CORRERE.ORG E' IL PORTALE DEL RUNNER ,NEL MENU' DI SINISTRA POTETE TROVARE TUTTE LE UTILITY PER IL RUNNING. ATTENZIONE TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE DAL 2004 AD OGGI DELLE VARIE GARE ED EVENTI ,SONO SCARICABILI GRATUITAMENTE LE TROVERETE IN ARCHIVIO GENERALE NEL MENU' DI SINISTRA.INOLTRE TUTTI GLI ARTICOLI SCRITTI NEL CORSO DEGLI ANNI SULLE VARIE GARE. GLI ARTICOLI ARCHIVIATI RIGUARDANO QUELLI PRODOTTI DA CORRERE.ORG, E NON QUELLI ESTERNI ARRIVATI ALLA REDAZIONE E PUBBLICATI NEL CORSO DELL'ANNO. INOLTRE UN MODO DI UTILITY SULLLA CULTURA E CURIOSITY.

XXVI Maratona Città di Palermo |

22 Novembre 2020

LE GARE NAZIONALI DI SETTEMBRE 2020 04-06/09 N Annullato - LV Campionato Nazionale AICS su Pista OUTDOOR Cervia (RA)  05/09 N Annullato - TROFEO delle REGIONI su PISTA MASTER OUTDOOR Asti (AT)  05/09 N XXX^ Miglio Ambrosiano / Trofeo Don Kenya Run OUTDOOR San Donato Milanese (MI)  05/09 I Annullato - XXIX^ Trofeo Int.le Giovanile di Atl. Legg. Città di Majano OUTDOOR Majano (UD) 05/09 I Annullata - III^ Asta in Piazza PIAZZA e altri ambiti Aosta (AO)  05/09 N Annullato - V^ Meeting Citta' dell'Aquila di Miguel e Michela OUTDOOR L'aquila (AQ)  06/09 B IV^ Ultramaratona delle Fiabe km 46,4 ULTRAMARATONA Rapone (PZ)  06/09 B Annullata - VII^ CorriAmo Valverde km 10 STRADA Valverde (PV) 06/09 B Annullata - XXXIX^ Trofeo Marmitte dei Giganti MONTAGNA Chiavenna (SO)  06/09 B XII^ Montanara Running km 10 STRADA Parma (PR) 06/09 B 1° Tappa Circuito Tricolore Nordic Walking Agonistico NORDIC WALKING Bologna (BO)  07-13/09 B IX^ 6 Days UMF - Italian Ultramarathon Festival 6 giorni ULTRAMARATONA Policoro (MT) 08/09 I XXXIV^ Gara Int.le di Salto con l'Asta in Piazza PIAZZA e altri ambiti Chiari (BS)  08/09 I LVI^ Palio Citta' della Quercia OUTDOOR Rovereto (TN)  11/09 B XIII^ Half Marathon di Arenzano km 21,0975 STRADA Arenzano (GE)  11-13/09 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e a SQUADRE su PISTA (1^ prova) ALLIEVI (comprese le Prove Multiple) OUTDOOR Rieti (RI) 12-13/09 G XXIII^ Südtirol Drei Zinnen Alpine Run km 17,5 MONTAGNA Sesto/sexten BZ  12/09 B Annullata - XIV^ Strapollese km 10 STRADA Polla (SA)  12/09 I Annullato - XXXIV^ Meeting Citta' di Padova OUTDOOR Padova (PD)  12-13/09 N Annullati - C.D.S. UNDER 23 SU PISTA - Finale Nazionale OUTDOOR Bergamo (BG)  12/09 I Annullati - CAMPIONATI MONDIALI KM 100 ULTRAMARATONA Winschoten --  12/09 B XVII^ Ganten Monza21 (km 10) km 10 STRADA Monza (MB)  12/09 N Annullato - XIII^ Memorial Giorgio Guarnelli OUTDOOR Roma RM  12-13/09 N Annullati - C.D.S. ALLIEVI DI PROVE MULTIPLE - Finale Nazionale OUTDOOR Abano Terme (PD)  13/09 B VIII^ Ganten Monza21 Half marathon (km 30) km 30 STRADA Monza (MB)  13/09 B Annullata - V^ La Corsa dei Record km 21,0975 STRADA Lanzo Torinese (TO)  13/09 B XXXIX^ Giro Podistico Internazionale Città di Pordenone km 10 STRADA Pordenone (PN)  13/09 B Annullata - V^ "Del Riso...La Maratona" (km10) km 10 STRADA Santhia' VC  13/09 B Annullata - XXIII^ Parma Mezza Maratona km 21,0975 STRADA Parma (PR)  13/09 B Annullata - XIV^ Maratonina sul Graticolato Romano km 21,0975 STRADA San Giorgio Delle Pertiche (PD)  13/09 B Annullata - V^ "Del Riso...La Maratona" (km 21,097) km 21,0975 STRADA Santhia' VC  13/09 B Annullata - V^ "Del Riso...La Maratona" (km 42,195) km 42,195 STRADA Santhia' VC  13/09 N I^ Campionato Nazionale UISP 30 Km su Strada STRADA Borello-cesenatico FC  13/09 G Annullata - XCV^ Giro Podistico Internazionale di Castelbuono km 11,340 U STRADA Castelbuono (PA)  13/09 B Annullata - IX^ Maratona Alzheimer 2020 km 42,195 STRADA Cesenatico (FC)  13/09 B Annullata - III^ Mezza Maratona Alzheimer - Memorial Azeglio Vicini km 21,0975 STRADA Cesenatico (FC)  13/09 B XVII^ Ganten Monza21 Half marathon (km 21,097) km 21,0975 STRADA Monza (MB)  17/09 I Golden Gala OUTDOOR Roma RM  18-20/09 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI su PISTA JUNIORES e PROMESSE (comprese le Prove Multiple JUNIORES e PROMESSE) e UNDER 23 a SQUADRE (1^ prova) OUTDOOR Grosseto (GR) 19/09 B 1^ Tappa Circuito Tricolore Nordic Walking Agonistico NORDIC WALKING Mestre VE  19-20/09 I Annullati - CAMPIONATI EUROPEI 24 ORE su STRADA STRADA San Giovanni Lupatoto (VR)  19-20/09 N Annullati - CAMPIONATI REGIONALI INDIVIDUALI ALLIEVI su PISTA OUTDOOR Sedi Varie --  19-20/09 B XXVI^ Lupatotissima 24 h ULTRAMARATONA San Giovanni Lupatoto (VR) 20/09 B Annullata - III^ 13 Miglia Dannunzio Run (13MDR) MONTAGNA Gardone Riviera (BS)  20/09 B Annullata - I^ La 10 km di Sesto km 10 STRADA Sesto San Giovanni (MI)  20/09 B Annullata - XXIV^ CorriGubbio km 10 STRADA Gubbio (PG)  20/09 B XXXIII^ Stramaxima - XXXI Trofeo E. Manzari km 10 STRADA Casamassima (BA)  20/09 B II^ Half Marathon di San Nicandro Garganico km 21,0975 STRADA San Nicandro Garganico (FG)  20/09 B VI^ Stravalnerina km 10 STRADA Ferentillo - Arrone TERNI 20/09 N IV^ Trofeo delle Regioni UISP - XII^ Campionato Nazionale UISP di Trail Running TRAIL Picinisco (FR)  20/09 B Annullata - I^ La Mezza di Sesto km 21,0975 STRADA Sesto San Giovanni (MI)  20/09 B Annullata - XXXVIII^ Mezza Maratona del Piceno Fermano km 21,0975 STRADA Porto San Giorgio (FM) 20/09 B Annullata - I^ 10k La Gardonese - Della 13 Miglia Dannunzio Run MONTAGNA Gardone Riviera (BS)  20/09 B Annullata - III^ Certame in Strada km 10 STRADA Barletta (BT)  20/09 B Annullata - XLVII^ Maratona del Mugello km 42,195 STRADA Borgo San Lorenzo (FI)  20/09 B Annullata - XVII^ Treviso Marathon km 42,195 STRADA Treviso (TV)  20/09 S Annullata - XII^ Padova Half Marathon km 21,0975 STRADA Padova (PD)  20/09 S Annullata - XXI^ Padova Marathon km 42,195 STRADA Padova (PD)  20/09 B Annullata - XI^ Corrinfiore "Memorial Giovanni Talerico" km 10 STRADA San Giovanni In Fiore (CS)  20/09 B Annullata - I^ Alessandria Half Marathon km 21,0975 STRADA Alessandria (AL)  20/09 B XXV^ Trieste Half Marathon km 21,0975 STRADA Trieste (TS)  20/09 B Annullata - II^ Strafloridia 2020 km 10 STRADA Floridia (SR)  20/09 B XX^ Maratonina Città di Terrasini km 21,0975 STRADA Terrasini (PA)  25/09 N IX^ Meeting Citta' di Molfetta - 9° Trofeo Exprivia OUTDOOR Molfetta (BA)  26/09 B V^ SoRun km 21,0975 STRADA Sondrio (SO)  26/09 B V^ 6 Ore di Azzano 6h ULTRAMARATONA Azzano San Paolo (BG) 26/09 B IV^ Camina'a Storica Trail TRAIL Navazzo BS  26/09 B IX^ Xcorrere la Storia km 10 STRADA Benevento (BN)  26-27/09 N Annullata - C.D.S. SU PISTA ALLIEVI/E - Finale "B" Gruppo TIRRENO OUTDOOR Firenze (FI)  26-27/09 N Annullata - C.D.S. SU PISTA ALLIEVI/E - Finale “A” OUTDOOR Modena (MO)  26-27/09 N Annullata - C.D.S. SU PISTA ALLIEVI/E - Finale "B" Gruppo NORD-OVEST OUTDOOR Boissano (SV)  26-27/09 N Annullata - C.D.S. SU PISTA ALLIEVI/E - Finale "B" Gruppo NORD-EST OUTDOOR Cles (TN)  26-27/09 N Annullata - C.D.S. SU PISTA ALLIEVI/E - Finale "B" Gruppo ADRIATICO OUTDOOR Sulmona (AQ) 26/09 N II^ Birrasta - Memorial Gianpaolo "Papo" Bolondi PIAZZA e altri ambiti Novellara (RE) 27/09 B X^ Salomon Running Milano TRAIL Milano (MI)  27/09 N XXIX^ Campionato Nazionale UISP Corsa su Strada STRADA Chianciano Terme (SI)  27/09 B VI^ 10 km dei Boschi Memorial Marcello e Osvaldo Longo km 10 STRADA Calimera (LE)  27/09 N CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE ASSOLUTO E PROMESSE M. 10.000 SU PISTA nell'ambito del XXIX^ Meeting Citta' di Conegliano OUTDOOR Vittorio Veneto (TV)  27/09 B Annullata - V^ Hipporun Mezza Maratona di Vinovo km 21,0975 STRADA Vinovo (TO)  27/09 B Annullata - XV^ Maratonina dei Borghi Citta' di Pordenone km 21,0975 STRADA Pordenone (PN)  27/09 B Annullata - XIX^ Corripavia Half Marathon km 21,0975 STRADA Pavia (PV)  27/09 B Annullata - I^ Ultra50kGargano km 50 ULTRAMARATONA Manfredonia (FG)  27/09 N XIV^ Meeting Nazionale Giovanile Citta' di Chiari OUTDOOR Chiari (BS)  27/09 I XXIX^ Meeting Citta' di Conegliano OUTDOOR Vittorio Veneto (TV)  27/09 B IX^ La 30 Trentina km 30 STRADA Levico Terme (TN)  27/09 B Annullata - IV^ Hippoten 10 Km di Vinovo km 10 STRADA Vinovo (TO)  27/09 B Annullata - XIX^ Corripavia 10k km 10 STRADA Pavia (PV)  27/09 B III^ La Corsa della Corona km 70 ULTRAMARATONA Finale Ligure (SV)  27/09 B XII^ Tranincorsa km 21,0975 STRADA Trani (BT)  27/09 B Annullata - III^ Trofeo Maratonina Perla del Tirreno km 21,0975 STRADA Cefalu' PA  27/09 B Annullata - X^ Ferraramarathon km 42,195 STRADA Ferrara (FE)  27/09 B Annullata - XXVIII^ Ferrara Half Marathon km 21,0975 STRADA Ferrara (FE)  27/09 B XXI^ Maratonina Città di Udine km 21,0975 STRADA Udine (UD) ------------------------------------------------------- CALABRIA SETTEMBRE 2020 05/09 R TAC - Quinta Manifestazione Regionale su pista OUTDOOR Reggio Calabria RC

