara competitiva di 10 km, ovvero cinque giri del circuito.

Sulla linea di partenza grandi atleti quali Pranno, Brancato, Ruggiero, Habchi, De Leo, De Rose, che, allo sparo del giudice, si sono lanciati in questa loro avventura; sin dal primo giro in testa si sono posizionati Brancato e Pranno, che sono stati sempre appaiati, anzi Brancato è stato sempre un passo avanti a Pranno, dietro di loro c' era un trio composto da Habchi, Ruggiero e Carbone che si sono dati battaglia per la conquista del terzo posto. Arrivati all'ultimo giro, la classifica non era ancora stabilita quando, gli ultimi 100 metri Pranno prende l'iniziativa e con uno scatto va via lasciando dietro Brancato, e nella lotta per il terzo posto ha la meglio Ruggiero e così la classifica maschile vede primo Andrea Pranno, della G.P. Parco Alpi Apuane 29:50 , secondo Alessandro Brancato dell'Atl. Casone Noceto 29:56 , terzo Danilo Ruggiero G.P. Parco Alpi Apuane 31:52 , quarto Aldo Carbone della Cosenza K42 31:58 , quinto Mustapha Habchi della Cosenza K42 32:05 ,ottima anche la pr

estazione dell'amico Francesco Monti che è arrivato nono assoluto con il tempo di 33:50 .

Per quanto riguarda la gara femminile, non c'è stata molta storia, infatti la gara è stata dominata da Palma De Leo, che dal primo giro si è piazzata in testa ed alla fine dei 5 giri, ha tagliato per prima il traguardo con quasi 2 minuti di vantaggio sulla seconda, per cui la classifica femminile vede prima Palma De Leo della GS Lammari 37:28 , seconda Rossella De Rose della Jure Sport 39:23 , terza Valentina Maiolino dell' Asd Corricastrovillari 40:56 , quarta Concetta Saffioti della Corri Con Noi Palmi 43:12 , quinta Maria Sofia dell Adamo Athletic Club 43:22 .

Alle 20:45 circa sono state fatte le premiazioni, e sono stati consegnati alcuni riconoscimenti da Nuccio Tortorici organizzatore della manifestazione nonchè padre di Domenico e Presidente dell'associazione "Domenico e Chiara" attraverso la quale Tortorici crea eventi sociali che vogliono far crescere la realtà reggina ed in generale quella calabrese.

Con il tramonto del sole sul mare di Catona, si è chiusa una bella manifestazione che speriamo possa crescere e far crescere il ricordo di Domenico e Chiara, un ringraziamento all'atletica Minniti, alla Fidal Regionale, ai giudici, agli atleti e a tutto il pubblico per questa bella giornata di sport.

 

Redazione Correre.org- Rossella Artusa    Foto Gallery By Salvatore Auddino     Risultati/Result

 

Siamo a 300 grazie a v oi

Siamo donne uomini e marziani

Siamo il coraggio

che ti fa cominciare

la passione per continuare

la sfida con te stesso

Siamo le gocce di sudore

le lacrime di gioia

il bacio alla terra di Gelindo

il pugno al cielo di Stefano

Siamo i master pieni di futuro

i chili che hai perso

i compagni di strada

che altrimenti

non avresti conosciuto

Siamo borracce, canfora

e pipì dietro gli alberi

Siamo la tua prima maratona

e non saremo l'ultima

neve, deserto, pietr e città

e polvere di pioggia

e rispetto dell'avversario

Siamo albe

di colazioni al miele

buio di sentieri da trail

tende e veglie nella 24 ore

scarpe che non vuoi

ti buttino via

siamo bottega amara

di cortesia

Siamo domande, dubbi,

perchè, errori, infortuni

Siamo e saremo solo

tempi di passaggio.

 

Lo sport, va da dire che le discipline sportive sono tante, di sicuro il loro papà si chiama sport ed è il proprietario di tutte le attività psico- fisiche. Quando si intraprende una disciplina, si entra far parte di un mondo diverso, un mondo fatto di regole e di rispetto, un mondo che ti matura dentro l'anima e ti fa sopportare fatiche immense,un mondo che ti ricompensa con momenti di vera felicità, è come il contadino quando ara la terra e semina, all'inizio è sofferenza e stanchezza ma poi arriva il tempo del raccolto dei frutti; chi ha seminato bene raccoglie frutti buoni. Quando sono arrivato qui a mileto non avevo né terra né alberi da frutto, allora, ho pensato che bisognava seminare qualcosa e così ho fatto; ho seminato quello che la vita mi ha insegnato ossia amare la natura, vivere lo sport come stile di vita, avere rispetto delle cose e degli altri, e così, anche io, mi ritrovo a raccogliere i frutti della mia semina che si chiamano amicizia, amore, fraternità; cose che ultimamente sono diventate una merce molto rara. Se non avessi divulgato lo sport ,oggi , non avrei avuto gli amici che ho, che mi fanno sentire importante e mai solo, sono fiero di loro e ne ho molta stima; questa ricchezza va conservata gelosamente e anche se a volte abbiamo opinioni diverse, è bene,perché ciò serve a cementare e a far diventare sempre più forte il legame che ci unisce. Tutto ciò però, non è farina del nostro sacco ma semplicemente lo sport che ci ha uniti, padre buono dei valori importanti della nostra vita sociale. Salvatore Auddino 30 gennaio 2009

Chiesi a Dio...

di essere forte per eseguire progetti grandiosi:

Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.

Domandai a Dio che mi desse la salute

per realizzare grandi imprese:

egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.

Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:

mi ha fatto povero per non essere egoista.

Gli domandai il potere

perché gli uomini avessero bisogno di me:

egli mi ha dato l'umiliazione

perché io avessi bisogno di loro.

Domandai a Dio tutto per godere la vita:

mi ha lasciato la vita

perché potessi apprezzare tutto.

Signore, non ho ricevuto niente di quello

che chiedevo,

ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno

e quasi contro la mia volontà.

Le preghiere che non feci furono esaudite.

Sii lodato; o mio Signore,

fra tutti gli uomini

nessuno possiede quello che ho io!

Kirk Kilgour

Entra qui

Created By Correre.org

 

A.S.D. Miletomarathon Presidente Salvatore Auddino  Sede: Via Cattaneo 28 - 89852 Mileto (VV) - C:F:e.P.iva:96025290790 - Codice Fidal VV 363 - Coni: Registro Nazionale N°921312 -ASI CAL-VV0084 - Tl.09631936630 - Cell.3388306612

 

info@correre.org

miletomarathon@libero.it

salvatoreauddino@email.it 

 

Correre.org e Miletomarathon Webmaster Salvatore Auddino

Created By correre.org