CORRERE.ORG E' IL PORTALE DEL RUNNER ,NEL MENU' DI SINISTRA POTETE TROVARE TUTTE LE UTILITY PER IL RUNNING. ATTENZIONE TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE DAL 2004 AD OGGI DELLE VARIE GARE ED EVENTI ,SONO SCARICABILI GRATUITAMENTE LE TROVERETE IN ARCHIVIO GENERALE NEL MENU' DI SINISTRA.INOLTRE TUTTI GLI ARTICOLI SCRITTI NEL CORSO DEGLI ANNI SULLE VARIE GARE. GLI ARTICOLI ARCHIVIATI RIGUARDANO QUELLI PRODOTTI DA CORRERE.ORG, E NON QUELLI ESTERNI ARRIVATI ALLA REDAZIONE E PUBBLICATI NEL CORSO DELL'ANNO. INOLTRE UN MODO DI UTILITY SULLLA CULTURA E CURIOSITY.

XXVI Maratona Città di Palermo |

22 Novembre 2020

LE GARE NAZIONALI DI MAGGIO 2021  08/05 B Annullata - I^ Corri per Amore km 5 STRADA Roma RM  08-09/05 I COPPA EUROPA di LANCI OUTDOOR Spalato --  08-09/05 N Annullata - C.D.S. ASSOLUTO su PISTA - 1^ Prova Regionale OUTDOOR Sedi Varie --  08/05 B Annullata - II^ Teroldego Event (km 21,097) km 21,097 STRADA Rovere' Della Luna TN  08/05 B Annullata - II^ Teroldego Event (km 10) km 10 STRADA Rovere' Della Luna TN  08/05 B Annullata - II^ Teroldego Event Staffetta x 2 km 21,097 STRADA Rovere' Della Luna TN  09/05 B III^ La 6 ore del Parco Nord 6h ULTRAMARATONA Sesto San Giovanni (MI)  09/05 B I^ Forlanini Run Free km 10 STRADA Milano (MI)  09/05 B Annullata - V^ La 10 Km della Fraschetta km 10 STRADA Alessandria-fraz. Spinetta Marengo AL  09/05 B Annullata - XI^ Maratona di San Valentino km 42,195 STRADA Terni (TR)  09/05 B XIV^ Mezza Maratona del Lago di Vico km 21,097 STRADA Ronciglione (VT)  09/05 B VIII^ Bossoni Half Marathon km 21,097 STRADA Orzinuovi (BS) 09/05 B IV^ Urban Trail Leuca TRAIL S.m. Di Leuca LECCE  09/05 B Annullata - XV^ Placentia Half Marathon km 21,097 STRADA Piacenza (PC)  09/05 B Annullata - XI^ Mezza Maratona di San Valentino km 21,097 STRADA Terni (TR)  09/05 B Annullata - VII^ Lucca Half Marathon km 21,097 STRADA Lucca (LU)  09/05 B II^ Timent Run 10K km 10 STRADA Latisana (UD) 09/05 B 2° Tappa Circuito Tricolore Nordic Walking Agonistico NORDIC WALKING San Giorgio Su Legnano (MI)  09/05 B IV^ 6 Ore Coratina 6h ULTRAMARATONA Corato (BA)  09/05 B IV^ Jazz Run CROSS Ragusa (RG)  09/05 B IV^ Nove Miglia Alladiese km 15 STRADA Aglie' TO  09/05 B Annullata - VIII^ Corri con Gioia km 10 STRADA Gioia Del Colle (BA) 09/05 B I^ Sangiorgese Nordic Walking NORDIC WALKING San Giorgio Su Legnano (MI)  13/05 I X^ Meeting Int.le Città di Savona - Memorial Giulio Ottolia OUTDOOR Savona (SV)  14-30/05 I WORLD MASTERS GAMES (atletica: 21/30-mag) OUTDOOR Kansai -- 15/05 N CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI e MASTER di TRAIL LUNGO TRAIL Cantalupo Ligure (AL)  15-16/05 B I^ Cinisello Balsamo Running Festival 6h - 12h - 24h ULTRAMARATONA Cinisello Balsamo (MI) 15/05 B XVI^ Le Porte di Pietra TRAIL Cantalupo Ligure (AL) 15/05 B Annullato - XVII^ Trofeo Valli Bergamasche - Memorial Luigi Castelletti MONTAGNA Leffe (BG) 15/05 B I^ Meeting Urban Shot Put PIAZZA e altri ambiti Terni (TR) 15/05 B XIV^ 4 Passi - Trail Version TRAIL Sondalo (SO)  15-16/05 N Annullata - C.D.S. ALLIEVI su PISTA - 2^ Prova Regionale OUTDOOR Sedi Varie --  15-16/05 N Annullata - C.D.S. SU PISTA MASTER - Fase Regionale OUTDOOR Sedi Varie --  15/05 S Rinviato a D. D. D. - VI^ Il Miglio di Roma m 1.609,34 STRADA Roma RM  15-16/05 N II^ Meeting di Prove Multiple a invito - EPTA- DECA 12+12 OUTDOOR Firenze (FI) 16/05 B I^ Telesia Trail TRAIL Telese Terme (BN)  16/05 B VIII^ Volkswagen Barletta Half Marathon km 21,097 STRADA Barletta (BT)  16/05 B XIX^ Mezza Maratona di Latina km 21,097 STRADA Latina (LT) 16/05 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETA' ALLIEVI e CADETTI di CORSA IN MONTAGNA e CAMPIONATI PER REGIONI CADETTI di CORSA IN MONTAGNA MONTAGNA Concesio (BS)  16/05 B I^ Generali Milano Marathon – 10K Competitiva km 10 STRADA Milano (MI)  16/05 B XV^ La Mezza di Bucci km 21,097 STRADA Buccinasco (MI)  16/05 B XL^ Grifonissima km 10,5 STRADA Perugia (PG)  16/05 I CAMPIONATI EUROPEI A SQUADRE DI MARCIA MARCIA SU STRADA Podebrady --  16/05 B XII^ CIEMME Vivi Barletta km 10,10 STRADA Barletta (BT)  16/05 G Generali Milano Marathon - Special Edition 2021 km 42,195 STRADA Milano (MI) 16/05 B XVIII^ Lagoni Trail TRAIL Dormelletto (NO)  16/05 B XX^ Trofeo Citta' di Sacile (km 10) km 10 STRADA Sacile (PN)  16/05 B XX^ Trofeo Citta' di Sacile (km 5) km 5 STRADA Sacile (PN)  19/05 I XI^ Meeting Citta' di Castiglione della Pescaia OUTDOOR Castiglione Della Pescaia (GR) 21-23/05 B VII^ 36/24/12/6h Monte Prealba Up and Down TRAIL Bione (BS)  22/05 B I^ Roma by Night 5k km 5 STRADA Roma RM  22/05 B XLVI^ BOclassic Alto Adige Summer Edition km 5 STRADA Bolzano/bozen BZ  22-23/05 S Annullato - XLVIII^ 100 km del Passatore km 100 ULTRAMARATONA Faenza (RA)  22/05 B I^ City Life Run Free m 1.609,34 STRADA Milano (MI)  22-23/05 B Annullata - I^ Liguria Coast to Coast km 273 ULTRAMARATONA Ventimiglia (IM)  22-23/05 N Annullata - C.D.S. ASSOLUTO su PISTA - 2^ Prova Regionale OUTDOOR Sedi Varie --  22-23/05 N CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE km 100 ASSOLUTO e MASTER ULTRAMARATONA Imola (BO) 23/05 B I^ Trail degli 8 Pilastri km 10 - km 20 TRAIL Prato Sesia (NO)  23/05 B Annullata - XXV^ Mezza Maratona del Naviglio da Cernusco a New York 2021 km 21,097 STRADA Cernusco Sul Naviglio (MI) 23/05 B IX^ Monza Montevecchia Eco Trail TRAIL Monza (MB)  23/05 B XI^ Deejay Ten Firenze 2021 km 10 STRADA Firenze (FI)  23/05 B XVIII^ Corri Trieste km 10 STRADA Trieste (TS)  23/05 N CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE e DI SOCIETA' MASTER KM 10 su STRADA STRADA Paratico (BS)  23/05 B IX^ Strafoligno km 10 STRADA Foligno (PG)  23/05 B XLIV^ Strataranto Half Marathon del Mediterraneo km 21,097 STRADA Taranto (TA)  23/05 B I^ Longevity Run km 5 STRADA Roma RM  27/05 N Annullato - I^ Meeting Aldo Giovanelli OUTDOOR Darfo Boario Terme (BS)  27-30/05 I CAMPIONATI EUROPEI MOUNTAIN & TRAIL RUNNING MASTER MONTAGNA/TRAIL Tramonti Di Sotto (PN) 28/05 B Annullata - V^ Spring Night Run TRAIL Dobbiaco/toblach BZ  29-30/05 N CAMPIONATI REGIONALI INDIVIDUALI ASSOLUTI su PISTA OUTDOOR Sedi Varie --  29-30/05 B Rinviata a D.D.D. - LVIII^ Scalata al Castello km 10 STRADA Arezzo (AR)  29-30/05 I CAMPIONATI EUROPEI A SQUADRE - Super League OUTDOOR Chorzow --  30/05 B XXX^ La Sfacchinata km 10,2 STRADA Gualdo Tadino (PG) 30/05 B XIII^ Trail di S. Zeno TRAIL Arezzo (AR)  30/05 B XI^ Brescia Half Marathon km 21,097 STRADA Brescia (BS) 30/05 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETÀ Sen/Pro e Jun di CORSA IN MONTAGNA - 1^ Prova (Salita e Discesa) MONTAGNA Sella Giudicarie/roncone TN  30/05 B IV^ Monferrun km 21,097 STRADA Nizza Monferrato (AT)  30/05 B XVI^ Fast Run 10 km km 10 STRADA Brescia (BS)  30/05 B XVI^ Brescia Art Marathon km 42,195 STRADA Brescia (BS) ------------------------------------------------------- CALABRIA MAGGIO 2021 01/05 R Meeting Regionale Cad/All/Ass/Mas - 1^ prova valido per CdS Nazionale di categoria OUTDOOR Reggio Calabria RC  08/05 R Meeting Regionale Cad/All/Ass/Mas - 2^ prova valido per CdS Nazionale di categoria OUTDOOR Reggio Calabria RC  15/05 R Meeting Regionale Cad/All/Ass/Mas - 3^ prova valido per CdS Nazionale di categoria OUTDOOR Reggio Calabria RC  22/05 R Meeting Regionale Cad/All/Ass/Mas - 4^ prova valido per CdS Nazionale di categoria OUTDOOR Reggio Calabria RC  29-30/05 R Campionati Regionali Individuali Assoluti su pista - CdS e Ind PM Cadetti/e valido per CdS Nazionale di categoria OUTDOOR Reggio Calabria RC

Per conoscere la vostra posizione societaria cliccare sulla  Regione

You Tube Canale Correre.org


SEGNALA QUESTO SITO INTRODUCI LA E-MAIL DEL DESTINATARIO DESTINATARIO
SONO LE di

Siamo forti maratoneti perchè siamo il piede dell’Italia



Created By Correre.org

Trieste Half Marathon O2.05.2021

Michele Palamini e Francine Niyomukunzi sono i vincitori della 25ma edizione della Trieste Half Marathon

Vincono la 25 ? edizione della Trieste Half Marathon, Michele Palamini, con il tempo di 1:04:37 e, in campo femminile, la burundiana Francine Niyomukunzi, 1:13:55 il suo crono.

La pioggia, presente sin dalle prime battute si è fatta per fortuna sottile nella parte centrale della gara, e non sembra avere infastidito l’atleta bergamasco in forze al Gruppo Alpinistico Vertovese, che ha avuto la meglio a pochi metri dal traguardo sul favorito Said El Otmani (G. S. Esercito), che ha chiuso in seconda posizione in 1:04:41.

Terzo il marocchino Hicham Boufars (ASD International Security) che ha tagliato il traguardo in 1:04:55.