Per conoscere la vostra posizione societaria cliccare sulla  Regione

You Tube Canale Correre.org


SEGNALA QUESTO SITO INTRODUCI LA E-MAIL DEL DESTINATARIO DESTINATARIO
SONO LE di

Siamo forti maratoneti perchè siamo il piede dell’Italia



Created By Correre.org

Giomi: un Golden Gala da ricordare 19 Sett. 2020

Il presidente federale sulla magica serata dell’Olimpico: frutto del lavoro di tutta l’Atletica Italiana

Quel che è accaduto ieri sera all’Olimpico non era affatto scontato. Abbiamo assistito ad una serata magica, contrassegnata da tanti risultati di livello mondiale, da numerose prestazioni di rilievo degli azzurri, e dalla gemma della miglior prestazione mondiale all’aperto nel salto con l’asta di Armand Duplantis. Emozioni straordinarie, vissute senza un momento di tregua, tra pista e pedane.

Un meeting internazionale di atletica nell’anno della pandemia globale: quella che poteva sembrare una contraddizione appena qualche mese fa, si è trasformata in realtà ieri sera all’Olimpico, come frutto della scelta precisa di voler dare contenuti ad un anno a dir poco complesso. Siamo partiti da lontano, mesi fa, ipotizzando, nel pieno del momento di difficoltà per il nostro Paese, solo poche gare in pista a corsie alternate. E cercando di capire come poter permettere lo svolgimento di qualche concorso. Da lì, una evoluzione continua, segnata dalla riscrittura costante dei protocolli, sempre ricercando un obiettivo: la continuità nel rispetto della sicurezza.

E dunque, nulla di scontato, nel risultato di ieri, ma allo stesso tempo, nulla di casuale. L’Atletica Italiana può essere orgogliosa di come è stato affrontato questo momento così difficile del nostro essere comunità. Voglio dire grazie a tutti coloro che hanno contribuito al completamento di questo percorso: alle società, agli atleti, ai tecnici, ai dirigenti, ai giudici, a tutti coloro che hanno speso e spendono il loro tempo da volontari. E a quanti hanno contribuito, con il proprio lavoro, a realizzare una straordinaria edizione del Golden Gala Pietro Mennea. La ricorderemo tutti a lungo.

Alfio Giomi

compleanno/birthdays

cumpleanos/anniversaires 

geburtstage                                               

Marcia: lo svedese Karlstrom torna e vince la 20 km ad Alytus 19 settembre 2020

La medaglia di bronzo mondiale in carica Perseus Karlstrom ha fatto un ritorno vincente alle competizioni nel 46 ° Festival Internazionale di Marcia ad Alytus venerdì (18) pomeriggio, il primo dei tre Incontri di marcia che si terranno entro la fine di ottobre.

 

Karlstrom è stato l’unico marciatore a raggiungere lo standard di qualificazione olimpica dei 20 km, abbassando il tempo di qualificazione di due secondi con il suo tempo di 1:20:58.

“Il mio obiettivo era fare una buona gara e puntare alla vittoria. Non avevo in mente un momento specifico. È stato un anno davvero strano ed è bello fare almeno una gara prima dell’allenamento invernale “, ha detto Karlstrom.

 

Karlstrom avrebbe potuto aspettarsi una gara più combattuta con Christophe Linke, ma il tedesco si è ritirato. Invece lo svedese ha comunque accumulato un comodo margine di vittoria di 12 secondi sugli ucraini Ivan Losev (1:21:10) e Nazar Kovalenko (1:21:12) con l’inglese Callum Wilkinson quarto con il PB di 1:21:21.

“È davvero difficile dire chi è in forma e chi no”, ha detto Karlstrom. “Ovviamente sapevo di stare abbastanza bene anche se non sono stato in grado di allenarmi bene in estate a causa di vari problemi fisici, ma sono soddisfatto del mio risultato”.

 

La prestazione di ieri ha segnato la seconda vittoria degna di nota di Karlstrom ad Alytus in diciotto mesi dopo aver vinto la European Race Walking Cup nello stesso circuito lo scorso maggio e prima di vincere il bronzo ai Campionati mondiali di atletica leggera a Doha.

 

 

Nella gara femminile successo casalingo per Brigita Virbalyte-Dimsiene che, come Karlstrom, è allenata dal tecnico australiano Brent Vallance.

La 35enne, ha ottenuto una netta vittoria in 1:30:54 sigillando lo standard di qualificazione olimpica e battendo di quasi tre minuti l’Ungherese Viktoria Madarasz (1:33:41).

 

Risultati completi qui .

Golden Gala, l’atletica mondiale ringrazia l’Italia 18 Settembre 2020

Unanime l’apprezzamento internazionale per l’allestimento di una splendida edizione della tappa romana della Wanda Diamond LeagueCi sono

tante piccole cose che accadono, dietro le quinte, al termine di un evento. Sorrisi, sguardi, commenti. Come tessere di un mosaico. Alla fine, l’immagine che se ne ricava, è ciò che resta nei ricordi. Ieri sera, a Golden Gala concluso, era percepibile la sensazione di gratitudine del mondo (con la minuscola) dell’atletica. Per ciò che l’Italia ha saputo, e con determinazione voluto, fare in un momento così difficile, un tempo contrassegnato dal nuovo perimetro imposto dalla pandemia.

Sì, questa è l’immagine finale del Golden Gala 2020. Il grazie espresso all’Atletica Italiana, in mille forme diverse, dagli atleti – e non solo da loro – di tanti Paesi. Non era affatto scontato, che a Roma, il 17 settembre, si potesse organizzare un (grande) meeting internazionale di atletica leggera, atto finale, o quasi, di una stagione che è riuscita a offrire sprazzi di normalità in un contesto decisamente anomalo.

 

Tutti, alla vigilia, sapevano quanto difficile fosse, e tutti hanno voluto manifestare, al termine di una serata brillante, sempre viva, la propria soddisfazione. Una scossa benefica, nell’anno che ha visto il rinvio dei Giochi Olimpici e di tante altre occasioni di confronto sportivo.

Certo, le tribune vuote. Molti hanno parlato di questo, alla vigilia. Oggi l’argomento è praticamente sparito, travolto dalla prorompente bellezza del salto di Mondo (stavolta con la maiuscola), il 6,15 che ha idealmente ricongiunto, nelle mani di Armand Duplantis, le due parti del titolo di primatista globale del salto con l’asta.

 

Ogni mattina,

alzandoti, e ogni sera, prima di andare a dormire, ringrazia la vita dentro di te e per la vita tutta, per tutte le buone cose che il Creatore ha dato a te e agli altri, e per l’opportunità di crescere ogni giorno di più. Considera quanto hai fatto e pensato nel corso del giorno e chiedi il coraggio e la forza di diventare una persona migliore. Cerca quanto puo’ essere beneficio a tutti.

Rispetto. Rispetto significa:”sentire o dimostrare onore o stima per qualcuno o per qualcosa; considerare il benessere degli altri o trattare qualcuno o qualcosa con deferenza e cortesia”. Mostrare rispetto è un principio di base nella vita: tratta in ogni circostanza ogni persona, dal più piccolo bimbo al più maturo degli anziani, con rispetto

 

Lui, il 20enne svedese, già leader assoluto con il 6,18 raggiunto in sala, si è preso anche il limite outdoor, ed il fatto che lo abbia strappato allo “zar” Sergey Bubka, che a sua volta lo aveva ottenuto in Italia, ha consentito una miriade di richiami alle tante storie che la specialità ha scritto all’interno dei nostri confini. Una manna, per l’atletica mondiale, che vede nello svedese – a lui il Memorial Primo Nebiolo, per il miglior risultato tecnico della serata - la porta d’ingresso in una nuova era sportiva.

Il Golden Gala Pietro Mennea ha confermato quel che di buono, in chiave italiana, si è visto nel corso dei mesi post-lockdown. Da Savona (era il 16 luglio) all’Olimpico: 63 giorni di attività sul suolo nazionale ricchi di risultati, di progressi, anche di primati.

Non è un patrimonio da poco: vuol dire soprattutto continuità, quel ponte in grado di congiungere idealmente Doha (Mondiali 2019) con Tokyo (Giochi Olimpici 2020+1), un collegamento la cui assenza avrebbe potuto produrre danni severi in termini di preparazione degli atleti.

 

La gemma è quella di Yeman Crippa, con il terzo primato italiano migliorato nel giro di poco meno di dodici mesi (dal 6 ottobre 2019, in sequenza, record su 10000, 5000 e 3000 metri, senza contare il miglio, fallito di un’inezia), ma non splende meno la vittoria di Edo Scotti, le cui frequenze asfissianti sulla retta finale potrebbero diventare a breve un marchio di fabbrica riconosciuto a livello continentale. All’interno, una gran messe di risultati, dei quali è spesso difficile cogliere subito il valore, oppure considerati ormai normali, e quindi scarsamente significativi (ahinoi): nel primo gruppo, vanno inclusi sicuramente i passi avanti nei 3000 metri di Osama Zoghlami (7:48.63) e Pietro Riva (7:50.03), nel secondo il 12.83 di Luminosa Bogliolo, splendida seconda nei 100hs, e la cui regolarità comincia a fare meno notizia del dovuto (ovviamente, spiegazione dovuta ai distratti, si tratta di un paradosso). Filippo Tortu e Marcell Jacobs che viaggiano a braccetto, Gianmarco Tamberi a cui manca solo il guizzo finale per portare a casa il successo sperato.

L’abbraccio speciale va a Claudio Stecchi, che sperava nella serata magica di Duplantis, e che invece ha dovuto fermarsi prima ancora di impugnare la sua asta.

Il quarantesimo Golden Gala Pietro Mennea è stato un meeting di livello assoluto. Secondo al mondo per risultati sul campo di gara (battuto solo da Montecarlo), quarto nella classifica generale che tiene conto, oltre che delle performances, anche del livello (in termini di ranking individuale) degli iscritti. Il lavoro di tessitura della trama da parte del Meeting Director Luigi D’Onofrio ha prodotto un risultato di spessore mondiale, salutato come tale nel circuito della Diamond League, orfano quest’anno di tante manifestazioni. Un gioiello, il Golden Gala Pietro Mennea, che ha tante facce nascoste, e che vive del lavoro – come sempre oscuro - di tanti. Un vero e proprio patrimonio dell’Atletica Italiana.

di Marco Sicari

Provincia di Vibo Valentia  photo gallery

Straneo, rientro vincente alla mezza di Monza 13 Settembre 2020

La campionessa italiana di nuovo in gara con 1h13:32 sui 21,097 chilometri: “Finalmente si riparte”. Seconda l’altra azzurra Epis in 1h14:18

 

Ritorno alle corse su strada per due azzurre, con il successo della campionessa italiana Valeria Straneo nella mezza maratona di Monza. Al termine di una gara condotta al comando, la piemontese del Laguna Running in 1h13:32 si lascia alle spalle Giovanna Epis (Carabinieri), staccata all’ottavo chilometro e seconda sulla linea d’arrivo della Ganten Monza21 Half Marathon con 1h14:18.

 

Sette mesi dopo l’ultima volta, si riprende da dove si era rimasti: alla rassegna tricolore di metà febbraio sui 21,097 km a Verona erano finite nell’ordine e quasi con lo stesso distacco, anche se con tempi in quel caso inferiori di un paio di minuti. Ma oggi, nel percorso tra l’autodromo e il parco di Monza, contava soprattutto ritrovare il clima agonistico. Terzo posto di Ivana Iozzia (Calcestruzzi Corradini Excelsior, 1h20:24).

 

“Finalmente si ricomincia! Ci voleva - le parole di Valeria Straneo - perché indossare di nuovo il pettorale di gara è davvero stimolante. Per il crono sono parzialmente soddisfatta, ma il tracciato qui è “grintoso”, molto bello però impegnativo, con la prima parte scorrevole e poi qualche saliscendi nel parco, in una mattinata piuttosto calda e umida.

 

Dal tredicesimo chilometro è quindi un po’ calato il ritmo. Sono contenta di essermi confrontata con Giovanna Epis, e correre con lei mi ha aiutato anche nel periodo di raduno a Sestriere, dopo quello a Livigno.

 

Un buon test sperando di poter gareggiare ai Mondiali di mezza maratona tra un mese in Polonia, che per il momento sono confermati, e magari di affrontare una maratona entro la fine dell’anno”.

 

“Dopo tanto tempo senza gare su strada - commenta la veneziana Epis - e solo con qualche test in pista, l’importante era ripartire. Probabilmente mi aspettavo qualcosa di meglio, anche se devo riassestarmi dopo gli allenamenti in altura, ai duemila metri di Sestriere. Non è facile portare avanti la preparazione, senza obiettivi e riscontri agonistici.

 

Mi auguro anch’io di poter chiudere il 2020 con una maratona e sicuramente mi piacerebbe correre ai Mondiali di mezza, perché tornare a indossare la maglia azzurra sarebbe una nota positiva in un anno come questo”.

 

Tra gli uomini, il comasco Michele Belluschi (Grottini Team Recanati) prevale in 1h09:52 e taglia il traguardo mimando una suonata di violino, davanti a Gianfilippo Grillo (#iloverun Athletic Terni, 1h10:44) e Loris Mandelli (Pol. Carugate, 1h11:54).

l.c.

 

RISULTATI/Results

Legami - potrò ancora cantare -

Scacciami - il mio mandolino

Risuonerà sincero, dentro -

Uccidimi - e la mia Anima salirà

Inneggiando in Paradiso -

Ancora tua -

Emily Dickinson

 

E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti, ed i grandi flutti del mare, ed il lungo corso dei fiumi, e l'immensità dell'Oceano, ed il volgere degli astri.e si dimenticano di se medesimi

(Sant'Agostino)

 

Due amanti silenziosi somigliano a due arpe con lo stesso diapason e pronte a confondere le voci in una divina armonia

(A.Karr)

 

Dovunque l'uomo voglia vendersi trova degli acquirenti

(Henri Lacordaire)

 

E' mia ambizione dire in dieci frasi quello che altri dicono in interi volumi

(Friedrich Nietzsche)

 

E' curioso a vedere che quasi tutti gli uomini che valgono molto hanno le maniere semplici; e che quasi sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco valore

Giacomo Leepardi)

Barletta, Mennea Day più forte di ogni furto 12 Settembre 2020

 

Di corsa sull’asfalto nella città della Freccia del Sud, dopo che nella notte è stato rubato il furgone con pista e blocchi per l’evento che ricorda l’impresa del record mondiale sui 200 metri

 

Si è corso a Barletta per il Mennea Day. Nella città natale del grande campione azzurro, l’evento che celebra l’anniversario dell’indimenticabile record mondiale sui 200 metri (19.72 a Città del Messico il 12 settembre 1979) è andato in scena sull’asfalto di corso Vittorio Emanuele.

 

Ma non sulla pista e con i blocchi di partenza che dovevano essere montati, perché nella scorsa notte è stato rubato all’esterno di un hotel di Bisceglie il furgone con il materiale.

 

“Un anno di lavoro per far sognare i più piccoli in un giorno speciale si è spento, siamo delusi e amareggiati - spiega l’Associazione IoCorro che organizza la manifestazione - ma siamo atleti abituati a combattere.

 

Oggi il Mennea Day si fa lo stesso, non con una pista sotto i piedi ma con più forza di prima come ci insegna la nostra leggenda Pietro Mennea”.

 

A Mezzolombardo (Trento), nei 200 metri in ricordo della “Freccia del Sud”, i più veloci sono stati Marco Martini (Atl. Riccardi Milano) in 21.63 (-0.1) con il primato personale abbassato di tre decimi abbondanti e Alessandra Cuel (Atl. Trento, 27.18), mentre nel lungo 6,08 di Eleonora Filippetto (Team Treviso).

 

Sulla pista di Cagliari, migliori crono di Gianmatteo De Furia (Cagliari Marathon Club) in 22.70 (+0.7) e Patricia Imprugas (Amsicora) con 25.66 (-1.2). A Mereto di Tomba (Udine), ieri nel meeting “Ricordando Paola Furlano”, 200 metri in 21.92 (+0.3) per Cristiano Giovanatto (Atl. Malignani Libertas Udine) e 25.87 (-0.1) di Anna Pizzo (Cus Trieste).

Rombo Faniel a Monza: 28:10 nei 10 km 12 Settembre 2020

Sulle strade dell’autodromo il primatista di maratona sfiora ancora il record italiano, a due secondi dal 28:08 di Meucci dopo il 28:12 di domenica scorsa: “Ora punto ai Mondiali di mezza maratona”

 

Un’altra super prestazione di Eyob Faniel. L’azzurro è di nuovo protagonista di una gara maiuscola nei 10 km di corsa su strada, a Monza, dove chiude in 28:10. Sempre più vicino al record italiano di Daniele Meucci, 28:08 in gennaio a Valencia. Ma il limite resta imbattuto anche stavolta, per soli due secondi, a meno di una settimana dal 28:12 che il 27enne delle Fiamme Oro aveva realizzato domenica a Lens, in Francia, al ritorno in gara. Primatista nazionale di maratona con 2h07:19 quest’anno a Siviglia, il vicentino si conferma in ottima condizione di forma verso i prossimi appuntamenti e in particolare i Mondiali di mezza maratona, previsti il 17 ottobre a Gdynia, in Polonia.