La gara femminile è stata la fotocopia di quella maschile, con le atlete partite in gruppo e poi distanziatesi negli ultimi chilometri, favorendo allo sprint finale la giovane runner del Burundi Niyomukunzi (Atletica Castello), che ha battuto l’etiope Belay Addisalem Tegegn dell’Atletica Saluzzo (protagonista due settimane fa alla Mujalonga sul Mar), giunta seconda in 1:14:00. Ben distanziata, in terza posizione, troviamo la ruandese Adeline Musabyeyezu, Atletica Dolomiti Belluno, che ha chiuso in 1:14:51.

Prima delle italiane Lorenza Beccaria (Atletica Saluzzo), settima, in 1:16:15.

La 21K, organizzata dalla rinnovata Apd Miramar, in collaborazione con Trieste Atletica, e con la co-organizzazione del Comune di Trieste, ha visto 1500 partenti suddivisi in “onde” da 80 atleti, con start ogni tre minuti, e percorso lungo la strada costiera, con lo spettacolare arrivo con vista sul Castello di Miramare. LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Michele Palamini, vincitore: «Mi sentivo bene, accanto a me avevo runner molto forti e non mi aspettavo di vincere. La gara? Siamo partiti in gruppo, solo alla fine ci siamo sfilacciati rimanendo in tre, poi negli ultimi metri ce la siamo giocata io e Said. La pioggia non mi ha infastidito assolutamente; era la prima volta che gareggiavo a Trieste e il percorso mi è piaciuto tantissimo. Dedico la vittoria al mio allenatore Silvio Bosio».

compleanno/birthdays

cumpleanos/anniversaires 

geburtstage                                               

Said El Otmani, secondo classificato: «Ho corso la maratona di Siena tre settimane fa e ammetto di non avere ancora recuperato del tutto lo sforzo. Ho corso in gruppo, poi negli ultimi chilometri si è decisa la gara. A quattrocento metri dal traguardo Palamini è stato più bravo di me e ha vinto. Il percorso mi è piaciuto, però mi è mancato il pubblico; speriamo che torni tutto alla normalità in modo di avere il tifo. Faccio i complimenti agli organizzatori per avere saputo organizzare una gara bella e sicura».

Alessio Lilli, presidente Trieste Atletica: «È andata molto bene, siamo riusciti a portare a correre 1500 persone e a farle divertire, rispettando i protocolli giustamente molto rigidi che prevedevano distanza, partenze scaglionate, e l’autocertificazione. Perché si può fare atletica rispettando le regole. Una delle poche giornate di corsa su strada della Regione».

Gli ha fatto eco il presidente della Apd Miramar, Carlo Irace: «Felice di avere portato a correre in totale sicurezza così tante persone».

Belay Tegegn, seconda classificata: «La gara si è risolta sul finale. Il percorso è piatto, non c’era vento, e speravo che le mie dirette avversarie corressero più forte in modo da non dovermi giocare i 21K sul finale. Ma sono contenta del risultato, bello il percorso e il panorama, nonostante la pioggia».

Roberto Furlanic, race director: «La competizione maschile è stata una sorpresa, ma Michele Palamini è in ottima condizione fisica. Ha fatto una gran gara e El Otmani non aveva la freschezza di qualche settimana fa. Il percorso è veloce ma il meteo non ha aiutato tantissimo. Nella gara femminile la prima donna potrebbe sembrare una sorpresa, ma in realtà l’atleta ha già vinto tante competizioni e ha buone possibilità di correre i 10 mila metri alle prossime Olimpiadi».

Risultati completi

Senza Bekele le prove della maratona olimpica etiope vinte da Shura Kitata e Tigist Girma- 1 maggio 2021

La tanto discussa corsa di prova della maratona olimpica di 35k etiope si è svolta oggi in Etiopia senza Kenenisa Bekele. A meno che la Federazione etiope di atletica leggera non cambi rotta, la squadra di maratona olimpica sarà composta dai primi tre classificati delle gare di oggi.

Ecco i primi cinque risultati di ogni gara insieme alle credenziali dei finalisti. I risultati della gara e le foto sono per gentile concessione della pagina Facebook della Federazione etiope di atletica leggera con traduzione tramite Teferi Debebe.

Nota, i tempi elencati di seguito sembra non siano corretti in quanto i crono mostrano una vittoria di Kitata di 20 secondi, ma le foto mostrano uno sprint finale sul lato maschile.

 

Risultati maschili

Shura Kitata 1:45:55 – Il 24enne è stato il vincitore della Maratona di Londra 2020 lo scorso ottobre, secondo a New York e Londra nel 2018, vincitore di Francoforte e Roma nel 2017. 2:04:49 pb (2018).

Lelisa Desisa – 1:46:15 – 31 anni è stato vincitore di Dubai (2013), Boston (2013, 2015), New York (2018) e Worlds (2019). Solo 35 ° a Valencia lo scorso dicembre. 2:04:45 pb (2013).

Sisa Lemma – 1:46:18 – 30enne non ha mai vinto una major. 3 ° è il suo miglior piazzamento principale (Tokyo e Londra 2020, Berlino 2019, Dubai 2017). Ex vincitore di Francoforte, Vienna, Varsavia e Lubiana. 2:03:36 pb (2019).

Chalu Deso – 1: 46.33 – Età non elencata. 9 ° a Dubai (2:06:29) e 6 ° a Valencia (2:04:53). Ex vincitore della marattona di Porto (2019-2:09:08).

Atanaw – 1:46:58 -Il 28enne ha vinto Valencia nel 2019 (2:03:51 pb), DNF Valencia nel 2020. Nessun altro risultato nella maratona.

 

Ogni mattina,

alzandoti, e ogni sera, prima di andare a dormire, ringrazia la vita dentro di te e per la vita tutta, per tutte le buone cose che il Creatore ha dato a te e agli altri, e per l’opportunità di crescere ogni giorno di più. Considera quanto hai fatto e pensato nel corso del giorno e chiedi il coraggio e la forza di diventare una persona migliore. Cerca quanto puo’ essere beneficio a tutti.

Rispetto. Rispetto significa:”sentire o dimostrare onore o stima per qualcuno o per qualcosa; considerare il benessere degli altri o trattare qualcuno o qualcosa con deferenza e cortesia”. Mostrare rispetto è un principio di base nella vita: tratta in ogni circostanza ogni persona, dal più piccolo bimbo al più maturo degli anziani, con rispetto

 

Risultati femminili

Tigist Girma – 1:59:23 – La 27enne non ha mai vinto un major (il miglior piazzamento è 5 ° e questo è l’unico major che abbia mai corso – Tokyo 2020) ma ha corso due volte 2:19. 2:19:52 pb da Amsterdam 2019. Ha vinto 2 delle sue 13 maratone in carriera.

Birhane Dibaba – 1:59:45 – La 27enne è arrivata seconda a Tokyo lo scorso anno (2:18:35 pb) e 9 ° a Valencia (2:23:07). Inoltre ha corso 2:18:46 per il 3 ° posto a Valencia nel 2019. Campionessa di Tokyo 2015 e 2018.

Roza Dereje Bekele 2:00:16 – La 23enne ha vinto Valencia (2:18:30) ed è stata terza a Londra nel 2019. Ha vinto Dubai ed è stata seconda a Chicago nel 2018. Nessun risultato nel 2020. 2:18: 30 pb (2019 Valencia).

Zeineba Yimer – 2:03:41 – La 22enne ha due partecipazioni alla maratona, un 2:19:27 per il 5 ° posto a Valencia nel 2019 e un 2:19:54 per il 4 ° posto nel 2020.

Ruti Aga – 2:04:28 – 27 anni, campionessa di Tokyo 2019. È finita tra i primi 3 altre cinque volte (seconda a Berlino nel 2017 e 2018 e Tokyo 2018 e terza a Berlino 2016 e New York 2019). 2:18:34 pb dal 2018 Berlino.

RAVENNA MUSIC RUN, CORRI O CAMMINA AL RITMO DELLA MUSICA!

Una bella novità in questa fase di ripartenza e di ritorno alle attività che più ci piacciono. Un’idea per stare insieme all’aria aperta e nel rispetto di tutte le disposizioni sanitarie.

 

Un’occasione per divertirsi facendo attività fisica e muovendosi al ritmo della musica. Tutto questo (e molto di più) è Ravenna Music Run. Vi aspettiamo Domenica 30 Maggio 2021 alla Darsena di Città di Ravenna per un evento aperto a tutti, dall’atleta più allenato alla famiglia che desidera trascorrere qualche ora di svago. Un percorso di 10,5 Km circa accompagnati dal vostro sound preferito e da una serie di punti dove ascoltare musica dal vivo di ogni genere.

Giulietta&Romeo Half Marathon raddoppia con la Monument Run 10k Special Edition

G.A.A.C. 2007 VERONAMARATHON ASD annuncia l’inserimento in calendario della Monument Run 10k Special Edition, anche i meno allenati potranno correre domenica 13 giugno a Verona. Per tutti la t-shirt ricordo in omaggio e per i finisher la medaglia

VERONA – La macchina organizzativa della G.A.A.C. 2007 VERONAMARATHON ASD sta lavorando a pieno ritmo per mettere in piedi uno degli eventi più amati dal popolo podistico, la Giulietta&Romeo Half Marathon in programma il prossimo 13 giugno con start alle 7:00 del mattino. L’evento è confermato ed è tutto nuovo, non solo nella data e nell’orario di partenza, ma anche nel percorso che porterà i runner a terminare la propria prova sulla pista dello Stadio Bentegodi.

MONUMENT RUN 10k SPECIAL EDITION – Dopo un anno di pesanti limitazioni e in cui, a causa del COVID19, le manifestazioni podistiche sono state spesso annullate, G.A.A.C. 2007 VERONAMARATHON ASD vuole offrire un evento dal forte carattere inclusivo. Verona si prepara ad accogliere i tantissimi nuovi runner che in pandemia hanno scoperto la passione per questo sport, ma anche gli atleti esperti che, non riuscendo a programmare concretamente la propria stagione di gare, hanno abbandonato temporaneamente le proprie velleità agonistiche o non siano ancora pronti sulla lunga distanza ma vogliano riprovare le emozioni di una gara vera. Per questo è nata la Monument Run 10k Special Edition, gara da 9,700km inserita nel calendario Fidal, aperta ad un numero massimo di 1000 atleti e che si correrà il 13 giugno con partenza in due onde immediatamente dopo il primo start della Giulietta&Romeo Half Marathon.

Provincia di Vibo Valentia  photo gallery

PERCORSO - Il percorso si snoderà tra storia ed arte mentre strizza un occhio all’Adige. I primi 5 km coincidono con quelli della mezza maratona e portano gli atleti ad ammirare Porta Nuova, Palazzo della Gran Guardia, Chiesa di San Fermo Maggiore, Piazza delle Erbe, Torre dei Lamberti e la Basilica di Sant’Anastasia. A questo punto il percorso della Monument Run 10k piega in direzione dell’Arena per poi raggiungere il maestoso Castelvecchio e tirare il fiato per gli ultimi chilometri verso l’ingresso nello Stadio Bentegodi. Quasi dieci chilometri nella parte più storica e affascinante di Verona, la città dell’amore. PARTECIPAZIONE – Partenza e arrivo dallo Stadio Bentegodi subito dopo il via della mezza maratona. Sono previste due onde, la prima con gli atleti più veloci alle ore 7.10 e la seconda alle ore 8.30 con un tempo massimo di 2 ore per completare la prova. La novità nella novità è che potranno partecipare anche le ragazze e i ragazzi dell categorie Allievi e tutti i tesserati agli Enti di Promozione Sportiva (EPS)