 

Nel circuito disegnato all’interno dell’autodromo, non si risparmia Faniel in un caldo pomeriggio, con partenza poco dopo le ore 16 e circa trenta gradi di temperatura. Per sei chilometri viaggia insieme al pacemaker, il burundese Olivier Irabaruta (Us Quercia Trentingrana). Poi l’atleta allenato da Ruggero Pertile continua in solitaria, con l’occhio sul cronometro, e ci prova fino alla fine migliorando il tempo dello scorso weekend, ma non abbastanza per il record. Nettamente staccati gli altri: secondo posto a Badr Jaafari (Varese Atletica, 30:39), terzo Salvatore Gambino (Dk Runners Milano, 30:52).

 

“Tutto sommato posso essere contento per il risultato - commenta Faniel - perché vuol dire che sono in grado di correre forte anche con il caldo, che certamente si è fatto sentire. La gara è stata impostata bene, su un percorso veloce, con una lepre fino al sesto chilometro. Ho perso qualche secondo rispetto alla tabella di marcia al settimo e all’ottavo, poi ho recuperato negli ultimi due.

 

È stata una bella emozione gareggiare qui, provando a immaginare la traiettoria delle curve come fanno i piloti di Formula Uno, anche se a velocità diversa, e mi sono divertito. All’arrivo c’era anche un pizzico di dispiacere per aver mancato il record di così poco, che però mi dà la carica per lavorare con ancora più impegno sul prossimo obiettivo.

 

Questa nuova parte di stagione è iniziata nel modo giusto. Ora punto con decisione ai Mondiali di mezza maratona, che per il momento è l’unica gara nei miei programmi immediati”.

 

Al femminile Raimonda Nieddu (Cagliari Atl. Leggera) in 36:06 precede la junior Sara Nestola (Self Atl. Montanari & Gruzza Reggio Emilia, 37:27) e Sara Bazzoli (Atl. Gavardo ’90 Libertas, 37:42) in una gara disputata seguendo le attuali linee guida sulla sicurezza, dalla partenza con la mascherina al numero contingentato di partecipanti. Il weekend della Ganten Monza21 prosegue domenica mattina con la mezza maratona che dalle ore 9.30 attende al via la campionessa italiana Valeria Straneo (Laguna Running) e l’altra azzurra Giovanna Epis (Carabinieri).

l.c.

- RISULTATI/Results

 

Farò della mia anima uno scrigno

per la tua anima,

del mio cuore una dimora

per la tua bellezza,

del mio petto un sepolcro

per le tue pene.

Ti amerò come le praterie amano la primavera,

e vivrò in te la vita di un fiore

sotto i raggi del sole.

Canterò il tuo nome come la valle

canta l'eco delle campane;

ascolterò il linguaggio della tua anima

come la spiaggia ascolta

la storia delle onde.

 

~ Kahlil Gibran ~

Charlie Chaplin

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita

prima che l’opera finisca senza applausi…

Mo Farah vince la Mezza Maratona in Irlanda del Nord ma senza record 12 settembre 2020

 

Il quattro volte medaglia d’oro olimpico Sir Mo Farah ha conquistato la vittoria nlla P&O Ferries Antrim Coast Half Marathon vicino a Belfast e ha concluso in 60 minuti e 27 secondi

 

Il famoso corridore di lunga distanza della Gran Bretagna è tornato in gara dopo aver battuto il record mondiale dell’ora al suo ritorno in pista all’inizio di questo mese.

 

Quello di oggi è stato uno dei primi grandi eventi sportivi nell’Irlanda del Nord dopo il blocco del coronavirus e il numero di spettatori è diminuito significativamente rispetto alle decine di migliaia normalmente previste.

 

Il percorso riprogettato è stato uno dei più pianeggianti e veloci nel Regno Unito e in Irlanda, in cui si potevano ammirare molti importanti punti di riferimento e paesaggi mozzafiato lungo il percorso.

 

 

Allorché la terra fu creata con tutti gli esseri viventi,

l'intenzione del Creatore non fu di renderla vivibile solo agli uomini.

Siamo stati messi al mondo

assieme ai nostri fratelli e sorelle,

con quelli che hanno quattro zampe,

con quelli che volano e con quelli che nuotano.

Tutte queste forme di vita, anche il più piccolo filo d'erba,

formano con noi una grande famiglia.

Tutti siamo fratelli e tutti siamo ugualmente importanti su questa terra.

Faniel trionfa a Lens, primato a un soffio 06 Settembre 2020

Nei 10 km in Francia, al rientro in gara dopo oltre sei mesi, il recordman di maratona vince in 28:12 e manca per soli 4 secondi il miglior tempo italiano di sempre (28:08 di Meucci): “Bello ripartire così”

Bel ritorno in gara per Eyob Faniel. A Lens, nel nord della Francia, l’azzurro vince nettamente in una corsa su strada di 10 chilometri con il tempo di 28:12, sfiorando il record italiano sulla distanza. Il 27enne delle Fiamme Oro arriva ad appena quattro secondi dal limite di 28:08 ottenuto in questa stagione da Daniele Meucci, a Valencia il 12 gennaio.

 

Per Faniel era il rientro agonistico a più di sei mesi dall’ultima competizione, il 23 febbraio a Siviglia, dove ha stabilito il primato nazionale di maratona con 2h07:19 togliendolo all’olimpionico Stefano Baldini.

 

Una prova quasi tutta in solitaria per il vicentino allenato da Ruggero Pertile, con il cronometro come unico vero riferimento sui 10 km all’interno dell’evento La Route du Louvre. Davanti per dettare il ritmo fin dall’inizio, in una corsa senza pacemaker designati e con partenze scaglionate, a piccoli gruppi, indossando la mascherina in fase di avvio. Si trova già in testa al terzo chilometro, staccando il gruppo degli avversari, e il tempo ufficioso al quinto è di 14:20 prima di una seconda parte meno impegnativa, ma con l’arrivo in leggera salita.

 

Al traguardo c’è comunque il record personale, migliorando di nove secondi il 28:21 con cui aveva vinto la BOclassic di Bolzano nel giorno di San Silvestro, alla fine dell’anno scorso. Oltre un minuto il vantaggio sul transalpino Yann Schrub (29:15), terzo il connazionale Mickael Gras (29:42).

 

“Sono comunque felice - racconta Faniel - di essere tornato in gara dopo tanto tempo. Bello ripartire, ancora più bello con un buon risultato come questo. Non vedevo l’ora e quasi mi ero dimenticato le sensazioni, così intense, che si provano solo quando si indossa il pettorale e cresce l’adrenalina. Ho cercato di partire subito forte, perché sapevo di star bene. Però il tracciato nella prima metà era piuttosto impegnativo, con diversi saliscendi, e quando ho visto il crono intermedio non pensavo al record, ma solo a correre tranquillo. Poi invece nel percorso c’erano tratti pianeggianti e altri in leggera discesa.

 

Allora mi sono detto che potevo provarci e sono riuscito a spingere fino alla fine, anche se non è bastato. Ho mancato di poco il record, ma va bene lo stesso e ritenterò la prossima volta”.

 

Tra pochi giorni, sabato 12 settembre, è atteso di nuovo al via sui 10 km a Monza, nell’ambito della Ganten Monza21, con l’obiettivo sui Mondiali di mezza maratona previsti il 17 ottobre a Gdynia, in Polonia.

l.c.

 

Siamo a 300 grazie a v oi

Siamo donne uomini e marziani

Siamo il coraggio

che ti fa cominciare

la passione per continuare

la sfida con te stesso

Siamo le gocce di sudore

le lacrime di gioia

il bacio alla terra di Gelindo

il pugno al cielo di Stefano

Siamo i master pieni di futuro

i chili che hai perso

i compagni di strada

che altrimenti

non avresti conosciuto

Siamo borracce, canfora

e pipì dietro gli alberi

Siamo la tua prima maratona

e non saremo l'ultima

neve, deserto, pietr e città

e polvere di pioggia

e rispetto dell'avversario

Siamo albe

di colazioni al miele

buio di sentieri da trail

tende e veglie nella 24 ore

scarpe che non vuoi

ti buttino via

siamo bottega amara

di cortesia

Siamo domande, dubbi,

perchè, errori, infortuni

Siamo e saremo solo

tempi di passaggio.

Crippa, record del miglio sfiorato: 3:52.08-05 Settembre 2020

 

Resiste il primato di Genny Di Napoli: a San Donato Milanese convincente prova dell’azzurro a dodici centesimi dal limite nazionale del 1992. “Martedì a Ostrava ancora più carico per i 5000”Il record dei 1500 compirà trent’anni mercoledì prossimo, e anche quello del miglio, sempre di Gennaro Di Napoli, non cambia padrone. Almeno per ora. Resiste a San Donato Milanese il primato italiano dei 1609,34 metri: lo sfiora Yeman Crippa (Fiamme Oro) che termina il proprio tentativo con il crono di 3:52.08, a soli dodici centesimi dal 3:51.96 che Di Napoli stabilì ventotto anni fa sulla pista della stessa località lombarda. Sotto gli occhi del recordman, il primo a complimentarsi con il talento trentino (“Non avrà problemi a farlo, ha un giro di gambe troppo bello”) Crippa produce comunque una prova di estrema qualità, che fa ben sperare in vista dell’assalto al record dei 5000 in programma martedì a Ostrava in Repubblica Ceca. L’azzurro è secondo al traguardo, sulla scia dell’australiano Matthew Ramsden (3:51.23, migliore prestazione mondiale 2020) e davanti all’altro aussie Ryan Gregson (3:52.38). Più distanziati Osama Zoghlami (Aeronautica, 3:56.87), Joao Bussotti (Esercito, 3:57.54), Pietro Riva (Fiamme Oro, 3:57.90) e Pietro Arese (Safatletica Piemonte, 3:59.56). “Buono, un bel tempo, però per dodici centesimi è sfuggito l’obiettivo e sicuramente dispiace - le parole di Crippa, ottavo al mondo a Doha nei 10.000 con il primato italiano -. Se dovevo dare il 100% per fare il record, stavolta ci siamo fermati al 98-99%. È un battito di ciglia, difficile anche da spiegare dove abbia perso il record”.

 

Ma pensa già al prossimo impegno: “Di sicuro per Ostrava mi resta ancora più voglia: gli stimoli li ho, andrò in Repubblica Ceca carichissimo, stavolta non anticipo nulla sul crono che potrò valere ma farò la mia gara“.

Nella gara clou del 30° Miglio Ambrosiano-Trofeo Don Kenya Run, le due lepri Lorenzo Pilati (Valli di Non e Sole) e il polacco Adam Czerwinski pilotano il gruppo nei primi tre giri, dopodiché Crippa (i passaggi manuali: 57.6 il primo 400, 1:54.7 agli 800, 2:53.1 ai 1200) deve vedersela da solo contro gli australiani. E si comporta egregiamente, perdendo soltanto in volata e confermando il buon periodo di forma, in una stagione che l’ha già portato a correre il più veloce 1500 italiano dal 1996 (3:35.26 a Rovereto).

 

Nella seconda serie maschile, il miglior tempo è per Ala Zoghlami (Fiamme Oro) che prevale con 4:01.54, ma c’è da segnalare anche il record del mondo master M45 di Davide Raineri (San Rocchino): era già suo, e stasera lo abbassa a 4:10.30.

 

Lo sport, va da dire che le discipline sportive sono tante, di sicuro il loro papà si chiama sport ed è il proprietario di tutte le attività psico- fisiche. Quando si intraprende una disciplina, si entra far parte di un mondo diverso, un mondo fatto di regole e di rispetto, un mondo che ti matura dentro l'anima e ti fa sopportare fatiche immense,un mondo che ti ricompensa con momenti di vera felicità, è come il contadino quando ara la terra e semina, all'inizio è sofferenza e stanchezza ma poi arriva il tempo del raccolto dei frutti; chi ha seminato bene raccoglie frutti buoni. Quando sono arrivato qui a mileto non avevo né terra né alberi da frutto, allora, ho pensato che bisognava seminare qualcosa e così ho fatto; ho seminato quello che la vita mi ha insegnato ossia amare la natura, vivere lo sport come stile di vita, avere rispetto delle cose e degli altri, e così, anche io, mi ritrovo a raccogliere i frutti della mia semina che si chiamano amicizia, amore, fraternità; cose che ultimamente sono diventate una merce molto rara. Se non avessi divulgato lo sport ,oggi , non avrei avuto gli amici che ho, che mi fanno sentire importante e mai solo, sono fiero di loro e ne ho molta stima; questa ricchezza va conservata gelosamente e anche se a volte abbiamo opinioni diverse, è bene,perché ciò serve a cementare e a far diventare sempre più forte il legame che ci unisce. Tutto ciò però, non è farina del nostro sacco ma semplicemente lo sport che ci ha uniti, padre buono dei valori importanti della nostra vita sociale. Salvatore Auddino 30 gennaio 2009

LA GARA FEMMINILE - Tra le donne, il successo non sfugge a Giulia Aprile: primo posto con 4:36.44 per la siciliana quattro volte campionessa italiana dei 1500 tra indoor e outdoor. La 24enne dell’Esercito precede Micol Majori (Pro Sesto Atl.) che chiude in 4:39.42 e Martina Tozzi (Fiamme Gialle) in 4:40.96. “Vengo da due stagioni condizionate dagli infortuni e riparto da qui”, le parole della vincitrice, in una gara che era stata scandita da Sophia Favalli come pacemaker nella prima fase e poi indirizzata dall’assolo della Aprile nell’ultimo giro.

naz.orl.   (ha collaborato Cesare Rizzi/FIDAL Lombardia)- ISCRITTI/Entries

Hassan e Farah doppio record nell’ora 04 Settembre 2020

In Diamond League a Bruxelles l’olandese migliora il primato del mondo di Dire Tune percorrendo 18,930 km. Il britannico aggiorna quello di Gebrselassie con 21,330 km. E il belga Abdi fa tris ai 20.000 in 56:20.02Straordinario doppio primato del mondo cercato e voluto con determinazione da Sifan Hassan e Mo Farah, per un'inedita accoppiata al maschile e al femminile sulla stessa distanza e nello stesso meeting.

 

E' il Memorial Van Damme di Bruxelles, tappa odierna della Wanda Diamond League, che regala emozioni con i due assi plurimedagliati. La prima missione compiuta è di Sifan Hassan, iridata su 1500 e 10.000 metri a Doha, che è riuscita a migliorare il limite mondiale dell'ora di corsa percorrendo 18,930 km. Il record dell'olandese eclissa il vecchio primato dell'etiope Dire Tune (18,517 km) stabilito dodici anni fa a Ostrava. La Hassan coglie ovviamente anche il record europeo, sottraendolo a Silvana Cruciata, che a Roma nel 1981 percorse 18,084 km. La Hassan ha preceduto l'israeliana Lonah Salpeter, anche lei con 18,751 km meglio del vecchio limite.

 

Squalificata per infrazione di corsia la keniana primatista del mondo di maratona Brigid Kosgei, che ha ingaggiato un lungo testa a testa con l'olandese.

A fine serata arriva il bis, al termine di un entusiasmante duello con il belga Bashir Abdi, da parte di Mo Farah. Per il britannico, rientrato in una gara in pista a tre anni dall'ultima, la bellissima finale di Diamond League a Zurigo 2017 sui 5000 metri, si tratta del primo record mondiale della carriera, pur se già in possesso di una miglior prestazione mondiale al coperto sulle due miglia (8:03.40). Farah chiude l'ora di corsa coprendo 21,330 metri, contro i 21,285 di Haile Gebrselassie (Ostrava 2007) al quale viene sottratto stasera anche il record dei 20.000 metri (56:26.0), migliorato verso la fine da Abdi (56:20.02), momentaneamente in testa prima della volata di Farah, alla ricerca dei metri necessari all'impresa nel poco tempo rimasto prima dello scoccare dell'ora. Lo stesso Abdi, a sua volta, riesce nell'impresa di superare il chilometraggio del grande etiope, chiudendo con 21,322 chilometri nelle gambe. Spettacolare, nelle riprese televisive, la sovrapposizione con il Gebrselassie virtuale del record del mondo di Ostrava. Show doppio, firmato da due grandissimi.

INGEBRIGTSEN TOP - Anche senza lo stimolo di Timothy Cheruiyot, il norvegese primatista europeo dei 1500 metri Jakob Ingebrigtsen ha non solo dominato ma anche firmato un altro crono straordinario in 3:30.69, correndo la terza parte di gara praticamente da solo e precedendo con ampio margine lo spagnolo Jesus Gomez (3:34.64). Altro successo belga della serata all'ostacolista Anne Zagré in 13.21 (-0.2), quarta l'iridata di eptathlon Katerina Johnson-Thompson che porta lo stagionale a 13.59. Nell'alto donne vince l'australiana Nicola McDermott con 1,91, e anche qui la Johnson-Thompson si migliora con 1,84. Ad inizio meeting i 100 metri in carrozzina, con record mondiale del belga Peter Genyn in 19.71.

CRONOLOGIA DEL RECORD DEL MONDO DELL'ORA DI CORSA FEMMINILE

18,084 km Silvana Cruciata ITA Roma 2 maggio 1981

18,340 km Tegla Loroupe KEN Borgholzhausen 7 agosto 1998

18,517 km Dire Tune ETH Ostrava 12 giugno 2008

18,930 km Sifan Hassan NED Bruxelles 4 settembre 2020

CRONOLOGIA DEL RECORD DEL MONDO DELL'ORA DI CORSA MASCHILE

20,190 km Bill Baillie NZL Auckland 24 agosto 1963

20,323 km Ron Clarke AUS Geelong 27 ottobre 1965

20,644 km Gaston Roelants BEL Leuven 28 ottobre 1966

20,784 km Gaston Roelants BEL Bruxelles 20 settembre 1972

20,907 km Jos Hermens NED Papendal 28 settembre 1975

20,944 km Jos Hermens NED Papendal 1 maggio 1976

21,101 km Arturo Barrios MEX La Flèche 30 marzo 1991

21,285 km Haile Gebrselassie ETH Ostrava 27 giugno 2007

21,330 km Mo Farah GBR Bruxelles 4 settembre 2020

- RISULTATI/Results  di Marco Buccellato

Questi i passaggi ogni 2000 metri:

2000 Sheila Chelangat 6:25

4000 Sheila Chelangat 12:49

6000 Sheila Chelangat 19:11

8000 Sheila Chelangat 25:32

10000 Sheila Chelangat 31:53

12000 Sheila Chelangat 38.10

14000 Sifan Hassan 44:30

16000 Brigid Kosgei 50:51

18000 Brigid Kosgei 57:17

 

Questi i passaggi ogni 2000 metri:

2000 Simon Debognies BEL 5:37

4000 Simon Debognies BEL 11.16

6000 Robert Keter KEN 16:55

8000 Robert Keter KEN 22:34

10000 Robert Keter KEN 28:12

12000 Mo Farah GBR 33:51

14000 Mo Farah GBR 39:30

16000 Mo Farah GBR 45:07

18000 Mo Farah GBR 50:43

20000 Bashir Abdi BEL 56:21

Jakob Ingebrigtsen con una superba gara vince nella Diamond League di Bruxelles 4 settembre 2020

 

Senza l’arci-rivale sulla linea di partenza, Jakob Ingebrigtsen aveva l’obiettivo di battere il record europeo di 1500 metri nella Diamond League di questa sera.