ISCRIZIONE, PETTORALE E PACCO GARA – Le iscrizioni sono aperte sul sito enternow.it e prevedono il cambio quota in base al numero di iscritti, Euro 15,00 per i primi 200 iscritti, 19,00 dal 201 al 400, 23,00 dal 401 al 600 ed infine 25,00 dal 601 al 1000. Chiusura iscrizioni al 31 maggio e/o al raggiungimento del numero massimo di 1000 atleti, mentre non sarà possibile iscriversi in loco. Il pettorale potrà essere ritirato presso l’AGSM forum di Piazzale Azzurri d’Italia nella giornata di sabato 12 Giugno 2021 dalle ore 10.00 alle ore 20.00, mentre come per la half marathon non sarà possibile ritirare il pettorale la mattina di Domenica 13 giugno 2021. Coloro i quali si iscriveranno online entro il 15 maggio e siano impossibilitati a ritirare il pettorale potranno richiedere la spedizione del pacco gara a casa (con un contributo per le spese di spedizione). Il pacco gara prevede diversi gadget, tra questi la t-shirt ufficiale firmata dallo sponsor tecnico Joma e la medaglia finisher. MISURE DI PREVENZIONE COVID19 – Grande attenzione da parte di Gaac 2007 Veronamarathon Asd in merito alle normative e protocolli igienico sanitarie per il Covid19. Gli atleti avranno accesso all’area di partenza solo dopo essersi sottoposti al controllo della temperatura e altre disposizioni in materia di prevenzione della diffusione del COVID19 in vigore al 13 giugno 2021. A causa delle attuali normative non saranno disponibili i servizi docce, spogliatoi e trasporto indumenti mentre i ristori saranno effettuati come da protocollo Fidal e saranno aumentati, ben 5 e non solo 4, nei 21km di gara della half marathon visto il periodo quasi estivo della manifestazione. LA GIULIETTA&ROMEO IN BREVE

Giulietta&Romeo Half Marathon 21,097km è gara internazionale rientrante nei calendari di World Athletics, Aims e insignita del Gold Label Fidal, sic correrà domenica 13 giugno 2021 con partenza fissata alle ore 7. Dal 16 gennaio sono quindi ufficialmente aperte le iscrizioni sia per atleti italiani che stranieri, online sul nuovo sito www.giuliettaeromeohalfmarathon.it. Chiusura iscrizioni il 15 maggio se spedizione a casa del pacco gara e pettorale, 31 maggio per chi opta per il ritiro pettorale il giorno 12 giugno (no ritiro pettorali la domenica mattina) oppure al raggiungimento numero limite previsto 4000 persone.

Legami - potrò ancora cantare -

Scacciami - il mio mandolino

Risuonerà sincero, dentro -

Uccidimi - e la mia Anima salirà

Inneggiando in Paradiso -

Ancora tua -

Emily Dickinson

 

E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti, ed i grandi flutti del mare, ed il lungo corso dei fiumi, e l'immensità dell'Oceano, ed il volgere degli astri.e si dimenticano di se medesimi

(Sant'Agostino)

 

Due amanti silenziosi somigliano a due arpe con lo stesso diapason e pronte a confondere le voci in una divina armonia

(A.Karr)

 

Dovunque l'uomo voglia vendersi trova degli acquirenti

(Henri Lacordaire)

 

E' mia ambizione dire in dieci frasi quello che altri dicono in interi volumi

(Friedrich Nietzsche)

 

E' curioso a vedere che quasi tutti gli uomini che valgono molto hanno le maniere semplici; e che quasi sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco valore

Giacomo Leepardi)

Gianluigi Bertelli di Ltc Group: “Innamorato del Nordic Walking, disciplina agonistica e salutare”

Domenica 9 maggio si svolgerà il 1° SANGIORGESE NORDIC WALKING Powered by LTC organizzato da Us Sangiorgese

(San Giorgio su Legnano) – Dieci giorni al via del 1° Sangiorgese Nordic Walking Powered by LTC, il nuovo evento sportivo firmato dall’Unione Sportiva Sangiorgese che si disputerà domenica 9 maggio 2021.Una grande novità, che porta ulteriore entusiasmo in casa dell’ormai quasi centenaria storia dell’Us Sangiorgese, società che dal 1957 organizza niente meno che il Campaccio Cross Country. Non sarà una gara di corsa, bensì di Nordic Walking, che in italiano possiamo anche declinare in camminata nordica, disciplina nata ufficialmente nei paesi scandinavi del nord Europa nel 1997 ad opera di Marco Kantaneva.

Il PalaBertelli e i prati tutt’intorno allo Stadio Angelo Alberti varranno quale seconda prova del Circuito Tricolore – Campionato Italiano FIDAL 2021 di Nordic Walking Agonistico, si svolgerà sulla distanza di 10km e si sfideranno atleti sia italiani che stranieri, maschili e femminili, tesserati al settore assoluti FIDAL e World Athletics per l’anno 2021 delle categorie Allievi, Juniores, Promesse, Senior e Senior Master. “Da qualche anno sono innamorato di questa disciplina, definita dal suo ideatore Kantaneva come l’allenamento più efficiente e piacevole del mondo – ama affermare Gianluigi Bertelli di LTC Group -. E’ un modo per stare in forma in maniera completa, i movimenti interessano fino al 90% dei muscoli del corpo. Il Nordic Walking era ed è usato come allenamento alternativo, nei mesi estivi, per i praticanti dello sci di fondo. Lo trovo molto divertente e lo pratico nei fine settimana, una maniera per camminare tanto e stare all’aria aperta togliendo anche tanto stress lavorativo”. Un gesto tecnico non banale, come potrebbe sembrare a prima vista: “Come ogni sport il gesto tecnico è di fondamentale importanza, l’uso corretto delle braccia che spingono forte grazie all’ausilio dei bastoncini con un movimento alternato e opposto rispetto ai piedi portano a ottimizzare le energie per andare più veloci. Le mani e i piedi sono vitali, si muovono come fossero un cuore. La mia istruttrice è niente meno che la gallaratese Laura Colombo, che in bacheca ha diversi titoli italiani e un titolo europeo, un vero mito di questa disciplina”. La passione di Gianluigi Bertelli è presto arrivata all’Us Sangiorgese: “Da tempo con la società sportiva pensiamo a istituire qualcosa di nuovo e questa ci è sembrata una bella idea, in cuor mio che amo l’aspetto agonistico di questa disciplina spero anche che si possano avvicinare tanti giovani in futuro. Ora faremo domenica 9 maggio questa prima edizione, poi ci sono già diverse idee per il 2022”. PROTOCOLLO DI SICUREZZA COVID19 – Come già ampiamente dimostrato lo scorso 20-21 marzo in occasione del Cross, organizzare eventi sportivi è possibile se viene rispettato il protocollo di sicurezza sanitaria. Quello per il 1° Sangiorgese Nordic Walking Powered by LTC verrà inviato quando definitivo via mail ai partecipanti prima dell’evento. In generale già oggi si può affermare che l’evento sarà senza pubblico, nel rispetto della distanza interpersonale sia pre che post competizione, vi sarà l’obbligo dell’uso di mascherine nel pre e post competizione e durante le fasi iniziali della competizione, così come vi sarà l’applicazione di misure di mitigazione del rischio quali igienizzazione e similari. L’accesso all’area dedicata all’evento sarà consentito ai soli aventi diritto, quindi gli atleti, lo staff organizzativo e altri soggetti accreditati quali media, fotografi, autorità, tecnici o dirigenti societari. ZAINO LUANVI – Il nuovo sponsor tecnico del Campaccio Cross Country 2021 è vicino anche in questa occasione alla Us Sangiorgese. Per tutti i partecipanti del 1° Sangiorgese Nordic Walking Powered by LTC vi sarà in omaggio il comodo Zaino Basic, compatto e ricco di tasche, del marchio spagnolo Luanvi, brand distribuito in Italia da RV Distribution. ISCRIZIONI – Le iscrizioni sono aperte in modalità online attraverso il sito www.nw-sangiorgese.com oppure direttamente anche su www.nordicwalkingagonistico.it con quota di iscrizione di 20 €. Il ritrovo di tutti i concorrenti avverrà per le ore 12:15, dove verranno consegnati i pettorali, chip trasponder per la rilevazione dei tempi cronometrici e i gadget. Le categorie femminili vedranno lo start alle ore 13:30, mentre quelle maschili alle 15:30, sempre sulla distanza di 10km.

Al via il 3° Bossoni Half Marathon Trophy 2021:

1^ tappa la mezza maratona di Orzinuovi domenica 9 maggio

BAM 2021: dal 3 maggio aperte le iscrizioni alle Family Walking ed Easy Run Virtual

BRESCIA – La Gruppo Bossoni Brescia Art Marathon fa l’occhiolino alle “sorelle” Bossoni Half Marathon e Cremona Half Marathon: c’è aria di festa, perché la 3^ edizione del Bossoni Half Marathon Trophy si farà!-Un’altra ottima notizia per i runner, che vedono finalmente la loro stagione agonistica prendere sempre più forma.

 

Farò della mia anima uno scrigno

per la tua anima,

del mio cuore una dimora

per la tua bellezza,

del mio petto un sepolcro

per le tue pene.

Ti amerò come le praterie amano la primavera,

e vivrò in te la vita di un fiore

sotto i raggi del sole.

Canterò il tuo nome come la valle

canta l'eco delle campane;

ascolterò il linguaggio della tua anima

come la spiaggia ascolta

la storia delle onde.

 

~ Kahlil Gibran ~

Il Bossoni Half Marathon Trophy, che già negli anni scorsi ha raccolto notevole successo, nasce dal gemellaggio tra gli organizzatori di tre mezze maratone lombarde, tra le 21,097 km più veloci della regione.Ad aprire le sfide sarà la Bossoni Half Marathon di Orzinuovi (BS) domenica 9 maggio, seguita poi dalla Bossoni Brescia Half Marathon del 30 maggio e dalla Cremona Half Marathon del 17 ottobre.La loro collocazione in calendario appare strategica anche per i maratoneti “puri” che vogliono finalizzare la propria preparazione in vista delle 42,195 km dei mesi successivi, tre gare test per verificare la propria condizione atletica.I PREMI – Entreranno nella classifica finale del trofeo tutti i runner che avranno tagliato il traguardo delle tre gare, con i primi che saranno premiati alla fine della Cremona Half Marathon. Sotto il Torrazzo tutti i partecipanti riceveranno un capo tecnico Mico Sport.LA MEZZA DI ORZINUOVI – La prima gara del trofeo, la Bossoni Half Marathon di Orzinuovi si correrà domenica 9 maggio su un percorso nuovo, tutto in asfalto. Fino al 7 maggio è possibile iscriversi a una tariffa agevolata (25,00 euro) – CLICCA QUI. Chi deciderà di partecipare contribuirà, inoltre, a supportare La Nuvola, onlus a cui andrà parte del ricavato.BAM: APRONO LE ISCRIZIONI ALLA FAMILY WALKING E EASY RUN 10 km VIRTUAL – Lunedì 3 maggio apriranno le iscrizioni ai due eventi non competitivi della BAM 2021, che quest’anno si correranno in versione “virtual”. Un modo tanto nuovo quanto necessario per tornare a far parte del mondo BAM anche da…remoto. Sorrisi e solidarietà in cammino al fianco delle associazioni AVIS, AIL e ADMO che ne promuoveranno le adesioni. Per BAM è anche l’occasione di mantenere viva la mission solidale e il desiderio di promuovere sul territorio l’attività ludico-motoria. Entrambe si potranno correre (e camminare) da sabato 22 a domenica 30 maggio. Chi parteciperà alla Easy Run dovrà coprire un percorso di 10 km, per chi deciderà di aderire alla Family Walking i chilometri saranno 5.La quota di iscrizione alla Family Walking è di 8,00 euro (per i bambini inferiori a 8 anni è gratuita), quella alla Easy Run è di 5,00 euro. È già possibile iscriversi online a entrambe (clicca QUI).A tutti i partecipanti alle due manifestazioni sarà consegnata una maglia ricordo, che potrà essere ritirata per la Family Walking alla sede dell’AIL, via E. Fermi 28 a Roncadelle (BS) o alla sede dell’AVIS, in piazzetta Avis 1 a Brescia a partire dal prossimo 15 maggio e, per la Easy Run, presso i punti vendita Sportland di Sant’Eufemia, Lonato e Roncadelle.Progetto solidale – Come ogni anno la Family Walking si lega a un progetto solidale, a cui verrà devoluto parte del ricavato dalle iscrizioni. In questo 2021 l’associazione scelta è l’AVIS Provinciale Brescia e l’iniziativa è “Preveniamo”, che prevede l’organizzazione di incontri sul territorio a carattere informativo e di consulenza in campo nutrizionale per educare e sensibilizzare le persone.SEMPRE AL FIANCO DI BAM – Anche la 19^ edizione della Gruppo Bossoni Brescia Art Marathon, che si correrà domenica 30 maggio, sarà supportata da DimmidiSì, che con la maratona lombarda condivide il desiderio di promuovere uno stile alimentare sano e gustoso. L’azienda di Manerbio propone frutta, bevande, zuppe fresche e contorni rigorosamente freschi e pronti da gustare, perfetti che chi è… sempre di corsa.