 

Ha stabilito quel record lui stesso tre settimane fa a Monaco in 3.28.68. Con ciò, è diventato anche il primo norvegese a correre sotto i 3.30.

 

A Bruxelles, Ingebrigtsen ha corso 3.30.70, con una vittoria netta, ma a una buona distanza dal record.

 

Nelle due precedenti gare della Diamond League, Ingebrigtsen è stato battuto da Timothy Cheruiyot. Il keniota, invece oggi, non era in Svizzera.

 

A Monaco Cheruiyot è arrivato 23 centesimi davanti a Ingebrigtsen, mentre a Stoccolma di 49.

Chiesi a Dio...

di essere forte per eseguire progetti grandiosi:

Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.

Domandai a Dio che mi desse la salute

per realizzare grandi imprese:

egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.

Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:

mi ha fatto povero per non essere egoista.

Gli domandai il potere

perché gli uomini avessero bisogno di me:

egli mi ha dato l'umiliazione

perché io avessi bisogno di loro.

Domandai a Dio tutto per godere la vita:

mi ha lasciato la vita

perché potessi apprezzare tutto.

Signore, non ho ricevuto niente di quello

che chiedevo,

ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno

e quasi contro la mia volontà.

Le preghiere che non feci furono esaudite.

Sii lodato; o mio Signore,

fra tutti gli uomini

nessuno possiede quello che ho io!

Kirk Kilgour

Record del mondo dell’ ora di Sifan Hassan al Memorial Van Damme 4 settembre 2020

 

L’olandese Sifan Hassan ha battuto il record mondiale dell’ora femminile oggi venerdì nel corso del 44 ° Memorial Van Damme, correndo in uno stadio di King Baudouin vuoto, a causa della pandemia di coronavirus.

 

La campionessa del mondo dei 1.500 e 10.000 metri ha percorso una distanza di 18.930 km cancellando il precedente record di 18.517 km stabilito a Ostrava il 12 giugno 2008 dall’etiope Dire Tune.

 

Più tardi in serata, Bashir Adbi e il britannico Mo Farah cercheranno di battere il record dell’ora maschile (21 km 285 m), che l’etiope Haile Gebreselassie detiene dal 2007.

Aggiornati i protocolli pista e non stadia 03 Settembre 2020

Le novità dei documenti FIDAL sulla ripartenza dell'attività agonistica - 3 settembre 2020

Di settimana in settimana, pubblichiamo le novità dei protocolli FIDAL per la ripresa delle attività, in continuo aggiornamento.

AGGIORNAMENTO 3 SETTEMBRE 2020

 

IN PISTA

Alla luce dell’apertura degli sport di contatto e delle esperienze nel frattempo maturate con le competizioni di mezzofondo in varie modalità organizzate sul territorio nazionale, la FIDAL, relativamente al numero dei partecipanti, ha maturato la decisione di aggiornare le modalità di svolgimento delle gare in pista dagli 800 metri a crescere:

•Dagli 800 metri e fino ai 5000 esclusi, n° 12 partecipanti per serie.

•Dai 5000 inclusi ai 10.000, marcia compresa, n° 16 atleti per serie; ove possibile gli atleti dovranno partire suddivisi in due differenti linee di partenza come da Regola Tecnica 17.5.2 (ex Regola 163).

 

NON STADIA

Le modifiche apportate sono poche ma rilevanti, soprattutto perché richieste dai principali organizzatori di maratone italiane, e discusse con loro:

•partenze con mascherina fino a 500 atleti per scaglione (erano 200);

•partenze separate da adeguato intervallo temporale, al fine di mantenere le distanze tra gli atleti: uno scaglione non può partire prima che la procedura di partenza del precedente scaglione non sia ultimata (l’intervallo era genericamente di 5 minuti, non necessariamente adeguato a contesti spaziali differenti);

•distanziamento tra atleti portato a 1 metro (come da normativa; era 1,5 metri prudenziale).

Tra le buone pratiche (non rientra tra gli obblighi): “Come ulteriore dispositivo di protezione dal contatto e in particolare in occasione di competizioni in cui sono prevedibili stagione fredda o meteo avverso, si può ipotizzare di fornire ai partecipanti mantellina impermeabile con cappuccio da indossare prima della partenza”.

 

DOWNLOAD (pdf) - PROTOCOLLO ORGANIZZATIVO TEMPORANEO NON STADIA (agg. 3 settembre 2020)

10 km per Eyob Faniel in Francia 03 Settembre 2020

Il primatista italiano di maratona riparte domenica da Lens: “Non è impossibile il record”. 10 km anche il 12 settembre a Monza, poi una mezza per avvicinarsi ai Mondiali di Gdynia del 17 ottobredi

 

Una bella, bellissima idea. Impadronirsi dei primati italiani della maratona (fatto!), della mezza e dei 10 km nello stesso anno. “A quel punto, questo 2020 non sarebbe così malvagio”, sorride Eyob Faniel, il numero 1 dei maratoneti d’Italia. Scherza, ma mica tanto, perché nelle gambe il vicentino di origine eritrea ha dimostrato di averne, di benzina. Il piano per i prossimi mesi è sul tavolo, studiato insieme a Ruggero “Rero” Pertile: adesso non resta che attuarlo nel miglior modo possibile. Si comincia domenica in Francia, a Lens, nella regione Hauts-de-France con una prima uscita sui 10 km nell’ambito dell’evento La Route du Louvre.

È la distanza su cui il 27enne delle Fiamme Oro aveva entusiasmato nell’ultimo giorno dell’anno passato, conquistando a sorpresa la BOclassic di Bolzano in 28:21. E da qui si riparte dopo oltre sei mesi senza competizioni (salvo quelle virtuali), l’ultima proprio a Siviglia il 23 febbraio nel giorno d’oro del record italiano di maratona (2h07:19). “Non mi pare vero che finalmente si possa gareggiare - le parole di Faniel -. Vengo da due bei periodi in altura, prima a Livigno e poi a Sankt Moritz, giornate stupende nelle quali abbiamo corso circa 180-185 km a settimana, privilegiando lavori più veloci e meno ‘lunghi’: ho fatto 15-20 km in meno a settimana rispetto a quando preparo una maratona, per riuscire a recuperare e spingere di più. Tutto è finalizzato ai Mondiali di mezza maratona”. Che restano in programma a Gdynia, in Polonia, il 17 ottobre.

Prima della rassegna iridata, sono tre gli appuntamenti in agenda. Detto di domenica mattina a Lens, Faniel è atteso da un’altra uscita sui 10 km nel weekend successivo, a Monza, sabato 12 settembre, nel contesto della Ganten Monza21. E poi ha intenzione di correre una mezza maratona prima dei Mondiali: dove e quando è ancora da definire, e da valutare con estrema cura anche sulla base della qualità dei concorrenti che potrà incontrare in questa fase di ripartenza e delle lepri a disposizione.

 

Intanto la Francia: “Se ci saranno gli avversari giusti e anche il meteo dalla mia parte, il mio obiettivo per domenica sarà certamente il record italiano dei 10 km”. Un primato che è stato aggiornato proprio in questa stagione da Daniele Meucci (Esercito) a Valencia in gennaio (28:08), due secondi meglio dello Stefano Baldini del 2002 ad Arco. “Non gareggiando da febbraio, è difficile avere riscontri, se non quelli degli allenamenti - prosegue Faniel, sceso dall’altura sabato scorso -. Queste prove mi servono per entrare in mentalità-gara, per sbloccarmi”.

Quando corro tutti i pensieri volano via.

Superare gli altri è avere la forza, superare se stessi è essere forti

(Confucio)

Un atleta in corsa è una scultura in movimento.

(Edwin Moses)

Correre è lo spazio aperto dove vanno a giocare i pensieri.

(Mark Rowlands)

Non importa cosa trovi alla fine di una corsa, l’importante è quello che provi mentre stai correndo. Il miracolo non è essere giunto al traguardo, ma aver avuto il coraggio di partire.

(Jesse Owens)

Io sento la terra ed il vento e gli alberi. Io sento il loro spirito. Io sento il ritmo della corsa. E’ come musica

(Gabriel Harmony Jennings)

Più corri, più percepisci il tuo corpo. Più pesa, più la tua mente si fa leggera. È la magia della corsa.

(runlovers, Twitter)

Correre è strappare il ritmo al tempo, è rinascere con un altro respiro

(Fabrizio Caramagna)

Sulla mezza, il desiderio di diventare il primo italiano sotto l’ora (record nazionale 1h00:20 di Rachid Berradi nel 2002) l’aveva espresso già prima che il mondo si prendesse una pausa per il Covid-19. Due, quindi, le probabili occasioni per dare l’assalto al primato e migliorare l’1h00:44 di gennaio a Siviglia, poche settimane prima della sua maratona-record, nella stessa città. “Verso i Mondiali di mezza a Gdynia, che si sono trasformati nell’obiettivo principale di questa stagione una volta rinviate le Olimpiadi al 2021, stiamo pensando a un altro periodo in altura: tutto dipenderà dall’andamento della pandemia, perché se in Spagna ci fosse un miglioramento l’ideale sarebbe Tenerife. Oppure dovremo andare in Africa, perché qui, dalle nostre parti, potrebbe fare troppo freddo in quel periodo, nei venti giorni tra fine settembre e metà ottobre”. Terminata la rassegna iridata dei 21,097 km, Faniel deciderà se correre o meno una maratona a fine 2020: “Per ora non la stiamo preparando, con tutti questi ‘se’ è impossibile. Ma dopo Gdynia capiremo”. E sapremo se quella bellissima idea sarà diventata meravigliosa realtà.

Comunicato del 2 settembre 2020

VERONA MARATHON CON RUN FOR THE WORLD

La pandemia da COVID19 non lascia scampo neppure alla Verona Marathon prevista per l’autunno

 

Verona Marathon rilancia annunciando una grande novità VERONA – Con immensa tristezza Verona Marathon annuncia l’annullamento della prossima edizione prevista per il 15 novembre 2020. Gli sforzi compiuti nel tentativo di salvare la manifestazione non sono stati in grado di risolvere le imponenti problematiche organizzative insorte a seguito della pandemia da COVID19, a causa della quale disposizioni governative e protocolli FIDAL hanno disposto ordinanze anti-assembramento e protocolli di tracciamento dei partecipanti e di igienizzazione.

 

Proprio la necessità di favorire il distanziamento sociale ed evitare assembramenti impedisce lo svolgimento di una manifestazione dal forte carattere internazionale e tra le più importanti d’Italia, un evento che riunisce ogni anno oltre 10mila partecipanti, numeri importanti ai quali vanno aggiunti centinaia di volontari e un pubblico composto da tante migliaia di persone, in particolare nelle vie del centro e nella maestosa piazza Bra sotto l’Arena.

Verona Marathon ha da sempre voluto che questa manifestazione fosse partecipata da tutta la città e dai suoi cittadini, pertanto al momento le limitazioni dovute alla prevenzione della diffusione della pandemia porterebbero a snaturare l’evento nella sua migliore caratteristica, una festa per l’intera comunità. ASD Verona Marathon dà appuntamento all’edizione 2021 della maratona e al 14 Febbraio 2021 per la Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon.

 

UN FOR THE WORLD - La macchina organizzativa di Verona Marathon non alza, però, definitivamente bandiera bianca e per questo 15 novembre rilancia aderendo al progetto Run For The World, un evento virtuale in condivisione mondiale al quale partecipare aderendo alla “New Virtual Event Platform” di Run For The World, ideato per permettere ai runner di tutto il mondo di sentirsi parte di una sola, stessa community.

Partecipare è semplice, basta registrarsi al sito di Run For The World ed iscriversi ad uno degli eventi virtuali, Verona Marathon (42km), Cangrande Half Marathon (21 km) e Last 10 km. Una volta completata l’attività bisognerà caricare i dati registrati tramite gps (manualmente o attraverso un server tipo Strava) ed aspettare a casa di ricevere in pochi giorni la medaglia di partecipazione, che sarà rossa per la Verona Marathon, viola per la Cangrande HM e arancio per la Last 10 km.FARE DEL BENE - La partecipazione all’evento virtuale è anche una occasione per fare del bene, partecipando all’evento virtuale si potrà scegliere una Charity dalla lista e donare direttamente, entrare a far parte di un Charity Team insieme al quale si raccoglieranno fondi per la Charity scelta o persino partecipare gratuitamente ricevendo la partecipazione da parte di una Charity. Un piccolo aiuto concreto da parte di tanti per aiutare persone meno fortunate in un momento particolarmente difficile per i più deboli a causa della pandemia da COVID19.E per chi raccoglie più fondi ci sarà una medaglia speciale, con 500 £ una medaglia di bronzo, con 1000 £ d'argento e con 1500 £ quella d’oro, tutte riporteranno la stampa del logo dell'ente di beneficenza per cui hai corso.Clicca per iscrizione alla Verona Marathon Run For The World 10 km, 21 km e 42 km .Cesare Monetti Ufficio Stampa Verona Marathon Eventi cesare.monetti@runtoday.it  cell.380.3114270

Stefano Baldini Nato a Castelnovo Sotto (RE) il 25 maggio 1971.  guarda il video

Comunicato del 1 settembre 2020

PRAGUE 21.1 KM – READY FOR THE RESTART

 

Napoli Running partner organizzativo dell’evento

Mentre la pandemia da COVID-19 ha messo il mondo intero in attesa, i comitati organizzatori di RunCzech e Napoli Running hanno lavorato con l’obiettivo di organizzare almeno un evento speciale prima che la stagione di gare terminasse. E sembra che ci siano quasi riusciti.

Il 5 Settembre, data del tradizionale Grand Prix a Praga – che include una gara di 5km per sole donne e una 10km aperta a tutti - RunCzech organizzerà una mezza maratona ad invito, alla quale prenderanno parte 35 degli atleti più forti al mondo sulla mezza maratona.

 

“La pandemia non ha permesso ai grandi atleti di competere nelle gare in giro per il mondo. Ci ha tolto la possibilitá di apprezzare le grandi performance sportive alle quali eravamo abituati. E noi abbiamo voluto trovare un modo di organizzare qualcosa di spettacolare per tutti” sottolinea il Presidente del Comitato organizzatore di RunCzech Carlo Capalbo.

 

“La Napoli City Half Marathon è stata l’ultima gara label World Athletics a svolgersi in Europa prima del lockdown, e ci riteniamo molto fortunati ad aver potuto continuare a lavorare ininterrottamente mentre gli altri sono stati costretti a cancellare eventi. Abbiamo introdotto un nuovo format di evento, che sarà replicato nel resto del mondo e che speriamo di poter portare anche in Italia.

 

Napoli e l’Italia meritano di tornare ad essere al centro della mappa del running mondiale” aggiunge Luigi Varriale, membro del comitato organizzatore di Napoli Running ed ora a Praga con altri membri del team per organizzare l’evento.

 

L’evento si svolgerà a Letna, parco al centro di Praga. Gli atleti gareggeranno su un ovale, correndo i 21.0975 km, in 16.5 giri. Il percorso veloce e la forte competizione sono stati creati per tentare l’attacco al record mondiale o a tempi incredibili. Per gli uomini significa fermare il cronometro al di sotto di 58.30, impresa compiuta solo due volte nella storia. Per le donne, battere l’attuale record mondiale nelle gare di sole donne, che è 1:06:11.Uomini e donne gareggeranno in due gare diverse.

 

La gara maschile inizierà alle 06:20, quella femminile alle 08:00, meteo permettendo. Le due gare saranno trasmesse in diretta su Czech Television e diffuse in tutto il mondo.Questa gara sarà anche l’evento di lancio delle Adizero Adios Pro, le nuove scarpe disegnate da Adidas (storico partner di RunCzech) in stretta collaborazione con gli atleti élite. Una ragione in più per aspettarsi performance magnifiche.“Normalmente questa gara segnerebbe la fine della stagione - aggiunge Capalbo - ma noi speriamo che sia solo l’inizio e che stimoli altri organizzatori a pensare in maniera creativa per mantenere vivo il nostro sport”.

LINK MEDIA GUIDE Il mondo di RunCzech

RunCzech organizza eventi di corsa su strada in diverse città della Repubblica Ceca e in Italia (Napoli Running) ed in cooperazione con enti locali in Giappone e Cina.Prague International Marathon spol. s.r.o. (“PIM“) è stata fondata nel 1995 da Carlo Capalbo, Presidente del Comitato Organizzatore, con l’obiettivo di organizzare una maratona di caratura mondiale a Praga.Ad oggi quasi 1.2 millioni di runners hanno partecipato agli eventi di RunCzech. Nel 2019, abbiamo accolto oltre 120 000 atleti, provenienti da 131 nazioni.ALL RUNNERS ARE BEAUTIFUL è il nostro modo di accogliere tutti nel mondo del running

Quant'è bella giovinezza

che si fugge tuttavia!

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Quest'è Bacco e Arianna,

belli, e l'un dell'altro ardenti:

perché 'l tempo fugge e inganna,

sempre insieme stan contenti.

Queste ninfe ed altre genti

sono allegre tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'e certezza.

Questi lieti satiretti,

delle ninfe innamorati,

per caverne e per boschetti

han lor posto cento agguati;

or da Bacco riscaldati,

ballon, salton tuttavia.

Chi vuol esser lieto sia:

di doman non c'è certezza.

Queste ninfe anche hanno caro

da lor essere ingannate:

non puon fare a Amor riparo,

se non genti rozze e ingrate:

ora insieme mescolate

suonon, canton tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Questa soma, che vien drieto

sopra l'asino, è Sileno:

così vecchio è ebbro e lieto,

già di carne e d'anni pieno;

se non può star ritto, almeno

ride e gode tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Mida vien drieto a costoro:

ciò che tocca, oro diventa.

E che giova aver tesoro,

s'altri poi non si contenta?

Che dolcezza vuoi che senta

chi ha sete tuttavia?

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Ciascun apra ben gli orecchi,

di doman nessun si paschi;

oggi siam, giovani e vecchi,

lieti ognun, femmine e maschi;

ogni tristo pensier caschi:

facciam festa tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Donne e giovìnetti amanti,

viva Bacco e viva Amore!

Ciascun suoni, balli e canti!

Arda di dolcezza il core!

Non fatica, non dolore!

Ciò c'ha a esser, convien sia.

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Lorenzo Il Magnifico

Iniziative come la RunCzech Running League e SuperHalfs sono state create per motivare runners occasionali. Per supportare gli atleti elite europei, abbiamo creato la EuroHeroes Challenge.RunCzech Racing è dedicato allo sviluppo di atleti giovani ed eccellenze sportive. 8 record del mondo e 150 podi sono stati raggiunti dal nostro team!

Comunicato del 1 Settembre 2020

NASCE MONZA RUN FREE, DAL 15 AL 18 OTTOBRE 2020 SI CORRE AL PARCO DI MONZA

 

Tre distanze, aperto a tutti, quattro giorni di tempo e parte del ricavato in beneficenza MONZA – Nasce Monza Run Free, da giovedì 15 a domenica 18 ottobre saranno quattro giorni di attività per un nuovo evento organizzato da A&C Consulting. Sarà l’occasione per rivivere le emozioni di una gara sfidandosi in piena sicurezza lungo i magici percorsi del Parco di Monza, sede di allenamento di grandi campioni e soprattutto di migliaia di podisti appassionati di corsa, cammino e benessere.