Per info: www.bresciamarathon.it - mailto:https://bresciamarathon.it/ 030-9898006

Five Steps To Run, la ripartenza: da Affari&Sport tornano i corsi di Mino Passoni

 

Nel pieno rispetto delle normative sanitarie, da Affari&Sport a Villasanta (MB), tornano gli appuntamenti Five Steps to Run con l’allenatore Fidal Mino Passoni.

 

Cinque incontri per tornare in assetto per la ripartenza

Charlie Chaplin

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita

prima che l’opera finisca senza applausi…

VILLASANTA (MB) – E’ passato tanto tempo dall’ultimo corso di corsa Five Steps to Run tenuto dal tecnico allenatore FIDAL Mino Passoni, ma questo non ha fatto altro che aumentare la voglia di darsi appuntamento da Affari&Sport Villasanta, il negozio di Michele Cecotti che è diventato la casa di tutti i runner brianzoli.Five Steps to Run compie 20 anni, un’età che testimonia la fiducia degli atleti nei confronti delle lezioni impartite da Mino Passoni. Intramontabile il successo di questo corso che accoglie sia principianti che runner che vogliano migliorare l’approccio tecnico alla corsa allo scopo di prevenire gli infortuni e, magari, siglare un personal best. I PROTAGONISTI- Esperienza, serietà e passione sono solo alcune delle doti di Mino Passoni (LEGGI L’INTERVISTA QUI) che affianca a queste anche la virtù di una straordinaria simpatia e capacità di aggregazione. Non da meno è il contributo di Michele Cecotti, titolare dei negozi Affari&Sport che aggiunge a tutto questo la calorosa ospitalità ed il piacere sincero di accogliere vecchi e nuovi amici presso il proprio negozio. Ma i protagonisti più attesi sono i runner che con la loro voglia di imparare divertendosi sanno sempre alleggerire la fatica, anche degli allenamenti più duri.FIVE STEPS TO RUN – Dopo un anno di grandi cambiamenti nelle nostre abitudini è importante ripartire con il piede giusto o, come dice Mino, con il giusto assetto. L’intento di Mino è quello di insegnare che per correre bene e senza infortuni è necessario seguire poche semplici regole, perché la corsa è fatta di tecnica, riscaldamento, ginnastica posturale e funzionale, stretching e ripetute.

Bastano appena cinque incontri per imparare o cambiare in meglio il proprio modo di correre. Gli appuntamenti sono tutti al sabato mattina (8, 15, 22 e 29 maggio – 5 giugno) dalle 9:50 alle 11:30 presso la sede di Affari&Sport di Villasanta (MB), verranno affrontate le seguenti tematiche:

8 maggio - Riscaldamento-tecnica di corsa-allunghi-15 maggio - Circuit Training Modificato-22 maggio - Le salite e come trasformarle-29 maggio - Il Fartlek come e perché-5 giugno -Interval Training – ripetute

Per partecipare occorrerà presentare il certificato medico, versare la quota di iscrizione che ammonta a 35,00 euro e che include una maglia tecnica da running e lasciarsi trascinare dalla professionalità e dalla simpatia di Mino nonché dall’accoglienza di Michele nel suo negozio.Si ricorda che gli iscritti che dovranno rispettare le normative sanitarie in materia di prevenzione della diffusione del COVID19 mantenendo il distanziamento sociale e utilizzando la mascherina ove necessario.

INFO & PRENOTAZIONI

Affari&Sport Villasanta (MB): 039.303408-info@affariesport.com-

 

Allorché la terra fu creata con tutti gli esseri viventi,

l'intenzione del Creatore non fu di renderla vivibile solo agli uomini.

Siamo stati messi al mondo

assieme ai nostri fratelli e sorelle,

con quelli che hanno quattro zampe,

con quelli che volano e con quelli che nuotano.

Tutte queste forme di vita, anche il più piccolo filo d'erba,

formano con noi una grande famiglia.

Tutti siamo fratelli e tutti siamo ugualmente importanti su questa terra.

Grosso miglioramento per Dario Dester nel decathlon al Multistars di Lana (Bolzano)-25 aprile 2021

Dario Dester si migliora notevolmente oggi nel decathlon al Multistars di Lana (Bolzano), tappa italiana del circuito mondiale di prove multiple. Il ventenne dei Carabinieri arriva a 7758 punti, oltre cento in più rispetto al record personale di 7655 stabilito nella scorsa estate a Firenze, e si piazza al quarto posto nella gara. Adesso è il secondo under 23 di sempre a livello nazionale per avvicinarsi alla migliore prestazione promesse realizzata con 7871 da William Frullani nel 2001 quando conquistò il bronzo agli Europei di categoria. Dopo un’ottima stagione indoor, culminata con il record italiano dell’eptathlon e il settimo posto agli Europei, ancora applausi per il cremonese che conferma un solido rendimento in tutte le specialità, cogliendo anche il suo primato nel giavellotto con 54,97. “Ho ripreso ad allenarmi soltanto all’inizio di aprile, dopo gli Europei indoor di Torun – racconta Dester – e quindi ho preparato questo decathlon in poco tempo. Sono molto contento, perché ho avuto ottime sensazioni per essere la prima uscita della stagione all’aperto”. Molto combattuta la sfida tra il norvegese Martin Roe, vincitore con 8055, e il ceco Adam Sebastian Helcelet, 8025, mentre è terzo lo svedese Fredrik Samuelsson (7815).

Appassionante l’eptathlon femminile con il successo della spagnola Maria Vicente, classe 2001, che cresce fino a 6304 punti insidiata dall’altra ventenne irlandese Kate O’Connor (6297).

 

Entrambe incrementano nettamente il record nazionale e ci riesce anche Marthe Koala (Burkina Faso), terza a 6238, invece è quarta con il primato personale di 6180 la britannica Holly Mills, in testa fino alla penultima gara. Buon rientro per l’azzurra Sveva Gerevini (Carabinieri): dopo un infortunio invernale la pluricampionessa tricolore chiude dodicesima con 5718 punti firmando la terza prestazione in carriera. È stata l’edizione numero 34 dell’evento, inserito nel World Athletics Combined Events Challenge, con due giornate di gare sotto il sole nella località altoatesina che ha accolto per la seconda volta questo meeting internazionale.

A Pechino 10.000 runner corrono la mezza maratona-25 aprile 2021

China-Maraton

Sabato, Pechino ha ospitato la sua mezza maratona con 10.000 partecipanti e naturalmente severe misure sanitarie per frenare ogni possibilità di recrudescenza del Covid-19.

La competizione comprendeva un percorso di oltre 21.000 chilometri che iniziava nel centro di Piazza Tiananmen e terminava al Parco Olimpico.

 

Il vincitore tra gli uomini ha completato il percorso in un’ora, quattro minuti e 53 secondi, mentre la vincitrice tra le donne ha corso nel tempo di un’ora, 10 minuti e 35 secondi.

 

Le autorità locali hanno accettato solo residenti di Pechino e hanno richiesto risultati negativi ai test sanitari per dimostrare che erano esenti dal coronavirus SARS-CoV-2.

 

Questa gara è nata nel 1956 con un profilo più basso e appena un migliaio di partecipanti. Tuttavia, nel corso degli anni ha acquisito rilevanza fino a diventare nel 2016 una mezza maratona e ha coinvolto oltre 20.000 persone.

La sua edizione 2020 è stata cancellata a causa dello scoppio a Pechino del nuovo coronavirus SARS-CoV-2.

 

Siamo a 300 grazie a v oi

Siamo donne uomini e marziani

Siamo il coraggio

che ti fa cominciare

la passione per continuare

la sfida con te stesso

Siamo le gocce di sudore

le lacrime di gioia

il bacio alla terra di Gelindo

il pugno al cielo di Stefano

Siamo i master pieni di futuro

i chili che hai perso

i compagni di strada

che altrimenti

non avresti conosciuto

Siamo borracce, canfora

e pipì dietro gli alberi

Siamo la tua prima maratona

e non saremo l'ultima

neve, deserto, pietr e città

e polvere di pioggia

e rispetto dell'avversario

Siamo albe

di colazioni al miele

buio di sentieri da trail

tende e veglie nella 24 ore

scarpe che non vuoi

ti buttino via

siamo bottega amara

di cortesia

Siamo domande, dubbi,

perchè, errori, infortuni

Siamo e saremo solo

tempi di passaggio.

Battocletti record: 15:36.39 all’Arena di Milano-24 Aprile 2021

A Milano l’azzurra centra la migliore prestazione italiana under 23 dei 5000 dopo ben 32 anni. Giorgi al successo nei 5000 di marcia (21:30.30), ok Tontodonati. Il ventenne Guelfo sorpresa 3:39.80-

Il talento di Nadia Battocletti illumina l’Arena di Milano. Nella gara che riportava la grande atletica nello storico impianto milanese dopo il restyling terminato nello scorso ottobre, la giovane azzurra trionfa nei 5000 metri con il crono di 15:36.39 e sigla la migliore prestazione italiana under 23: superato dopo quasi 32 anni il 15:37.59 di Orietta Mancia del 1989. La ventunenne trentina delle Fiamme Azzurre abbatte il personale di quasi dieci secondi rispetto al 15:46.26 di Modena dello scorso ottobre, peraltro in una prova senza avversarie del suo livello alla Walk&Middle Distance Night, rimanendo completamente in solitaria negli ultimi due chilometri.

Due volte campionessa europea under 20 nel cross, due volte a medaglia nelle rassegne europee juniores in pista (bronzo a Grosseto 2017 nei 3000, argento a Boras 2019 nei 5000), la futura ingegnera compie un altro passo in avanti verso l’atletica che conta, spinta dalla sua tradizionale corsa elegante ed efficace.

 

“Sono molto felice, è sempre bello battere un record - le parole di Nadia Battocletti, abbracciata dal papà-coach, l’ex azzurro Giuliano - mi è piaciuta soprattutto la prima parte, ero davvero convinta e aggressiva nei primi tre chilometri. Purtroppo una delle lepri è partita un po’ troppo forte, l’altra mi ha aiutato per un chilometro circa, ma io fino al 3 km (9:19 il passaggio ufficioso, ndr) mi sono sentita davvero bene. Ora devo lavorare molto sulla tenuta nel finale, perché ho sofferto. Ero stanca e c’erano doppiaggi da fare, non era semplice riprendere il ritmo.

 

Mi porto a casa questo primato e penso alle gare di maggio: alternerò 800 e 1500 per potenziare la velocità prima di dedicarmi ai 5000 di Andujar in Spagna il 22 maggio. Obiettivo Europei under 23 di Bergen, certamente, ma un pensierino alle Olimpiadi di Tokyo vogliamo farcelo”. Impegnativo, a dir poco, la standard di qualificazione: 15:10.00. Ma perché non provarci? Da applausi anche la ventenne Giovanna Selva (Sport Project Vco) che dopo le belle impressioni della stagione del cross viola la barriera dei 16 minuti (15:59:00), terza dietro alla burundese Cavaline Nahimana (Libertas Runners Livorno, 15:52.27).