Parco di Monza che uno dei parchi più belli d’Europa e che vivrà in quelle settimane i colori dell’autunno, un grande polmone verde, teatro di attività ricreative per i cittadini brianzoli e di diverse manifestazioni sportive.

LA SICUREZZA – Saranno tre le distanze possibili da correre o camminare tutte ben segnalate e marcate ogni chilometro: 5, 10 e 21 km per una sfida vera ma che non metterà a rischio la salute degli atleti e garantirà il distanziamento sociale grazie alla partenza suddivisa per fascia oraria e ben quattro giorni di possibilità per partecipare.Questo il programma aggiornato ad oggi, previste un massimo di 300 persone per ogni sessione oraria indicata.Giovedì 15 ottobre dalle 8:00 alle 11:00 e dalle 17:00 alle 18:00 (orario massimo di partenza)

 

Venerdì 16 ottobre dalle 8:00 alle 11:00 e dalle 17:00 alle 18:00 (orario massimo di partenza)

Sabato 17 ottobre dalle 7:30 alle 10:00, dalle 10:00 alle 15:00 e dalle 15:00 alle 18:00 (orario massimo di partenza)Domenica 18 ottobre dalle 7:30 alle 10:00, dalle 10:00 alle 15:00 e dalle 15:00 alle 18:00 (orario massimo di partenza)

COME PARTECIPARE – Monza Run Free è una manifestazione non competitiva aperta a tutti, senza bisogno di alcun certificato medico agonistico e partecipare è semplice, basta iscriversi sul portale Endu (QUI ) indicando sia il giorno che l'orario in cui si desidera partire tra quelli disponibili. Sarà inoltre necessario scaricare l'App per entrare nella Community di Monza Run Free.BENEFICENZA - La quota di iscrizione di 7 euro comprende pettorale, pacco gara con canotta da running in materiale tecnico firmata da New Balance, chip elettronico per la registrazione del proprio percorso, tempo, ristori, assistenza e servizio deposito borse.Parte del ricavato (2 Euro per ogni iscritto) verrà devoluto al Comitato Maria Letizia Verga ONLUS, con sede presso l’Ospedale San Gerardo di Monza, che da 41 anni sostiene la ricerca e la cura della leucemia del bambino e assiste le famiglie durante il lungo percorso della malattia con l’obiettivo di garantire le migliori cure e migliorare la qualità della vita dei bambini malati.Info gara: QUI-Iscrizioni: clicca su ENDU-Info Comitato Maria Letizia Verga ONLUS: QUI Cesare Monetti Ufficio Stampa MONZA RUN FREE

Cell. 380.3114270 Cesare.monetti@runtoday.it-www.run-free.it

RunCzech organizza altri eventi come bambini Runs, Family Runs e Junior Marathon Championship per stimolare la partecipazione dei giovani.Con il progetto FreeRun RunCzech ha creato una rete di di percorsi di running in tutta la Repubblica Ceca.Il RunCzech Running Mall funge da epicentro del running mondiale a Praga. INFORMAZIONI http://www.runczech.com/it-https://www.facebook.com/runczech/

Cesare Monetti  Ufficio Stampa  Maratona di Praga e Runczech per l'Italia   cesare.monetti@runtoday.it cell.380.3114270 /Gianluca Agata Ufficio Stampa Napoli Running Zona Campania

cell. +39 338 4669833 email: gianluca.agata@admeditoriale.it

Mileto, 30 Agosto 2020, "Gara Podistica Internazionale La Normanna"

In uno scenario unico e reso particolare dal protocollo di sicurezza imposto dal pericolo Covid 19, a tagliare per primi il traguardo sono Ayoub Idam che conclude i suoi 9750 metri in 30: 13 e Francesca Paone che, alla fine dei suoi 4875 metri, ferma il cronometro a 18:23.

Nell’era del CoronaVirus non ci siamo arresi e nonostante tutto, domenica 30 Agosto 2020, è andata in scena la IX edizione della Normanna. Questa è stata, senza ombra di dubbio, un’edizione che rimarrà nella memoria perché ha rappresentato una sorta di rinascita delle gare su strada che, ha causa del Covid19 sono state bloccate.

 

L’edizione 2020 della Normanna ha voluto aprire uno spiraglio di luce nel cono d’ombra in cui ci ha costretti questo virus, ha voluto dare una svolta positiva, ha voluto dire ripartiamo e facciamo si che le belle manifestazioni si possano realizzare ancora, e pur con mille difficoltà, il Patron Salvatore Auddino ha deciso di portare avanti il suo progetto e di realizzare questa nona edizione della Normanna..

 

Come tutti gli anni, la festa in piazza Pio XII è iniziata alle 14:30 quando hanno incominciato a confluire i bambini per la mini gara , tutti gli atleti della non competitiva,e successivamente gli atleti della competitiva pronti a confrontarsi con loro stessi .

 

La gara dei bambini, come al solito è stata affascinante ed emozionante con tanti piccoli vogliosi di confrontarsi con le loro piccole-grandi possibilità. Subito dopo è partita la non competitiva di 3 km, che è stata arricchita, anche in questa edizione, dalla presenza di Francesco, un ragazzo in carrozzina che spinto da un suo amico hanno concluso i 3 km passando tra un corridoio di applausi. Concluse queste due gare,ha iniziato a salire il fermento per la gara clou, e fatti collocare gli atleti sulla linea di partenza con il giusto distanziamento stabilito dal regolamento fidal, alle 18:30, lanciati dalla voce dello speaker catanese Giuseppe Marcellino gli atleti hanno iniziato la loro avventura, circa 10 km per gli uomini e circa 5 per le donne.

 

In questa edizione, improntata sulla voglia e la necessita di “rinascere”e” ripartire”lo scenario è rimasto quello delle scorse edizioni ma il parterre degli atleti non ha potuto contemplare gli stranieri quali keniani, ruandesi ecc., che nelle passate edizioni hanno dominato; questo, però, ha reso la gara ancora più competitiva, in quanto quasi tutti gli atleti erano allo stesso livello e hanno combattuto ad armi pari. La giornata è stata caratterizzata da un caldo spaventoso che ha un pochino condizionato le prestazioni di tutti gli atleti , anche se lo spettacolo non è mancato e giro dopo giro si è delineata quella che sarebbe stata la classifica finale.

A tagliare per primo il traguardo è stato lo stesso vincitore della scorsa edizione ovvero, il giovane campione della Scuola Atletica Krotoniate Ayoub Idam, campione under-20 corsa campestre nel 2019, che con la sua falcata velocissima, ha sbaragliato tutti fermando il cronometro a 30:13; secondo è Balduino Scarfone della DK Runners Milano 32:35, terzo Ibrahim Maktoum della Scuola Atletica Krotoniate 33:52, quarto Antonio Maggisano della Libertas Lamezia 34:10, quinto Francesco Turano della Cosenza K42 34:16.

 

La gara al femminile è stata sempre condotta da Francesca Paone della Atl. Fiamma Catanzaro che ha chiuso i suoi 4875 metri in 18:23, seconda Caterina Arco della Cosenza K42 19:50, terza Rosa Ciccone dell’Atletica Sciuto 20:44, quarta Morena Sestito della Violetta Club 21:37 e quinta si è piazzata Francesca Familiari della Cosenza K42 con il tempo di 22:55.

 

A fine gara gli atleti, causa pericolo assembramento, sono stati rifocillati, non dal solito sostanzioso bouffet ricco di frutta e dolci ma da un piccolo pacchetto di dolci dato loro all’arrivo.

La bella serata miletese è andata avanti con le premiazioni a cui erano presenti il Delegato Fidal Pasquale Mazzeo, il Sindaco del Comune di Mileto Fortunato Salvatore Giordano, il Vice Sindaco Domenico Pontoriero,

 

l 'Assessore Rosalba Gangemi e i Consiglieri Elisa Galloro e Francesco Ciccone. Tutti gli atleti sono stati premiati con prodotti calabresi e con una bellissima medaglia pensata e creata da Salvatore Auddino che , anche quest'anno,ha voluto essere un omaggio a Ruggero II D’’Altavilla, nato a Mileto e re di Sicilia.

L'estrazione dei biglietti vincenti di una piccola lotteria, che ha visto vincitori i titolari dei biglietti n° 139,244 e 2373, ha concluso una magica giornata di fine agosto, giornata che ancora una volta ha fatto brillare Mileto, incastonandola tra le pietre preziose dell'atletica italiana, quell'atletica su strada che contribuisce a far conoscere grandi e piccole città.

 

Grazie a Salvatore Auddino che con la sua passione, tenacia e caparbietà è riuscito anche in quest’anno durissimo, a creare un evento unico e memorabile; grazie a tutti i suoi collaboratori che con impegno lo hanno aiutato a realizzare tutto ciò, grazie a tutti gli sponsor che hanno permesso che questa manifestazione si realizzasse nonostante tutto, grazie ai giudici di Reggio e Catanzaro, con il delegato Tecnico Nazionale Alessandro Mangone,per il loro grande lavoro, alle forze dell'ordine, Vigili Urbani, Carabinieri,  Protezione civile,e grazie a tutti gli atleti delle varie regioni d'Italia,  che hanno lasciato a casa paure e perplessità e hanno deciso di vivere questa splendida avventura sportiva.

 

Redazione Correre.org- Rossella Artusa   

 

FotoGallery            competitiva           Premiazioni         non competitiva                 Classifiche  altra  Gallery di  Salvatore Auddino

Created By Correre.org

Created By Correre.org

Presidente MiletoMarathon e WebMaster Correre.org Salvatore Auddino

info@correre.org   3388306612