A tre settimane dagli Europei a squadre di Podebrady (Repubblica Ceca, 16 maggio) dove marcerà nella 35 km, il bronzo mondiale Eleonora Giorgi si mette alla prova in un test nei 5000 su pista accoppiando l’impegno odierno al “medio” di venticinque chilometri affrontato ieri. Riscontri positivi dal cronometro (21:30.30) e dalle sensazioni in avvicinamento alle Olimpiadi di Tokyo, nella terza uscita dell’anno per la marciatrice delle Fiamme Azzurre dopo i titoli italiani della 35 km a Ostia e della 20 km a Grottaglie. Se Giorgi viaggia in solitaria al passo di 4:18 al chilometro, nella lotta per il secondo posto si impone Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) in 22:27.90, terza Lidia Barcella (Bracco Atletica) in 22:46.89 a mezzo secondo esatto dal PB. Nella gara maschile, si forma inizialmente un terzetto (Tontodonati, Orsoni, Brandi) poi il campione italiano della 20 km Federico Tontodonati si mette in proprio dopo nemmeno un chilometro e nessuno può insidiare la sua leadership: il marciatore dell’Aeronautica toglie quasi venti secondi al proprio limite sui 5000, portato a 19:07.64. Per il piemontese era il rientro dopo il trionfo tricolore di Grottaglie, all’inizio di marzo, teatro del suo standard olimpico nella 20 km (1h20:12). La novità è Juriy Micheletti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) sceso sotto i venti minuti (19:53.24) superando Giacomo Brandi (Cus Pro Patria Milano, 20:02.77 PB) e Riccardo Orsoni (Fiamme Gialle, 20:05.31).-LE ALTRE GARE: MONDAZZI 13:48.86 - Nei 5000 maschili la vera gara inizia a un chilometro dalla fine, quando la lepre termina il suo lavoro e l’affare per la vittoria si restringe a tre pedine: Alberto Mondazzi (Atl. Casone Noceto) si regala il primo (deciso) blitz sotto i quattordici minuti, con 13:48.86, a tre anni dal 14:30.25 del 2018, prendendo d’infilata Francesco Breusa (Battaglio Cus Torino) e Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle) negli ultimi 150 metri. È il secondo primato personale in pochi giorni per il 23enne lombardo allenato da Pierino Endrizzi, laureato in economia aziendale alla Bocconi, già visto in mezza maratona nel 2020: domenica scorsa a Rubiera era cresciuto fino a 29:14.94 nei 10.000 metri, distanza che lo riporterà in gara ai Tricolori di Molfetta il 2 maggio. Gara vivace, in quattro sotto i quattordici minuti, con tanto di primati personali anche per Breusa (13:51.32), Abdelwahed (13:52.48) e Stefano Massimi (Cus Camerino) in 13:58.03. L'altra sorpresa del meeting milanese è l’enorme progresso del ventenne Matteo Guelfo nei 1500 metri: genovese della Trionfo Ligure, tricolore juniores nella scorsa stagione a Modena, saluta tutti ai cinquecento metri dal traguardo e firma oltre quattordici secondi di primato personale, sbucando a un ottimo 3:39.80, tutt’altra storia rispetto al 3:54.09 dello scorso ottobre. Un miglioramento costruito negli ultimi mesi, a partire dalla fine di novembre, a Castelporziano (Roma) alla corte di Vittorio Di Saverio, in gruppo con il giovane azzurro Federico Riva. Cresce anche Giovanni Filippi (Us Rogno) secondo in 3:42.09. La stagione all’aperto di Elena Bellò (Fiamme Azzurra), dopo la semifinale europea di Torun, scatta dalla prova spuria dei 600 metri: il successo in 1:27.98 nel duello con Serena Troiani (Cus Pro Patria Milano, 1:28.05) è incoraggiante in prospettiva ottocento. Meno combattuta la gara dei 1500, vinta da Elisa Bortoli (Esercito) in 4:20.90. Le siepi, disputate sulla distanza inusuale dei 2000, premiano Laura Dalla Montà (Assindustria Sport, 6:35.94) e Giovanni Gatto (Quercia Trentingrana, 5:48.24).-I MEETING DEL SABATO: SACCOMANO 57,75 - Continuano i progressi nel disco del ventenne Enrico Saccomano (Atl. Malignani Libertas Udine) con 57,75 a Udine, quasi un metro in più rispetto al 56,90 del terzo posto agli Assoluti dello scorso anno. A Bari avvicina il personale Carmelo Musci (Fiamme Gialle) con 55,59. Esordio controvento nei 100 metri per il 18enne sprinter Matteo Melluzzo (Fiamme Gialle) in 10.70 (-2.3) a Catania. Sulla stessa distanza a Padova rientra in gara l’allievo Yassin Bandaogo (Atl. Vicentina) e si migliora a 10.71 (-0.6). Di nuovo in pedana Marco Lingua (asd Marco Lingua 4ever) che stavolta a Piacenza sfiora i settanta metri con 69,77 mentre sui 3000 la junior Giulia Cordazzo (La Fratellanza 1874 Modena) scende a 9:39.19. A Livorno la tricolore indoor delle prove multiple Marta Giovannini (Atl. Livorno) chiude la prima giornata dell’eptathlon con 3267 punti e due record personali, 14.25 (+0.6) nei 100hs e 25.22 (+0.4) sui 200 metri, davanti alla milanese Federica Palumbo (Libertas Unicusano Livorno), seconda con 3154, che sale a 1,74 nell’alto.

naz.orl. - l.c. - RISULTATI/Results

 

Lo sport, va da dire che le discipline sportive sono tante, di sicuro il loro papà si chiama sport ed è il proprietario di tutte le attività psico- fisiche. Quando si intraprende una disciplina, si entra far parte di un mondo diverso, un mondo fatto di regole e di rispetto, un mondo che ti matura dentro l'anima e ti fa sopportare fatiche immense,un mondo che ti ricompensa con momenti di vera felicità, è come il contadino quando ara la terra e semina, all'inizio è sofferenza e stanchezza ma poi arriva il tempo del raccolto dei frutti; chi ha seminato bene raccoglie frutti buoni. Quando sono arrivato qui a mileto non avevo né terra né alberi da frutto, allora, ho pensato che bisognava seminare qualcosa e così ho fatto; ho seminato quello che la vita mi ha insegnato ossia amare la natura, vivere lo sport come stile di vita, avere rispetto delle cose e degli altri, e così, anche io, mi ritrovo a raccogliere i frutti della mia semina che si chiamano amicizia, amore, fraternità; cose che ultimamente sono diventate una merce molto rara. Se non avessi divulgato lo sport ,oggi , non avrei avuto gli amici che ho, che mi fanno sentire importante e mai solo, sono fiero di loro e ne ho molta stima; questa ricchezza va conservata gelosamente e anche se a volte abbiamo opinioni diverse, è bene,perché ciò serve a cementare e a far diventare sempre più forte il legame che ci unisce. Tutto ciò però, non è farina del nostro sacco ma semplicemente lo sport che ci ha uniti, padre buono dei valori importanti della nostra vita sociale. Salvatore Auddino 30 gennaio 2009

Record americano dei 5000 metri U20 battuto a Des Moines da Nico Young- 24 aprile 2021

DES MOINES, Iowa – La matricola del Northern Arizona Nico Young ha fatto la gara della vita (fino ad ora) nei 5000 metri ai Drake Relays nella giornata inaugurale di ieri; con un tempo di 13: 24.26, Young ha battuto il record americano U20 e una serie di record giovanili statunitensi. Oggi sempre a Des Moines, giornata di gare con moltissimi campioni. Qui la diretta streaming da questa sera.

 

Venerdì sera, in gara oltre a Young erano presenti altri due atleti di spicco, il senior Blaise Ferro e Abdihamid Nur in condizioni meteorologiche quasi perfette condizioni.

Al quarto chilometro Young ha preso la marcia più alta e ha iniziato a muoversi attraverso il gruppo e ha scalato la classifica passando dal quinto posto al terzo a quasi un chilometro dalla fine della gara. Alla fine vince Young con 13: 24.26 davanti a Nur con 13: 26.74 e Ferro terzo con 13: 31.54.

 

Young ha corso una gara storica, battendo il record americano U20 che è rimasto invariato da quando Fernandez dell’Oklahoma State lo ha stabilito nel 2006.

Faniel a segno nei 10 km sul mare 18 Aprile 2021-Alla Mujalonga sul Mar, a Muggia (Trieste), 28:34 per il primatista italiano di maratona e mezza, al rientro dagli altopiani del Kenya.

Ancora a segno Eyob Faniel. Sul podio Maestri e Neka Crippa. Lonedo quarta al femminile 

L’azzurro delle Fiamme Oro, primatista italiano della maratona e della mezza maratona, si prende il successo nei 10 km della Mujalonga sul Mar, a Muggia, nel golfo di Trieste, con il crono di 28:34. Il 28enne vicentino era appena rientrato in Italia da tre settimane di allenamenti in quota sugli altopiani del Kenya: nella prima metà di gara, sfruttando il vento a favore sul tracciato fronte mare interamente rettilineo, viaggia deciso, in solitaria, con un parziale di 13:53 ai cinque chilometri, un passo che fa ipotizzare un miglioramento del record italiano di 28:08, di sua proprietà (Madrid 2020) al pari di Daniele Meucci (Valencia 2020). È però in agguato il vento contrario nella seconda porzione di gara, che rende impossibile un nuovo progresso sul limite nazionale. Faniel precede al traguardo lo specialista di corsa in montagna Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe) autore del primato personale di 29:16 in volata sull’altro azzurro Nekagenet Crippa (Esercito) terzo in 29:18 (PB). Sotto i trenta minuti anche Abdoullah Bamoussa (Atl. Brugnera Friulintagli) con il personale di 29:48 e Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche Leffe) con 29:54. Tra le donne la vittoria è per l’etiope Addisalem Belay Tegegn (Atl. Saluzzo) in 32:53, con ampio margine sulla ruandese Adeline Musabyeyezu (Atl. Dolomiti Belluno, 33:35) e la burundese Cavaline Nahimana (Libertas Runners Livorno, 33:42). Due azzurre ai piedi del podio: nello sprint per il quarto posto la spunta Rebecca Lonedo (Atl. Vicentina) in 34:23 su Anna Incerti (Fiamme Azzurre), quinta in 34:28.

 

“Ho corso facile nella prima parte, certamente aiutato dalla brezza alle spalle - racconta Faniel - ho tenuto botta fino ai sette chilometri, poi il vento in faccia era davvero troppo, si è alzato tantissimo negli ultimi tre e per il record non c’è stato nulla da fare. Comunque buone sensazioni, mi serviva tranquillità per affrontare il periodo che sta arrivando”. Per l’azzurro (2h07:19 in maratona, 1h00:07 nella mezza) era l’ultima uscita agonistica prima di cominciare il lavoro specifico in vista dei 42,195 km delle Olimpiadi di Tokyo, in programma l’8 agosto a Sapporo: “Ora stacco per una settimana o dieci giorni. Poi ricomincio sulle strade di casa con l’avvicinamento ai Giochi, e dalla fine di maggio dovrei fare un paio di periodi di altura, entrambi di un mese, intervallati da una mezza maratona per verificare la condizione”. - Risultati

Il salto di qualità di Aouani: 27:52.98-18 Aprile 2021

Il campione italiano del cross toglie oltre trenta secondi al personale sui 10.000, scendendo sotto i 28 minuti a Rubiera. Folorunso MPI dei 250 a Pavia. Cattaneo-Manenti sprint nel vento di Donnas.Negli ultimi diciotto anni soltanto due azzurri erano scesi sotto i 28 minuti nei 10.000 metri (Crippa e Meucci). Da oggi sbarca sotto la barriera anche Iliass Aouani, autore di un più che promettente 27:52.98 a Rubiera (Reggio Emilia) in occasione dei Campionati regionali assoluti di specialità. Dopo il titolo italiano del cross conquistato a Campi Bisenzio, è la conferma del salto di qualità per il 25enne milanese dell’Atletica Casone Noceto, allenato da Massimo Magnani a Ferrara: frantumato di oltre trenta secondi il primato personale, il 28:25.36 siglato due anni fa a Palo Alto, negli Stati Uniti, durante il periodo di studio e di sport oltreoceano per conseguire la laurea in ingegneria. Aouani, alla “prima” su pista all’aperto dal quarto posto delle Universiadi di Napoli di due anni fa, distanzia i compagni di squadra Italo Quazzola (29:02.10) e Alberto Mondazzi (29:14.94) e può guardare con ottimismo alla stagione che sta per entrare nel vivo. A livello statistico, solo Yeman Crippa (record italiano 27:10.76 ai Mondiali di Doha 2019) e Daniele Meucci (27:32.86) hanno fatto meglio dal 2003 a oggi. Non è lontana la top ten di sempre, con il decimo posto che equivale al 27:44.05 di Marco Mazza [RISULTATI].

 

Avvio di stagione con una migliore prestazione italiana per Ayomide Folorunso. L’azzurra delle Fiamme Oro corre in 30.34 a Pavia sull’insolita distanza dei 250 metri e demolisce il tempo di Mariabenedicta Chigbolu del 2015 (31.13). Nei Queenatletica Games l’ostacolista e staffettista azzurra si cimenta sulle prove spurie a due settimane dalle World Relays di Chorzow (Polonia, 1-2 maggio) che mettono in palio la qualificazione olimpica per i quartetti. Folorunso precede Ilaria Burattin (Cus Pro Patria Milano) a sua volta sotto il precedente limite grazie al suo 31.07, e la junior Alexandra Almici (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) terza in 31.64. Un’ora prima “Ayo” aveva vinto anche i 150 metri in 17.79 (+1.1) battendo Linda Guizzetti (Cus Pro Patria Milano, 18.00), distanza che al maschile premia Andrea Federici (Atl. Biotekna) con il personale di 15.61 (+0.9) su Alex Zlatan (La Fratellanza 1874 Modena, 15.80 PB). Lorenzo Perini (Aeronautica) inaugura la stagione all’aperto con 23.60 nei 200hs, con vento contrario di -0.7. Secondo lo junior Paolo Gosio (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter, 24.18) che supera Mattia Montini (Carabinieri, 24.38). Nel martello, alla prima uscita primaverile, Marco Lingua (asd Marco Lingua 4ever) fattura 74,07, non lontano dallo stagionale di 74,23 lanciato a gennaio [RISULTATI].

Chiesi a Dio...

di essere forte per eseguire progetti grandiosi:

Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.

Domandai a Dio che mi desse la salute

per realizzare grandi imprese:

egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.

Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:

mi ha fatto povero per non essere egoista.

Gli domandai il potere

perché gli uomini avessero bisogno di me:

egli mi ha dato l'umiliazione

perché io avessi bisogno di loro.

Domandai a Dio tutto per godere la vita:

mi ha lasciato la vita

perché potessi apprezzare tutto.

Signore, non ho ricevuto niente di quello

che chiedevo,

ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno

e quasi contro la mia volontà.

Le preghiere che non feci furono esaudite.

Sii lodato; o mio Signore,

fra tutti gli uomini

nessuno possiede quello che ho io!

Kirk Kilgour

Debuttano gli staffettisti azzurri nel vento di Donnas (Aosta). Prima gara dell’anno per il recordman della 4x100 Federico Cattaneo (Aeronautica), in un test agonistico verso l’appuntamento mondiale per le staffette: la brezza di +2.5 lo spinge a 8.67 nella prova spuria degli 80 metri. In pista, dopo un anno e mezzo, anche l’altro primatista italiano del quartetto veloce (Doha 2019, 38.11) Davide Manenti (Aeronautica) che nei 150 metri si esprime in 15.45 sulle ali di un +3.5 di vento. L’ultima gara per Manenti erano stati i Mondiali militari di Wuhan, in Cina, nell’ottobre del 2019 [RISULTATI].

A Rovereto (Trento), sulla pista che ospiterà gli Assoluti dal 25 al 27 giugno, primi posti nei 150 metri per Lorenzo Ianes (Athletic Club 96 Alperia) con 15.81 (-0.6) e per la quattrocentista Petra Nardelli (Sudtirol Team Club) con 17.96 (+0.1), entrambi al personale. Out per un fastidio muscolare la mezzofondista azzurra Irene Baldessari (Esercito) che non completa la prova dei 600 metri [RISULTATI]. A Treviso 69,13 nel giavellotto per Mauro Fraresso (Fiamme Gialle) [RISULTATI].

Kipchoge è tornato: 2h04:30 a Enschede-18 Aprile 2021

Il campione olimpico e primatista mondiale di maratona vince e convince in Olanda a meno di 100 giorni dai Giochi Olimpici di Tokyo.

 

L'atteso rientro alle gare di Eliud Kipchoge è avvenuto stamane nella NN Mission Marathon, corsa lungo il Twente Airport di Enschede, nuova sede posposta di una settimana, dopo la forzata indisponibilità dell'iniziale location designata di Amburgo. Per Kipchoge, primatista mondiale in 2h01:39 e oro olimpico nel 2016 a Rio de Janeiro, un test superato brillantemente con una corsa con ritmo in progressione e finish di 2h04:30, miglior prestazione mondiale stagionale 2021 (precedente 2h04:56 del giapponese Kengo Suzuki).

 

Il crono odierno rappresenta la nona prestazione della carriera del 36enne keniano e il primo successo in assenza di pubblico lungo le strade delle città, tempio delle maratone di tutto il mondo prima della pandemia. Il test di Enschede proietta il campione africano verso le Olimpiadi con il ruolo di favorito, e l'obbiettivo del secondo successo a cinque cerchi, impresa riuscita in passato solo all'etiope Abebe Bikila (Roma '60 e Tokyo '64) e al tedesco dell'Est Waldemar Cierpinski (Montreal '76 e Mosca '80).

 

Il successo odierno in Olanda è stato costruito da Kipchoge in progressione, con prima metà in 1h01:43, il ritmo alzato dopo un terzo di gara (dal 15esimo chilometro) dai connazionali Jonathan Korir (secondo al traguardo in 2h06:30) e Philemon Kacheran (quarto in 2h08:47 dopo la rimonta dell'eritreo Kifle, terzo in 2h08:07). Nell'ultima maratona corsa, in ottobre a Londra, Kipchoge venne clamorosamente sconfitto (dopo sette anni!) chiudendo ottavo in 2h06:49, a poco più di un minuto dal vincitore etiope Tola Shura (2h05:41). Nella 42 km di oggi, condizioni meteo clementi nonostante l'assenza di elementi a protezione dei runner quali le strutture cittadine.

 

Nel team olimpico keniano di maratona, assieme a Kipchoge figurano elementi di assoluto valore come Amos Kipruto (bronzo mondiale a Doha 2019), Lawrence Cherono (in 2h04:06 detiene il primato all-comers sul suolo olandese, che ha resistito all'assalto odierno di Kipchoge) e Vincent Kipchumba (secondo a Londra nel 2020 e tra gli atleti che hanno preceduto Kipchoge).

 

Questi gli intermedi di Kipchoge: 14:55 (5 km), 29:15 (10 km), 43:46 (15 km), 58:29 (20 km), 1h01:43 (mezza maratona), 1h13:17 (25 km), 1h28:10 (30 km), 1h43:02 (35 km), 1h57:58 (40 km), 2h04:30 (traguardo). Un vantaggio maturato dopo il trentesimo chilometro, quando Kipchoge ha lasciato la compagnia di Korir e Kacheran guadagnando una quindicina di secondi sul primo e trenta sul secondo, allungando il gap fino a un minuto e venti secondi a due chilometri dall'arrivo. Nella corsa femminile, successo e personal best per la tedesca Katharina Steinruck, conosciuta come Heinig prima del matrimonio, prima in 2h25:59, seconda prestazione europea 2021, davanti alla portoghese Sara Moreira (2h26:42) e all'altra tedesca Rabea Schöneborn, alla seconda maratona della carriera, scesa a 2h27:03.

di Marco Buccellato- RISULTATI/Results

 

A Fortunato la marcia di Caracalla, Stano riparte 18 Aprile 2021

Nella terza prova dei Cds, vittoria nei 10.000 su pista a Roma per l’azzurro delle Fiamme Gialle, secondo il primatista italiano della 20 km al rientro dopo un anno e mezzo. Trapletti ok a Bergamo.Il duello tra Francesco Fortunato e Massimo Stano accende la terza prova dei Campionati di società di marcia allo stadio Martellini di Caracalla, a Roma. A un mese dagli Europei a squadre di Podebrady (Repubblica Ceca, 16 maggio), primo appuntamento internazionale della stagione dei marciatori, a imporsi nei 10.000 su pista è il portacolori delle Fiamme Gialle: Fortunato chiude in 39:42.7, seconda prestazione in carriera, restando al comando per larga parte dei dieci chilometri, con leggero vantaggio sul diretto rivale dal terzo km in poi (19:54 il passaggio ai 5000).

 

Buono il rientro agonistico di Stano (Fiamme Oro) assente da un anno e mezzo: tra pandemia e problemi alla tibia sinistra, l’ultima uscita del primatista italiano della 20 km era stata ai Mondiali di Doha nell’ottobre 2019. La sua marcia verso le Olimpiadi di Tokyo riparte dal secondo posto con il crono di 39:52.2, in una prova nella quale non andava a caccia del tempo ma soprattutto delle sensazioni, in prospettiva Podebrady e Sapporo. Alle spalle dei due pugliesi, cresce l’under 23 Davide Finocchietti (Libertas Runners Livorno), già oro europeo U18 sulla distanza, autore di 41:05.8, e compie un balzo in avanti anche l’altro 2001 Andrea Cosi (Atl. Firenze Marathon, 41:14.9).

 

“È stato un buon test in ottica della 20 km di Podebrady - le parole di Fortunato, 26 anni - Nelle ultime quattro settimane ho ritrovato continuità negli allenamenti dopo diversi problemi fisici, quindi questa mattinata mi dà fiducia. Adesso altre quattro settimane per prepararci alla ‘Coppa’ e vediamo cosa succede”. Stano sorride: “Un buon rientro - commenta il 29enne - sia dal lato tecnico perché non ho ricevuto proposte di squalifica, sia per le sensazioni. Questa gara-test ha risvegliato l’animale che c’è dentro. Il tempo? Non ci ho pensato, mi aspettavo anche di andare più piano, intorno a 40:30. Sono soddisfatto così”. Tra le donne, ritorno vincente per Eleonora Dominici (Fiamme Gialle) che mancava dalle competizioni dal giugno 2019: 47:03.5 per la romana che due anni fa è stata capace di 1h30:35 nella 20 km, a distanziare il duo del Cus Macerata Anastasia Giulioni (50:13.1) e Giulia Miconi (51:13.8). Si fa notare l’allievo Diego Giampaolo (Fiamme Gialle Simoni), 43:47.1 sotto la pioggia battente del pomeriggio: oltre un minuto di progresso.

 

LE ALTRE SEDI - Brilla Valentina Trapletti al campo sportivo Putti di Bergamo. L’azzurra dell’Esercito si migliora nei 10.000 su pista con il crono di 43:20:38 (precedente 44:04.94 nel 2017) e conferma il buon momento di forma già evidenziato in marzo a Grottaglie nei tricolori della 20 km, quando ha mancato il PB per un solo secondo con 1h29:58, ottimo viatico per gli Europei a squadre di Podebrady. Il tempo di oggi della lombarda è al momento la seconda prestazione mondiale dell’anno. Sul podio altre due azzurre, con altrettanti primati personali: seconda Nicole Colombi (Carabinieri) scesa a 45:21.69, e torna a migliorarsi dopo sei anni Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) con il terzo posto in 45:38.01. Quarta l’under 23 Sara Buglisi (Athletic Club 96 Alperia, 46:23.42 PB), quinta Lidia Barcella (Bracco Atletica, 46:25.42 PB). Al maschile, prima piazza per il marchigiano Giacomo Brandi (Cus Pro Patria Milano) con il personale di 40:48.65 al termine di un’avvincente lotta a tre con Aldo Andrei (Valsugana Trentino, 40:51.69) e Leonardo Dei Tos (Athletic Club 96 Alperia, 40:59.97).

Quando corro tutti i pensieri volano via.

Superare gli altri è avere la forza, superare se stessi è essere forti

(Confucio)

Un atleta in corsa è una scultura in movimento.

(Edwin Moses)

Correre è lo spazio aperto dove vanno a giocare i pensieri.

(Mark Rowlands)

Non importa cosa trovi alla fine di una corsa, l’importante è quello che provi mentre stai correndo. Il miracolo non è essere giunto al traguardo, ma aver avuto il coraggio di partire.

(Jesse Owens)

Io sento la terra ed il vento e gli alberi. Io sento il loro spirito. Io sento il ritmo della corsa. E’ come musica

(Gabriel Harmony Jennings)

Più corri, più percepisci il tuo corpo. Più pesa, più la tua mente si fa leggera. È la magia della corsa.

(runlovers, Twitter)

Correre è strappare il ritmo al tempo, è rinascere con un altro respiro

(Fabrizio Caramagna)

È di Andrei, non ancora ventenne (li compirà a luglio), già argento europeo under 18, il balzo in avanti più sensibile con quasi tre minuti di progresso. Ritirato invece Riccardo Orsoni (Fiamme Gialle). Il migliore tra gli junior è il 2003 Emiliano Brigante (Trieste Atletica) che fa ingresso nella top ten di sempre al decimo posto con 41:48.25. Ad Acquaviva delle Fonti (Bari) primi posti per Vito Di Bari (Atl. Virtus Lucca) in 43:48.49 e Maria Teresa Vulpis (Amatori Atl. Acquaviva, 54:56.53). Tra gli junior, in mostra Nicola Lomuscio (Amatori Atl. Acquaviva) con il personale di 43:57.08.

- Risultati Roma-- Risultati Bergamo-- Risultati Acquaviva delle Fonti

Al Parco di Monza si è corsa la 21k e 10k Milano&Monza Run Free.18 aprile 2021

MONZA – Ha vinto la voglia di esserci, di ripartire, di riscatto, di ritrovarsi e divertirsi oggi alla prima tappa di Milano&Monza Run Free che si è corsa nel maestoso Parco di Monza con zona di ritrovo per partenza e arrivo alla Cascina San Fedele. Evento che porta nel nome il vero obiettivo finale: Run Free, ovvero correre liberi, perché la corsa da sempre e per sempre sarà sinonimo di liberta.

 

Nell’intero fine settimana hanno potuto correre o camminare sia i partecipanti non competitivi con una corsa di tipo individuale e a distanza, nel parco oppure dove più avevano piacere e circa un migliaio di agonisti sulle due distanze, 21,097km e 10km certificate Fidal.

 

La musica, lo speaker, i sorrisi sotto le mascherine, i colpi di pistola dei giudici, le fasi del riscaldamento, dopo tanti mesi di zona rossa a causa della Pandemia da Covid19 che ha condizionato le vite di tutti noi finalmente un po’ di libertà, finalmente un po’ di normalità.

Tutto si è svolto nel pieno rispetto delle normative sanitarie vigenti e in ottemperanza del protocollo Fidal, quindi mascherine sempre indossate fin dopo la partenza e poi subito all’arrivo, distanziamento prima del via e diverse altre necessarie ed importanti disposizioni.

 

Start ufficiale per la mezza maratona, l’unica in Lombardia per questo mese di Aprile, come annunciato alle 8 in punto, con l’aria frizzantina di questa primavera che tarda ad arrivare almeno a giudicare dalle temperature, ma quel che contava era ripartire con le gare e così è stato. Un percorso non facile quello ideato dallo staff organizzativo di Team Otc SsdArl e A&C Consulting, diversi i saliscendi così come qualche chilometro su brecciolino sterrato. Tre i giri da 7km, l’ultimo dei quali ha sancito quale campione finale Simone Paredi (Asd Atletica Pidaggia 1528) in 1h10’00”, con buon margine sugli inseguitori. Al secondo posto troviamo Davide Perego (Falchi Lecco) in 1h11’18” che riesce nel tratto finale a distanziare di qualche metro Loris Mandelli (Pol. Carugate) che termina così terzo, appena dietro, in 1h11’27”.

Gara femminile fin dai primi istanti in mano, anzi nelle gambe, di Valentina Dameno (Dk Runners Milano) che vince in solitaria in 1h24’00, secondo posto per Laura Brenna (Asd Aries Como Athletic Team) in 1h26’01” e bronzo per Elisa Benini (Atl. 85 Faenza), categoria SF50, con 1h30’17”.

Nella competizione sulla distanza da 10km, questa volta due giri da 5km anche questi con un percorso arcigno e nervoso, successo per Andrea Soffientini (Azzurra Garbagnate M.se) in 30’30”, secondo posto per il giovane Luca Alfieri (Pbm Bovisio Masciago), categoria Promesse under23, in 30’48” ed infine terzo gradino del podio per Roberto Delorenzi (Usc Capriaschese) in 31’33”. Tra le donne più serrata la sfida per la vittoria finale, seppur a distanza in quanto le prime due sono partite nella seconda ‘onda’ di partenza e a premiarle è stato il ‘real time’. Vittoria per Najla Aqdeir (Sprint Academy) in 36’30”, piazza d’onore per Giulia Sommi (Cus Pro Patria Milano) in 36’40” e terzo posto per Maria Righetti (Atl. Lecco-Colombo Costruzioni) in 36’51”.

MONTESTELLA – Circuito Milano&Monza Run Free che si protrarrà fino a metà giugno e che vedrà la seconda tappa già sabato 24 e domenica 25 Aprile al Parco Montestella di Milano. Questa volta vi sarà solo la distanza di 10km, sempre certificata Fidal, con partenza alle ore 9.30. Confermata anche la versione non competitiva Run Free sempre in forma individuale per le giornate di sabato e domenica.

ISCRIZIONI – Le iscrizioni sono aperte online fino a giovedì 22 Aprile e poi ancora al Villaggio Gara “Milano & Monza, c/o Parco Montestella nella giornata di Sabato 24 Aprile – dalle ore 9.30 alle ore 18.30 e domenica dalle ore 8.30 alle 9.15. Attenzione al numero limite di 1.500 posti. Per le altre tappe  le iscrizioni sono già aperte.

Stefano Baldini Nato a Castelnovo Sotto (RE) il 25 maggio 1971.  guarda il video

Quant'è bella giovinezza

che si fugge tuttavia!

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Quest'è Bacco e Arianna,

belli, e l'un dell'altro ardenti:

perché 'l tempo fugge e inganna,

sempre insieme stan contenti.

Queste ninfe ed altre genti

sono allegre tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'e certezza.

Questi lieti satiretti,

delle ninfe innamorati,

per caverne e per boschetti

han lor posto cento agguati;

or da Bacco riscaldati,

ballon, salton tuttavia.

Chi vuol esser lieto sia:

di doman non c'è certezza.

Queste ninfe anche hanno caro

da lor essere ingannate:

non puon fare a Amor riparo,

se non genti rozze e ingrate:

ora insieme mescolate

suonon, canton tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Questa soma, che vien drieto

sopra l'asino, è Sileno:

così vecchio è ebbro e lieto,

già di carne e d'anni pieno;

se non può star ritto, almeno

ride e gode tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Mida vien drieto a costoro:

ciò che tocca, oro diventa.

E che giova aver tesoro,

s'altri poi non si contenta?

Che dolcezza vuoi che senta

chi ha sete tuttavia?

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Ciascun apra ben gli orecchi,

di doman nessun si paschi;

oggi siam, giovani e vecchi,

lieti ognun, femmine e maschi;

ogni tristo pensier caschi:

facciam festa tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Donne e giovìnetti amanti,

viva Bacco e viva Amore!

Ciascun suoni, balli e canti!

Arda di dolcezza il core!

Non fatica, non dolore!

Ciò c'ha a esser, convien sia.

Chi vuol esser lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

Lorenzo Il Magnifico

Francesca Canepa, Campionessa Italiana corsa su strada 24h con 224,264km – 18 aprile 2021-di Matteo SIMONE

Il Campionato Italiano 24 ore di corsa su strada 2021 si è svolto a Biella tra sabato 26 e domenica 27 marzo nell’ambito della BI.Ultra 6.24, organizzata dalla Pietro Micca Biella Running, che prevedeva una gara di 24 ore e una di 6 ore, lungo un circuito di 1000 metri.La Campionessa Italiana 2021 è Francesca Canepa (Atletica Sandro Calvesi) che ha totalizzato 224,264 km, precedendo due atlete della Bergamo Stars, Lisa Borzani 206,268 km e Alina Teodora Muntean 191,429 km.Marco Visintini (U.S. Aldo Moro) è il Campione Italiano 2021 vincendo la gara con 245,193 km, precedendo Matteo Grassi (Spirito Trail) che si aggiudica l’argento con 241,264 km, a seguire il bulgaro Emil Pavlov Genov con 240,428 km e Tiziano Marchesi (Runners Bergamo) che si aggiudica il bronzo con 232,315 km.Di seguito approfondiamo la conoscenza della Campionessa Italiana di corsa su strada 24 ore 2021 attraverso un colloquio telefonico.

 

Francesca sembra essere sempre disponibile a mettersi in gioco da sempre con coraggio, impegno e determinazione. Sin da piccola ha provato diversi sport tra cui la danza, lo snowboard fino ad approdare alla corsa dove da subito si è accorta di essere una campionessa eccellendo in gare nazionali e Internazionali con vittorie e rappresentando più volte l’Italia in gare di 100km, trail, ultratrail, skyrunning.Già l’anno scorso ha voluto provare una gara di 24 ore partecipando ai Campionati Italiani 2020 di Bussolego (VR) ottenendo un bronzo con poco più di 200km e ora si è presentata ai Campionati Italiani 2021 a Biella molto focalizzata e determinata con la priorità di vincere la gara ma pensando anche al record che è di 231,390 km detenuto da Monica Casiraghi.

Comunque sembra che per Francesca il meglio debba ancora venire per lo meno riguardo alle corse su strada di 24 ore con gli eventuali prossimi obiettivi di essere convocata per i prossimi Campionati Modiali di 24 ore presso Bucarest, e perché no ottenere un record detenuto da Monica dal 2010.I non addetti ai lavori potrebbero pensare come si fa a correre tante ore su un percorso di 1km ma la performance è dovuta proprio all’essere centrati su se stessi, a sfidare se stessi, a mettersi in gioco e sperimentarsi. Interessante l’approccio alla gara da pare di

Francesca che è molto focalizzata su se stessa e sul gesto atletico, ciò gli permette di non trovare differenza tra gare in natura e gare su strada, ha a disposizione i suoi paesaggi interiori che la permettono di avanzare sempre con forza e resistenza cercando di ottenere la massima prestazione del momento.Dichiara di essergli stato di aiuto la sua famiglia che ha scelto e che è sempre presente, il suo allenatore di Snowboard, le persone che la stimano e la incoraggiano. La preoccupazione di Francesca poteva essere l’entrata in gioco degli atleti nella corsa di 6 ore nel vedere atleti con ritmi di corsa più veloci, ma invece l’essere incoraggiata da questi atleti le ha portato entusiasmo, fiducia e coraggio così come altre persone hanno dato il loro contributo come l’ultrarunner Pablo Barnes che credeva in lei e la incoraggiava e questo gli dava coraggio nell’insistere e nell’andare avanti. Anche lo spagnolo in gara per il record 100 miglia era considerato un suo supporter, Nicolas de las Heras Monforte classe ‘64.

Francesca fa tutto con facilità e semplicità, segue il suo intuito in contatto delle sue sensazioni corporee e non ama tutto ciò che sono tabelle, misure, simulazioni, i suoi allenamenti e le sue gare sono libere come la partecipazione ai cross di pochi km che non hanno nulla a che vedere con una corsa di 24 ore su un circuito di 1km, qualcuno potrebbe pensare che si dovrebbe abituare il fisico ai percorsi di gara ma ognuno ha la sua mente che guida il corpo, che trova benefici e vantaggi personali su scelte personali dove non si sperimenta ne stress, né tensioni, né pressioni.In questa gara Francesca ha dimostrato la sua superiorità con una vittoria di 18km in più della seconda arrivata Lisa Borzani, certo mancava la Campionessa Italiana 2020 Eleonora Corradini che l’anno scorso vinse con 221km ma allo stesso tempo sarebbe stato uno stimolo in più per avvicinarsi al record.Francesca classe 1971 continua a essere una grande campionessa ed è lunghissimo il suo percorso sportivo ad iniziare dalla danza, con un passato di snowboarder con prestazioni e vittorie importanti e tante performance in ambito Skyrunning e Trail running, basta guardare il suo sito web per apprezzare i suoi trascorsi e i suoi attuali momenti di gloria: https://www.francescacanepa.com/

Più volte Nazionale 100 km su strada con la migliore prestazione di 8h11’, la vittoria all’UTMB 2018, interessante una sua dichiarazione sul suo sito web: “Campioni, si diventa… Forse. Se hai perseverato abbastanza, se hai avuto la dose di fiducia e autostima necessaria per credere in te nonostante avversità e venti contrari, se da ogni sconfitta hai saputo dimenticare la delusione trattenendo la lezione”.L’Ultra-Trail du Mont Blanc (UTMB) è una corsa di 170 km, con 10.000 metri di dislivello positivo, in semi-autonomia che si svolge sui tre versanti (francese, italiano e svizzero) del Monte Bianco.Qualche anno fa, grazie a Chiara Raso, ho avuto il piacere di incontrare Francesca presso Aosta, dove si è ressa disponibile a regalare abbigliamento sportivo alle famiglie di Iten, in Kenya, dove Chiara porta avanti il progetto “The Heart of Kenyan Running”, organizzando Stage running con il grande coach Timo Limo, che io consiglio avendolo sperimentato.

Justin Gatlin a 39 anni, vince i 100 metri in 9″98 in Florida-18 aprile 2021

Justin Gatlin ha vinto quella che potrebbe essere un’anteprima dei 100 metri olimpici in un incontro a Gainesville, in Florida, sabato.Gatlin, medaglia d’oro olimpica 2004 e campione del mondo 2017, ha fatto registrare un consistente 9″98 al Tom Jones Memorial Invitational presso l’Università della Florida.Gatlin, che nel 2016 è diventato l’uomo più anziano a vincere una medaglia olimpica nei 100 metri all’età di 34 anni (argento), ha rotto la barriera dei 10 secondi in ciascuno dei suoi primi due incontri di questa stagione.A Tokyo, può diventare l’uomo più anziano di sempre a guadagnare una medaglia olimpica in qualsiasi gara su pista, secondo Olympedia.org.Gatlin sabato ha battuto un campo che includeva il canadese Andre De Grasse , medaglia di bronzo alle Olimpiadi e ai campionati mondiali più recenti, e Noah Lyles , il campione del mondo dei 200 metri che si è candidato come vincitore nei 100 ei 200 metri a Tokyo.De Grasse è arrivato secondo a Gatlin in 9,99. Lyles ha ottenuto il quarto posto in 10.08 nella sua prima gara della stagione outdoor.

 

Quel trio, più il risorto americano Trayvon Bromell (che ha corso i 200 metri a Gainesville), costituiscono il gruppo dei contendenti alla medaglia d’oro olimpica.In precedenza, Christian Coleman era l’unico favorito per succedere al pensionato Usain Bolt . Ma Coleman, l’uomo più veloce del mondo nel 2017, 2018 e 2019, è stato sospeso durante per aver mancato tre test antidroga nel 2019.Il vincitore delle prove olimpiche statunitensi di giugno probabilmente parteciperà ai Giochi di Tokyo come il favorito.In una gara precedente per i corridori del college, Jo’vaughn Martin della Florida State ha corso 9.94 con un vento leggermente più favorevole rispetto ai professionisti, eguagliando il miglior tempo al mondo quest’anno.

Grandiosa Christine Mboma: migliorato ancora il record mondiale juniores dei 400 metri-17 aprile 2021

 

La sensazionale namibiana Christine Mboma ha migliorato il suo record mondiale junior U20 dei 400 metri Portandolo a 49,22 oggi sabato 17 aprile ai Campionati della Namibia

Lo scorso fine settimana la diciassettenne ha segnato un altro incredibile 49.24 all’incontro All-Comers di Lusaka, in Zambia, rasando quasi due secondi dal suo miglior tempo personale.

 

È stata una prestazione sorprendente in condizioni tutt’altro che perfette, in un pomeriggio ventoso e coperto a Windhoek, con il rombo di tuoni e fulmini che minacciavano in lontananza.

 

Parte bene la grande rivale di Mboma, Beatrice Masilingi, che a metà gara mantiene un vantaggio di almeno cinque metri. Mboma però accende la miccia e quando entrano nel rettilineo le due sono appaiate. Mboma grazie ad un finale più forte, si stacca da Masilingi con i suoi lunghi passi per vincere la gara . Masilingi arriva seconda in 50,05 secondi.

Golden Gala, nuova data: a Firenze il 10 giugno-16 Aprile 2021

La Diamond League ha ufficializzato il calendario completo del circuito con una serie di variazioni: prima tappa a Gateshead il 23 maggio al posto di Rabat, Oslo in programma il 1° luglio.Il Golden Gala Pietro Mennea si sposta dal 4 al 10 di giugno. La Wanda Diamond League ha ufficializzato questa mattina il calendario completo del circuito, con una serie di variazioni rispetto al programma originario dovute principalmente alla pandemia da Covid-19 ancora in atto, e alla conseguente risistemazione del calendario già programmato. Lo slittamento di sei giorni della tappa italiana, nella data che originariamente era prevista per il meeting di Oslo (ora fissato al primo luglio) è stato richiesto dalla FIDAL, in accordo con la RAI, host broadcaster dell'evento, al fine di determinarne una migliore esposizione mediatica. Lo start non sarà più da Rabat (Marocco), dove il meeting internazionale è stato cancellato a causa della pandemia, ma dalla britannica Gateshead, che subentra in corsa riportando l’avvio della Diamond League in Europa.

 

I primi tredici meeting del principale circuito internazionale metteranno in palio la qualificazione per le due serate finali, in programma a Zurigo (8-9 settembre), nel doppio evento che decreterà i vincitori delle singole specialità. “È un anno incredibilmente importante per gli atleti che si stanno preparando per i Giochi olimpici di Tokyo e per i Mondiali in Oregon che si terranno poco meno di un anno dopo - le parole del presidente del board della Diamond League, Sebastian Coe - stiamo lavorando tra difficoltà straordinarie e uno scenario che muta rapidamente, per rendere possibili gli eventi e non cancellarli. Voglio quindi ringraziare tutti gli organizzatori e il board della Diamond League per quello che stanno facendo: va applaudita la loro passione per lo sport e l’approccio collaborativo e flessibile di fronte a tutte le sfide”.

 

WANDA DIAMOND LEAGUE 2021

Gateshead (Gran Bretagna), 23 maggio -Doha (Qatar), 28 maggio-Firenze, 10 giugno-Oslo (Norvegia), 1° luglio-Stoccolma (Svezia), 4 luglio-Montecarlo (Principato di Monaco), 9 luglio-Londra-(Gran Bretagna), 13 luglio-Shanghai (Cina), 14 agosto-Eugene (Stati Uniti), 21 agosto-Cina (sede da definire), 22 agosto-Losanna (Svizzera), 26 agosto-Parigi (Francia), 28 agosto-Bruxelles (Belgio), 3 settembre-Zurigo (Svizzera), 8-9 settembre

Mei: “Piena fiducia a La Torre e al settore tecnico”-13 Aprile 2021

Dichiarazione del presidente della FIDAL: “Mai messo in discussione il Direttore Tecnico e la struttura, la Federazione sostiene in pieno il loro operato”-

 

In merito alle notizie di stampa diffuse negli ultimi giorni da alcuni organi d’informazione, e relative sia alla organizzazione del Settore Tecnico Nazionale, sia al Direttore Tecnico delle squadre nazionali azzurre, Antonio La Torre, il presidente FIDAL Stefano Mei ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Con le mie parole sulla organizzazione dello staff tecnico che immagino per il futuro, riferite comunque all’assetto complessivo, alle strategie, e non alle persone, non ho mai inteso mettere in discussione Antonio La Torre, né coloro che fanno parte oggi della struttura tecnica.

 

Gli uomini e le donne che operano in ambito tecnico hanno la mia approvazione per quanto hanno fatto sinora, oltre che la mia fiducia per il lavoro che dovranno svolgere nei prossimi mesi, in particolare in funzione dei Giochi Olimpici di Tokyo. Con La Torre, nel pieno rispetto dei reciproci ruoli, abbiamo un dialogo continuo e alla luce del sole. Devono procedere: la Federazione sostiene in pieno il loro operato”.

All’aeroporto di Siena Ampugnano 2h20:08 per la keniana Tanui, miglior tempo di sempre in una 42,195 km sul suolo italiano. La Rosa (2h11:42) e Straneo (2h30:33) i primi azzurri al traguardo-Gara da record nella maratona all’aeroporto di Siena Ampugnano. Tra le donne arriva il miglior risultato di sempre sulle strade italiane con il successo della keniana Angela Tanui, che in 2h20:08 demolisce di oltre due minuti il crono di 2h22:25 ottenuto dalla connazionale Vivian Kiplagat nel 2019 a Milano. Trionfa il Kenya anche al maschile nella sfida vinta da Erick Kiptanui con 2h05:47 per realizzare il secondo tempo della storia sul suolo nazionale, in una prova molto  

veloce che vede tredici atleti sotto le 2h08.In chiave azzurra Stefano La Rosa (Carabinieri) è trentesimo in 2h11:42, sfiorando l’obiettivo dello standard olimpico fissato a 2h11:30, in una mattinata fresca (9 gradi di temperatura alla partenza) con pioggia leggera e vento a tratti. Al debutto sulla distanza dei 42,195 chilometri Said El Otmani (Esercito) chiude in 2h13:23 dopo un calo di ritmo nel finale, mentre si migliorano il campione tricolore Giovanni Grano (Nuova Atl. Isernia, 2h13:40) e Daniele D’Onofrio (Fiamme Oro, 2h14:07).Al femminile Valeria Straneo (Laguna Running) riesce ancora a correre in 2h30:33, a 45 anni compiuti da pochi giorni, senza però raggiungere il crono richiesto per i Giochi di Tokyo (2h29:30). La primatista italiana si piazza ventesima al traguardo davanti a Sara Brogiato (Aeronautica) che firma il record personale con 2h34:24, sotto lo sguardo del presidente FIDAL Stefano Mei, nella prima edizione della Tuscany Camp Marathon - “European Olympic Marathon Qualification Race - Xiamen Marathon & Tuscany Camp Global Elite Race”, disputata su un circuito di circa cinque chilometri nello scalo del comune di Sovicille (Siena).

 

DONNE - Missione compiuta nella maratona femminile. Alla vigilia l’obiettivo era chiaro, il record “all comers” sul territorio italiano, e viene centrato con ampio margine da Angela Tanui. L’andatura del gruppo al comando, per più di metà gara, è da 2h22 come proiezione finale. Poi la 28enne keniana, già nota per aver vinto a Venezia nell’edizione 2018 segnata dall’acqua alta, si invola poco oltre il trentesimo chilometro. accelera ulteriormente, protagonista di una cavalcata solitaria che la porta con 2h20:08 a togliere cinque minuti abbondanti al personale di 2h25:18 siglato a Istanbul nel 2019. Sul podio di giornata anche l’altra keniana Purity Changwony (2h22:46) e l’etiope Gebiyanesh Ayele (2h23:23). In diciassette timbrano il minimo per Tokyo di 2h29:30, un crono che Valeria Straneo ha nel mirino fino a circa cinque chilometri dall’arrivo, prima della flessione nella parte conclusiva. Il sogno della terza Olimpiade rimane a circa un minuto (2h30:33 il suo tempo) per la 45enne alessandrina, vicecampionessa mondiale nel 2013, comunque in grado di esprimersi di nuovo intorno alle due ore e mezza come nelle ultime stagioni.“Ho dato veramente tutto - commenta la portacolori del Laguna Running - e non ho rimpianti, più di così non potevo fare anche se ovviamente c’è un po’ di dispiacere. Ci ho sperato fino al 37esimo chilometro, poi è mancato qualcosa nel finale senza però mollare. Percorso filante, peccato per il meteo non ideale tra pioggia e umidità, ma ho cercato di rimanere coperta nei tratti più esposti al vento. La preparazione è stata difficile, in questo periodo particolare, e devo fare i conti con l’età.

Created By Correre.org

Created By Correre.org

Presidente MiletoMarathon e WebMaster Correre.org Salvatore Auddino

info@correre.org   3388306612